Utenti registrati: 2855

Ci sono 0 utenti registrati e 30 ospiti attivi sul sito.

Ultimo commento

fede97 su Marvel Graphic Novel # 34

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
Iron Man e i Vendicatori # 88

Iron Man e i Vendicatori # 88 | Iron Man / Capitan America : Vittime di Guerra (Civil War)

Marvel Italia Settembre 2007
Iron Man / Captain America: Casualties of War # 1
Iron Man and Captain America
Rubicone
Christos Gage (script) / Jeremy Haun (art) / Mark Morales (inks)
La guerra civile tra supereroi ha diviso Capitan America e Iron Man, due vecchi amici che insieme hanno combattuto mille battaglie come leali compagni di lotta diventati ora i capi delle due fazioni contrapposte. Nella vecchia e abbandonata base dei Vendicatori, Capitan America e Iron Man si incontrano per un ultimo tentativo di riconciliazione ripercorrendo i momenti topici del lungo rapporto di amicizia e collaborazione e rievocando le loro vecchie avventure insieme ai Vendicatori. Terminati i ricordi Iron Man insiste sulla teoria che l'Atto di Registrazione dei Superumani sia necessario per frenare l'ostilità della comunità umana nei confronti dei supereroi. Dall'altra parte Capitan America ribadisce che si tratta di una lesione alla libertà personale ritenendo la legge una violazione dei diritti civili. Nel corso della discussione Tony Stark/Iron Man afferma di essere solo un ingranaggio del piano di registrazione. Vuole esserci per limitare i danni ben consapevole che senza di lui si andrebbe avanti comunque. Viceversa, Capitan America rappresenta l'anima della rivolta e senza di lui non ci sarebbe nè la resistenza nè i vendicatori Segreti. In definitiva, la tesi di Stark è che solo Capitan America può fermare questa assurda guerra. L'eroe a stelle e strisce, non cede minimamente alle parole dell'ex amico, ribaltando ogni esempio e mostrando sempre l'altra faccia della medaglia. Invoca tutte le volte che loro due hanno appianato da soli questioni gravissime, in base al buon senso e alla lealtà e dimostra quanto sia pericoloso per un superumano esporre la propria identità segreta citando numerosi esempi passati.
Alla fine il dialogo lascia il posto alle recriminazioni e agli insulti, fino a quando i due amici, ora rivali, prima di separarsi e prendere la propria strada, non si lasciano andare a un breve scontro fisico che sancisce una volta per tutte la fine di un epoca.

38 pagine

protagonisti: Iron Man, Captain America (Steve Rogers)

da Iron Man / Captain America: Casualties of War, Marvel Comics (Feb 2007)
Civil War: War Crimes # 1
Kingpin
Civil War: Crimini di guerra
Frank Tieri (script) / Staz Johnson (art) / Tom Palmer Jr (inks) / Robin Riggs (inks)
In piena Guerra Civile tra supereroi, Wilson Fisk, altrimenti noto come Kingpin, dall'interno del carcere di massima sicurezza di Riker's Island riesce a manipolare i leader delle diverse fazioni per sbarazzarsi di Testa di Martello e dei suoi nemici. Senza muovere un dito e con il solo ausilio di Turk, il tirapiedi che tiene i contatti e incassa i colpi diretti al suo padrone, l'incontrastato signore della malavita di New York con acume e scaltrezza gioca una partita a scacchi con Tony Stark/Iron Man promettendogli, in cambio della libertà, il luogo in cui è situato il covo segreto di Capitan America e i suoi ribelli. Quando Iron Man, in compagnia degli agenti speciali dello SHIELD, piomba nella base segreta indicata da Kingpin ritrovandosi Testa di Martello e i suoi uomini, si rende conto di essere stato ingannato e che il signore del crimine lo ha usato arrivando a rifiutare l'offerta di amnistia pur di soddisfare la sua voglia di rivalsa contro il suo nemico.

36 pagine

protagonisti: Kingpin, Iron Man, Hammerhead, Turk, Fancy Dan, Montana, Underworld
apparizioni: The Ox, Maria Hill, Falcon, Hercules, Stiletto, Electro, Bloodshed, Clown, Slyde, The Spot, Answer

da Civil War: War Crimes, Marvel Comics (Feb 2007)
Winter Soldier: Winter Kills # 1
Winter Soldier
L'inverno uccide
Ed Brubaker (script) / Lee Weeks (art) / Stefano Gaudiano (art) / Rick Hoberg (art) / Lee Weeks (inks) / Stefano Gaudiano (inks) / Rick Hoberg (inks)
Bucky Barnes, il Soldato d'Inverno, durante la vigilia di Natale di quest'oscuro presente contradistinto dalla guerra civile tra supereroi, ricorda con maliconia un altra vigilia di natale, l'ultima prima del "black out" che lo ha strappato per sempre al suo mondo. Allora Bucky Barnes militava negli Invasori, il supergruppo della Seconda Guerra Mondiale in cui facevano parte anche Capitan America, Sub-Mariner, l'originale Torcia Umana (l'androide) e il coetaneo Toro. Tornato in un presente in cui cui i nemici di oggi sono gli amici di ieri, Bucky, che ora lavora per Nick Fury, viene contattato proprio dall'ex direttore dello SHIELD per aiutare Patriot, Visione e la nuova Occhio di Falco, tre dei Giovani Vendicatori in procinto di espugnare una base Hydra. Al termine della missione Bucky si ritrova prima davanti alla lapide di Jack Monroe - l'ex partner di Capitan America ucciso proprio dal Soldato d'Inverno quando ancora era sotto il controllo dei russi - e poi visita la tomba di Toro, l'amico di un tempo di cui si sentiva un po' il fratello maggiore. Nel cimitero, in questa triste notte di Natale, il Soldato d'Inverno, dopo essere stato raggiunto dai tre Giovani Vendicatori (i giovani eroi si sono resi conto chi sia il solitario personaggio che ha condiviso con loro la recente battaglia), riceve la visita del suo vecchio compagno di battaglia Namor che nonostante il suo proverbiale distacco accetta di raccontargli come è stato ucciso l'amico Toro.

38 pagine

protagonisti: Bucky/Winter Soldier, Patriot, Vision (Jonas), Kate Bishop, Nick Fury, Namor the Sub-Mariner, Captain America (Steve Rogers) (flashback), Toro (flashback)

da Winter Soldier: Winter Kills, Marvel Comics (Feb 2007)