Utenti registrati: 2580

Ci sono 1 utenti registrati e 50 ospiti attivi sul sito.

XanderLit

Ultimo commento

Mordakan su Marvel Collection # 206

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
Supereroi - Il Mito # 7

Supereroi - Il Mito # 7 | Iron Man: Il Mandarino

RCS Quotidiani Dicembre 2013
Iron Man vol 4 # 15
Iron Man
Direttore dello S.H.I.E.L.D., pt 1
Charles Knauf (script) / Daniel Knauf (script) / Roberto De La Torre (art) / Jon Sibal (inks)
Conclusa la Guerra Civile, dopo la vittoria e la fine delle ostilità, Tony Stark, dando vita all'iniziativa dei cinquanta stati, è stato nominato direttore dello SHIELD prendendo il posto di Maria Hill che è diventata così suo vice. La famosa organizzazione spionistica, guidata per lungo tempo da Nick Fury, si è sempre basata su una gerarchia di tipo militare. L'arrivo di Stark, che gestisce l'agenzia con tecniche aziendali per aumentare il morale dei dipendenti e renderli partecipi delle attività, non trova l'approvazione di Dum Dum Dugan, il veterano più esperto dell'organizzazione. Dugan, vecchio amico di Fury, esprime le sue rimostranze al segretario alla difesa Jack Kooning affermando che lo SHIELD, che ha sempre messo in primo piano l'importanza della squadra ora sembra essere dipendente da Iron Man tanto che se non fosse intervenuto in prima persona in alcune delicate operazioni queste si sarebbero concluse con un disastro. Nonostante il pragmatsmo di Kooning che gli fa notare l'alta percentuale di missioni riuscite, Dugan continua le sue lamentele puntando il dito su due personaggi introdotti da Stark nello SHIELD. Il primo è il confidente di Stark, Sal Kennedy, un filosofo pacifista che è quanto di più lontano si possa immaginare in una struttura militare come lo SHIELD, il secondo elemento è Maya Hansen, la biologa creatrice di Extremis con un passato da terrorista. Kooning, che ragiona solo in termini di risultati, non ravvisa nessun pericolo per l'organizzazione e rifiuta la lettera di dimissioni presentata da Dugan. Intanto in un manicomio sperduto in Mongolia, Karim Mahwash Najeeb, un pericoloso terrorista, rintraccia in una cella di isolamento il maestro Khan, il pericoloso nemico di Iron Man conosciuto come il Mandarino.

21 pagine

protagonisti: Iron Man, Dum Dum Dugan, Maria Hill, Maya Hansen, Sal Kennedy, Jack Kooning, Mandarin

da Iron Man vol 4 # 15, Marvel Comics (Apr 2007)
Iron Man vol 4 # 16
Iron Man
Direttore dello S.H.I.E.L.D., pt 2
Charles Knauf (script) / Daniel Knauf (script) / Roberto De La Torre (art) / Jon Sibal (inks)
Tony Stark, nuovo direttore dello SHIELD, deve preoccuparsi dell'alta proliferazione di cellule sovversive e di piccoli gruppi terroristici che, dotandosi di tecnologia all'avanguardia, fanno pensare di essere sovvenzionate da un'unica mente che ne decide le mosse. In una recente missione contro un gruppo animalista, quello che sembrava essere solo un intervento di routine, si trasforma in un vero massacro. Il team Alfa, la squadra adddestrata direttamente da Stark, subisce numerose perdite e solo l'intervento diretto di Iron Man impedisce una totale disfatta. Questo evento riavvicina Dungan a Tony Stark, il quale, poco prima del discorso funebre, capisce che non può fare a meno dell'esperienza di Dum Dum. Nel frattempo, in un isolato manicomio in Mongolia, il maestro Khan, il Mandarino, vissuto fino a questo momento in una sorta di stato di meditazione all'interno della sua cella, viene liberato da un pericoloso terrorista che gli porta i suoi letali anelli. Il Mandarino, dimostrando una totale apatia, visto la sua inutilità per gli scopi del terrorista, sta per essere ucciso ma Khan si risveglia, stermina tutti e torna in azione.

21 pagine

protagonisti: Iron Man, Maria Hill, Dum Dum Dugan, Maya Hansen, Sal Kennedy, Mandarin

da Iron Man vol 4 # 16, Marvel Comics (Mag 2007)
Iron Man vol 4 # 17
Iron Man
Direttore dello S.H.I.E.L.D., pt 3
Charles Knauf (script) / Daniel Knauf (script) / Roberto De La Torre (art) / Jon Sibal (inks) / Karl Kesel (inks) / Cam Smith (inks)
Tony Stark, capo dell'agenzia spionistica dello SHIELD, continua a indagare con i suoi uomini sul recente aumento di gruppi terroristici che usano tecnologia all'avanguardia. Nel frattempo il nostro protagonista ha iniziato una relazione con Maya Hansen, la biologa con un recente passato di terrorista che è stata costretta a rinunciare alle ricerche sull'Extremis. Secondo la Hansen, il virus che ha permesso a Tony Stark di integrare il suo sistema biologico con l'armatura, è in grado di riparare le cellule tumorali e potrebbe rivelarsi una cura efficace per ogni forma di cancro. Tony però non ne vuole sapere perché ritiene che il virus é in qualche modo responsabile del delirio di onnipotenza che lo ha condizionato nelle ultime scelte, sopratutto quelle prese durante la Guerra Civile. La Hansen accetta la decisione di Stark ma non sembra convinta delle sue scelte. Intanto in Mongolia, il Mandarino, preso il controllo del manicomio criminale in cui era detenuto, dopo essersi fatto impiantare gli anelli in ognuna delle sue vertebre si prepara a tendere una trappola per Iron Man e lo SHIELD. Stark, sulle traccie del terrorista Najeeb, nonostante il rischio di un incidente dipolomatico, giunge con il team Alfa in Mongolia penetrando nel manicomio criminale. Mentre la squadra di Iron Man viene assalito dagli internati potenziati con innesti artificiali, il corpo del terrorista, trovato morto all'interno dell'obitorio del manicomio, viene condotto sul velivolo dello SHIELD. Durante l'autopsia compiuta da Maya Hansen, una forma parassita organica, esce fuori dal corpo e si propaga all'interno dell'elivolo.

21 pagine

protagonisti: Iron Man, Maya Hansen, Sal Kennedy, Maria Hill, Dum Dum Dugan, Mandarin

da Iron Man vol 4 # 17, Marvel Comics (Giu 2007)
Iron Man vol 4 # 18
Iron Man
Direttore dello S.H.I.E.L.D., pt 4
Daniel Knauf (script) / Charles Knauf (script) / Roberto De La Torre (art) / Roberto De La Torre (inks) / Jon Sibal (inks)
In Mongolia, Iron Man e la sua squadra dello SHIELD sono caduti in una trappola ordita dal redivivo Mandarino. All'interno di un manicomio criminale, l'antico nemico del nostro protagonista, oltre a rendere gli internati una sorta di zombie assetati di sangue, è riuscito a modificare biologicamente il corpo di un terrorista che è stato portato all'interno del velivolo dello SHIELD. Mentre Maya Hansen e Sal Kennedy stanno effettuando l'autopsia sul cadavere, una forma parassita organica esce fuori dal corpo e si aggroviglia su Sal. In breve tempo, grazie alle incredibili capacità di proliferazione cellulare, la creatura infetta e si impadronisce dei corpi di gran parte dell'equipaggio. Iron Man, tornato immediatamente sull'elivolo, cerca di arrestare la crescita dell'organismo ma tutte le sue armi risultano inneficaci. A complicare la situazione due caccia nordcoreani vengono attaccatti dall'equipaggio infettato dell'eliveivolo. Sotto consiglio di Maya, Tony Stark, dopo aver assistito alla morte di Sal, si espone alla creatura in quanto il virus Extremis, presente nel corpo dell'eroe in armatura, risulta l'unico rimedio per arrestare la proliferazione della massa tumorale. La missione è stata un completo fallimento, Tony, dopo le recenti perdite (Happy Hogan e Capitan America) ha visto morire l'uomo che considerava un padre. Tutte morti che indirettamente sono state dettate dalle sue azioni. Maya Hansen, dopo aver accusato Tony di avergli impedito di continuare il progetto Extremis che avrebbe potuto evitare questo disasto, se ne và accettando l'offerta del segretario Kooning di continuare i suoi studi nella Prometeus Gentech Inc. La donna ignora che il direttore dell'azienda, Tem Borjigin, assomiglia in modo inquietante proprio al Mandarino.

22 pagine

protagonisti: Iron Man, Maya Hansen, Sal Kennedy (deceduto), Dum Dum Dugan, Maria Hill, Tem Borjigin/Mandarin

da Iron Man vol 4 # 18, Marvel Comics (Lug 2007)
Iron Man vol 4 # 21
Iron Man
Perseguitato, pt 1
Charles Knauf (script) / Daniel Knauf (script) / Roberto De La Torre (art) / Roberto De La Torre (inks)
A Omaha, Nebraska, due cadetti dell'Iniziativa mentre stanno svolgendo un'ispezione in una vecchia fabbrica abbandonata, vengono misteriosamente aggrediti dal criminale Graviton. L'attacco causa la morte della giovane eroina Gadget e il ricovero in ospedale del suo compagno di squadra, Paragon. Tony Stark, sconvolto per la perdita (Gadget era una sua ammiratrice fin da bambina, e proprio per emularlo, si era costruita un'armatura iperteconologica iniziando la carriera supereroistica), durante le indagini riceve nel suo appartamento la visita di Capitan America. Pur sapendo che si tratta di un prodotto della sua immaginazione, una proiezione dell'inconscio, ascolta le parole dell'eroe caduto che lo avverte che le scritte trovate di recente nel luogo di un attentato sono di origine Makluana (la civiltà extraterrestre dalla quale il Mandarino ha preso gli anelli del potere). Convinto che dietro i recenti assalti di terroristi ci sia la mano del suo vecchio nemico, Stark si precipita dal segretario alla difesa Konning il quale però gli conferma che il criminale è morto e sepolto. In questa occasione Stark viene a a conoscenza dell'apparente suicidio di Maya Hansen. Nel frattempo il Mandarino, evaso da uno sperduto manicomio della Mongolia con l'aiuto di un gruppo di terroristi che si sono poi messi al suo servizio, si trova ora a capo di un progetto top secret della Prometheus Gentech apprestandosi a sperimentare gli effetti di Extremis sugli esseri umani coadiuvato da una brillante e rediviva Maya Hansen.

21 pagine

protagonisti: Iron Man, Jack Kooning, Gadget (1ª apparizione), Paragon (1ª apparizione), Captain Ultra, Maya Hansen, Graviton, Mandarin/Tem Borjigin
apparizioni: Maria Hill

da Iron Man vol 4 # 21, Marvel Comics (Ott 2007)
Iron Man vol 4 # 22
Iron Man
Perseguitato, pt 2
Charles Knauf (script) / Daniel Knauf (script) / Roberto De La Torre (art) / Roberto De La Torre (inks)
Tony Stark prosegue le indagini personali sull'uccisione di Gadget. Interrogato Graviton, incriminato per la morte della giovane eroina, il criminale sostiene di essere stato manipolato e di non aver ucciso la ragazza. Raggiunto Capitan Ultra, il capo-squadra dell'Iniziativa nel Nebraska, Iron Man viene a sapere che Gadget stava svolgendo delle ricerche su un caso irrisolto di persone scomparse. Mentre il nostro protagonista continua a investigare sulla misteriosa morte di Gadget, il Mandarino (che ora si fa passare per lo scienziato e industriale Tem Borjigin) cerca di farlo allontanare dalle indagini grazie all'appoggio occulto del segretario alla difesa Kooning. Coadiuvato da Maya Hansen, il Mandarino sta infatti lavorando in incognito su un progetto governativo atto a sperimentare gli effetti del virus Extremis sugli esseri umani, ovvero sulle persone misteriosamente scomparse in Nebraska. Intanto Stark, nel corso dell'ispezione nell'appartamento di Gadget, riceve la visita di un altro fantasma della sua coscienza, Happy Hogan. Spinto da questa nuova visione, Stark si convince che l'assassino di Gadget sia il compagno di squadra, Cooper Roth, alias Paragon. Precipitatosi nell'ospedale dove il ragazzo è ricoverato, Iron Man cerca di farlo confessare ma viene fermato da Capitan Ultra, che vede nel comportamento di Tony solo l'agire pericoloso di un pazzo. Mentre si svolge lo scontro, Paragon raggiunge il laboratorio del Mandarino che in cambio dell'eliminazione di Gadget gli aveva promesso di salvare la madre malata.

22 pagine

protagonisti: Iron Man, Maria Hill, Dum Dum Dugan, Captain Ultra, Gadget (flashback), Paragon, Graviton, Tem Borjigin/Mandarin, Jack Kooning

da Iron Man vol 4 # 22, Marvel Comics (Nov 2007)
Iron Man vol 4 # 23
Iron Man
Perseguitato, pt 3
Charles Knauf (script) / Daniel Knauf (script) / Jackson Butch Guice (art) / Jackson Butch Guice (inks)
Paragon, giovane membro dell'Iniziativa del Nebraska, ha ucciso per ordine del Mandarino, la sua compagna di squadra Gadget, in cambio di una cura per la malattia della madre. Il Mandarino lo ha però ingannato riuscendo a convincerlo che ad uccidere la madre sia stato Graviton, unico testimone a conoscere il vero colpevole. Paragon attacca Graviton, tenuto sedato nell'eliveivolo dello SHIELD, ma viene uccico dal criminale di gran lunga più potente. Tony Stark, sempre più prigioniero dei fantasmi degli amici morti e dell'armatura che ormai indossa ininterrottamente come un guscio protettivo, arriva troppo tardi per salvare Paragon. Nel momento in cui Graviton si suicida davanti ai suoi occhi, tutti i testimoni del caso sono morti e Stark non ha più uno straccio di prova sul presunto complotto che stava cercando di svelare. La commissione per le attività superumane apre un'inchiesta sul caso, Graviton viene ritenuto colpevole dell'omicidio di Gadget e il nostro protagonista viene invitato a sostenere una seduta con Doc Samson, lo psichiatra al servizio della commissione. Samson lo mette di fronte al pericolo che le sue crescenti ossessioni potrebbero costituire intimandogli di prendersi una pausa, stare lontano dalla sua armatura e di indossare un congegno che gli impedisce di usare i suoi poteri cibernetici. Stark, per non andare incontro a sanzioni più gravi, è costretto a eseguire gli ordini ma invece di una vacanza si rifugia in un piccolo motel di Omaha per continuare le indagini.

22 pagine

protagonisti: Iron Man, Maria Hill, Valerie Cooper, Raymond Sikorsky, Doc Samson, Paragon, Graviton (deceduto), Jack Kooning, Tem Borjigin/Mandarin
apparizioni: Norman Osborn

da Iron Man vol 4 # 23, Marvel Comics (Dic 2007)
Iron Man vol 4 # 24
Iron Man
Perseguitato, pt 4
Charles Knauf (script) / Daniel Knauf (script) / Jackson Butch Guice (art) / Jackson Butch Guice (inks)
In Nebraska, Tony Stark, mentre continua a indagare sulla misteriosa sparizione di numerose persone, ha una nuova allucinazione nella quale l'amico Sal, recentemente ucciso, gli descrive le diverse fasi nella sperimentazione di un farmaco su cavie umane. Ogni fase corrisponde ad un aumento del numero dei soggetti coinvolti dello stesso ordine di grandezza di quello degli scomparsi. Nel frattempo la biologa Maya Hansen lavora in segreto per la prometheus Gentech, una società finanziata dal governo e guidata dal carismatico Tem Borijigin, alias il Mandarino. La Hansen, accontentando le richieste dal suo capo, ha elaborato un modo per diffondere nell'aria l'Extremis dotandolo però di un dispositivo di sicurezza per impedire che il virus si propaghi per errore nell'atmosfera. Il Mandarino non sembra essere contento dell'iniziativa e dell'eccesso di zelo dalla biologa. Intanto Tony Stark rimette in funzione una sua vecchia armatura, ma viene subito attaccato da un uomo potenziato da Extremis. Doc Samson e Capitan ultra accorrono in suo aiuto scoprendo che l'assalitore è un ragazzo diciasettenne affetto dalla sindrome di down che fa parte della lista di persone scomparse su cui sta investigando Iron Man. Esaminato il ragazzo, i nostri protagonisti scoprono che l'elemento comune tra le persone rapite è una resistenza natale agli effetti nocivi del virus Extremis. Una caratteristica che possiede lo stesso Tony Stark.

22 pagine

protagonisti: Iron Man, Doc Samson, Captain Ultra, Maya Hansen, Tem Borjigin/Mandarin

da Iron Man vol 4 # 24, Marvel Comics (Feb 2008)
Iron Man vol 4 # 25
Iron Man
Perseguitato, pt 5
Charles Knauf (script) / Daniel Knauf (script) / Roberto De La Torre (art) / Roberto De La Torre (inks)
Maya Hansen ha fornito a Tem Borijigin (il Mandarino sotto mentite spoglie) importanti informazioni sul letale virus Extremis pensando che verrà impiegato per fini umanitari. Quando Borijigin cerca di convincere la biologa a rimuovere la sequenza genomica di sicurezza che impedisce all'Extremis di propagarsi per errore nell'atmosfera, la Hansen si insospettisce e con la scusa di prendersi un pò di tempo, chiama il segretario alla difesa Kooning venendo a sapere che il governo non ha mai ordinato una versione aerobica di Extremis. Intanto Tony Stark, raccolto la fiducia di Doc Samson, viene a sapere dallo psicologo che il motivo per cui continua ad avere allucinazioni di persone morte è legato alla capacità elaborativa fornitagli da Extremis che elabora dati in continuazione nel suo subconscio fornendogli i risultati (in una specie di sogno ad occhi aperti) tramite la personificazione del complesso di colpa per gli amici morti. Intuito che Maya Hansen possa essere viva (la donna non è mai apparsa nelle sue allucinazioni) Stark in compagnia di Samson raggiunge il segretario di stato Jack Kooning che messo alle strette confessa il suo coinvolgimento nella sperimentazione di una nuova formula del supersoldato attraverso il virus Extremis. Nel momento in cui Konning gli fornisce i dettagli fisici dell'uomo messo a capo dell'operazione, Iron Man si rende conto di avere a che fare con il Mandarino deciso al potenziamento dell'umanità attraverso il virus Extremis a danno della maggior parte della popolazione destinata a morire in questa spinta evolutiva.

21 pagine

protagonisti: Iron Man, Doc Samson, Maya Hansen, Jack Kooning, Tem Borjigin/Mandarin

da Iron Man vol 4 # 25, Marvel Comics (Mar 2008)
Iron Man vol 4 # 26
Iron Man
Perseguitato, pt 6
Charles Knauf (script) / Daniel Knauf (script) / Roberto De La Torre (art) / Roberto De La Torre (inks)
Utilizzando una sua vecchia armatura, Iron Man piomba nei laboratori della Prometeus Gentech in Nebraska per combattere il Mandarino. Nella sua megalomania, il malvagio criminale intende diffondere il virus Extremis nell'atmosfera provocando la comparsa di poteri superumani, ma solo in una minoranza di individui con determinate caratteristiche genetiche. Un gigantesco balzo dell'evoluzione umana al costo dela vita di miliardi di persone, incluso lui stesso. Nel frattempo sull'eliveivolo dello SHIELD Maria Hill ascolta i suggerimenti di Dum Dum Dugan decidendo di sganciare una bomba sperimentale sulle coordinate in cui si trova Iron Man. La bomba dovrebbe essere capace di creare un buco nero infinitesimale in grado di risucchiare qualsiasi fuga del virus nell'atmosfera. Intanto, nel corso della battaglia tra Iron Man e i suo antico nemico, il Mandarino riesce ad attivare la procedura per il rilascio del virus, allontanandosi subito dopo portandosi appresso Maya Hansen e lasciando Iron Man a combattere una ventina di indistruttibili e folli individui potenziati da Extremis. Alla fine Maria Hill segue gli ordini di Stark e sgancia la bomba sulla fabbrica. Il nostro eroe cerca di allontanarsi dal punto dell'esplosione ma i sensori dell'eliveivolo dello SHIELD non rilevano alcuna traccia vitale residua dopo lo scoppio.

22 pagine

protagonisti: Iron Man, Maria Hill, Maya Hansen, Mandarin

da Iron Man vol 4 # 26, Marvel Comics (Apr 2008)
Iron Man vol 4 # 27
Iron Man
Perseguitato, pt 7
Charles Knauf (script) / Daniel Knauf (script) / Carlos Pagulayan (art) / Jeffrey Huet (inks)
Per impedire al Mandarino di diffondere il virus Extremis tra la popolazione, Maria Hill, seguendo gli ordini di Iron Man ha rilasciato una bomba atomica sperimentale in Nebraska. Iron Man, scaraventato a qualche chilometro dal punto d'impatto della bomba viene immediatamente circondato dalle forze dell'esercito degli Stati Uniti entrate in azione a seguito dell'esplosione atomica in territorio americano. Insieme agli ufficiali dello SHIELD, Tony Stark finisce sotto processo presso la commissione per le attività superumane. Dalla sua parte il solo Doc Samson, mentre il segretario della difesa Konning, l'unico che potrebbe testimoniare a suo favore, si trova segretamente in Birmania a trattare con il generale Xang per aiutarlo a eliminare di nascosto il Mandarino. Nel frattempo Maya Hansen, convinta di avere di fronte Tony Stark, rivela al Mandarino la sequenza di Extremis che gli permette di diffondere il virus nell'atmosfera. In possesso della sequenza il folle criminale attiva i suoi complici che stanno radunando missili a lunga gittata per distribuire il potente virus.

21 pagine

protagonisti: Iron Man, Maria Hill, Doc Samson, Maya Hansen, Henry Peter Gyrich, Valerie Cooper, Jack Kooning, Mandarin
apparizioni: Norman Osborn

da Iron Man vol 4 # 27, Marvel Comics (Mag 2008)
Iron Man vol 4 # 28
Iron Man
Perseguitato, pt 8
Charles Knauf (script) / Daniel Knauf (script) / Roberto De La Torre (art) / Roberto De La Torre (inks)
Il Mandarino si appresta a propagare il virus Extremis nell'atmosfera. Jack Kooning, ottenuto un commando di cinque uomini dal signore della droga Xang Kong, cerca di eliminare il Mandarino ma finisce nella sua trappola e viene decapitato. Nel frattempo Tony Stark, insieme a Dum Dum Dugan e Maria Hill, vengono sottoposti a un processo nel palazzo delle Nazioni Unite essendo responsabili di un esplosione nucleare in territorio americano. Non riescendo a far valere le proprie ragioni e a convincere l'assemblea del pericoloso complotto del Mandarino, Maria Hill ordina a un commando dello SHIELD di occupare il palazzo dell'ONU permettendo a Stark di indossare un armatura di ultima generazione. Iron Man in breve tempo raggiunge la Cina e in una delle basi del Mandarino libera Maya Hansen ancora prigioniera del criminale. Venuto a sapere che per propagare il virus il Mandarino intende utilizzare dei missili per modifiche climatiche, Iron Man individua la base ritrovandosi ad affrontare in un combattimento spettacolare il suo eterno nemico. Nonostante tutto il nostro eroe non riesce a impedire il lancio dei missili ed è costretto a liberarsi dell'anello inibitore saldato alla caviglia strappandolo via insieme a parte del calcagno. Ottenuto nuovamente i poteri di Extremis Iron Man indirizza i missili sulle freddissime correnti della troposfera riuscendo a neutralizzare l'attivazione di Extremis sensibile alla basse temperature. Nel successivo scontro il Mandarino viene congelato da raggelante getto di freon anche se, durante la autopsia in Cina, dentro l'involucro ghiacciato, non viene rinvenuto nessun cadavere. Alla fine l'Onu riconosce a Tony Stark di aver agito contro una minaccia planetaria e lo reintegra alla guida dello SHIELD con tutti gli encomi di rito.

38 pagine

protagonisti: Iron Man, Maria Hill, Dum Dum Dugan, Valerie Cooper, Maya Hansen, Jack Kooning (deceduto), Mandarin
apparizioni: Norman Osborn

da Iron Man vol 4 # 28, Marvel Comics (Giu 2008)