Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
Iron Man e i Vendicatori # 89

Iron Man e i Vendicatori # 89 | Iron Man : Direttore dello S.H.I.E.L.D (L'Iniziativa)

Marvel Italia Gennaio 2008
Iron Man vol 4 # 15
Iron Man
Direttore dello S.H.I.E.L.D., pt 1
Charles Knauf (script) / Daniel Knauf (script) / Roberto De La Torre (art) / (inks)
Conclusa la Guerra Civile, dopo la vittoria e la fine delle ostilità, Tony Stark, dando vita all'iniziativa dei cinquanta stati, è stato nominato direttore dello SHIELD prendendo il posto di Maria Hill che è diventata così suo vice. La famosa organizzazione spionistica, guidata per lungo tempo da Nick Fury, si è sempre basata su una gerarchia di tipo militare. L'arrivo di Stark, che gestisce l'agenzia con tecniche aziendali per aumentare il morale dei dipendenti e renderli partecipi delle attività, non trova l'approvazione di Dum Dum Dugan, il veterano più esperto dell'organizzazione. Dugan, vecchio amico di Fury, esprime le sue rimostranze al segretario alla difesa Jack Kooning affermando che lo SHIELD, che ha sempre messo in primo piano l'importanza della squadra ora sembra essere dipendente da Iron Man tanto che se non fosse intervenuto in prima persona in alcune delicate operazioni queste si sarebbero concluse con un disastro. Nonostante il pragmatsmo di Kooning che gli fa notare l'alta percentuale di missioni riuscite, Dugan continua le sue lamentele puntando il dito su due personaggi introdotti da Stark nello SHIELD. Il primo è il confidente di Stark, Sal Kennedy, un filosofo pacifista che è quanto di più lontano si possa immaginare in una struttura militare come lo SHIELD, il secondo elemento è Maya Hansen, la biologa creatrice di Extremis con un passato da terrorista. Kooning, che ragiona solo in termini di risultati, non ravvisa nessun pericolo per l'organizzazione e rifiuta la lettera di dimissioni presentata da Dugan. Intanto in un manicomio sperduto in Mongolia, Karim Mahwash Najeeb, un pericoloso terrorista, rintraccia in una cella di isolamento il maestro Khan, il pericoloso nemico di Iron Man conosciuto come il Mandarino.

21 pagine

protagonisti: Iron Man, Dum Dum Dugan, Maria Hill, Maya Hansen, Sal Kennedy, Jack Kooning, Mandarin

da Iron Man vol 4 # 15, Marvel Comics - USA (Apr 2007)
Iron Man vol 4 # 16
Iron Man
Direttore dello S.H.I.E.L.D., pt 2
Charles Knauf (script) / Daniel Knauf (script) / Roberto De La Torre (art) / (inks)
Tony Stark, nuovo direttore dello SHIELD, deve preoccuparsi dell'alta proliferazione di cellule sovversive e di piccoli gruppi terroristici che, dotandosi di tecnologia all'avanguardia, fanno pensare di essere sovvenzionate da un'unica mente che ne decide le mosse. In una recente missione contro un gruppo animalista, quello che sembrava essere solo un intervento di routine, si trasforma in un vero massacro. Il team Alfa, la squadra adddestrata direttamente da Stark, subisce numerose perdite e solo l'intervento diretto di Iron Man impedisce una totale disfatta. Questo evento riavvicina Dungan a Tony Stark, il quale, poco prima del discorso funebre, capisce che non può fare a meno dell'esperienza di Dum Dum. Nel frattempo, in un isolato manicomio in Mongolia, il maestro Khan, il Mandarino, vissuto fino a questo momento in una sorta di stato di meditazione all'interno della sua cella, viene liberato da un pericoloso terrorista che gli porta i suoi letali anelli. Il Mandarino, dimostrando una totale apatia, visto la sua inutilità per gli scopi del terrorista, sta per essere ucciso ma Khan si risveglia, stermina tutti e torna in azione.

21 pagine

protagonisti: Iron Man, Maria Hill, Dum Dum Dugan, Maya Hansen, Sal Kennedy, Mandarin

da Iron Man vol 4 # 16, Marvel Comics - USA (Mag 2007)
Iron Man vol 4 # 17
Iron Man
Direttore dello S.H.I.E.L.D., pt 3
Charles Knauf (script) / Daniel Knauf (script) / Roberto De La Torre (art) / (inks) / Karl Kesel (inks) / Cam Smith (inks)
Tony Stark, capo dell'agenzia spionistica dello SHIELD, continua a indagare con i suoi uomini sul recente aumento di gruppi terroristici che usano tecnologia all'avanguardia. Nel frattempo il nostro protagonista ha iniziato una relazione con Maya Hansen, la biologa con un recente passato di terrorista che è stata costretta a rinunciare alle ricerche sull'Extremis. Secondo la Hansen, il virus che ha permesso a Tony Stark di integrare il suo sistema biologico con l'armatura, è in grado di riparare le cellule tumorali e potrebbe rivelarsi una cura efficace per ogni forma di cancro. Tony però non ne vuole sapere perché ritiene che il virus é in qualche modo responsabile del delirio di onnipotenza che lo ha condizionato nelle ultime scelte, sopratutto quelle prese durante la Guerra Civile. La Hansen accetta la decisione di Stark ma non sembra convinta delle sue scelte. Intanto in Mongolia, il Mandarino, preso il controllo del manicomio criminale in cui era detenuto, dopo essersi fatto impiantare gli anelli in ognuna delle sue vertebre si prepara a tendere una trappola per Iron Man e lo SHIELD. Stark, sulle traccie del terrorista Najeeb, nonostante il rischio di un incidente dipolomatico, giunge con il team Alfa in Mongolia penetrando nel manicomio criminale. Mentre la squadra di Iron Man viene assalito dagli internati potenziati con innesti artificiali, il corpo del terrorista, trovato morto all'interno dell'obitorio del manicomio, viene condotto sul velivolo dello SHIELD. Durante l'autopsia compiuta da Maya Hansen, una forma parassita organica, esce fuori dal corpo e si propaga all'interno dell'elivolo.

21 pagine

protagonisti: Iron Man, Maya Hansen, Sal Kennedy, Maria Hill, Dum Dum Dugan, Mandarin

da Iron Man vol 4 # 17, Marvel Comics - USA (Giu 2007)
Iron Man vol 4 # 18
Iron Man
Direttore dello S.H.I.E.L.D., pt 4
Daniel Knauf (script) / Charles Knauf (script) / Roberto De La Torre (art) / Roberto De La Torre (inks) / (inks)
In Mongolia, Iron Man e la sua squadra dello SHIELD sono caduti in una trappola ordita dal redivivo Mandarino. All'interno di un manicomio criminale, l'antico nemico del nostro protagonista, oltre a rendere gli internati una sorta di zombie assetati di sangue, è riuscito a modificare biologicamente il corpo di un terrorista che è stato portato all'interno del velivolo dello SHIELD. Mentre Maya Hansen e Sal Kennedy stanno effettuando l'autopsia sul cadavere, una forma parassita organica esce fuori dal corpo e si aggroviglia su Sal. In breve tempo, grazie alle incredibili capacità di proliferazione cellulare, la creatura infetta e si impadronisce dei corpi di gran parte dell'equipaggio. Iron Man, tornato immediatamente sull'elivolo, cerca di arrestare la crescita dell'organismo ma tutte le sue armi risultano inneficaci. A complicare la situazione due caccia nordcoreani vengono attaccatti dall'equipaggio infettato dell'eliveivolo. Sotto consiglio di Maya, Tony Stark, dopo aver assistito alla morte di Sal, si espone alla creatura in quanto il virus Extremis, presente nel corpo dell'eroe in armatura, risulta l'unico rimedio per arrestare la proliferazione della massa tumorale. La missione è stata un completo fallimento, Tony, dopo le recenti perdite (Happy Hogan e Capitan America) ha visto morire l'uomo che considerava un padre. Tutte morti che indirettamente sono state dettate dalle sue azioni. Maya Hansen, dopo aver accusato Tony di avergli impedito di continuare il progetto Extremis che avrebbe potuto evitare questo disasto, se ne và accettando l'offerta del segretario Kooning di continuare i suoi studi nella Prometeus Gentech Inc. La donna ignora che il direttore dell'azienda, Tem Borjigin, assomiglia in modo inquietante proprio al Mandarino.

22 pagine

protagonisti: Iron Man, Maya Hansen, Sal Kennedy (deceduto), Dum Dum Dugan, Maria Hill, Tem Borjigin/Mandarin

da Iron Man vol 4 # 18, Marvel Comics - USA (Lug 2007)