Utenti registrati: 3766

Ci sono 2 utenti registrati e 116 ospiti attivi sul sito.

JUVE1971 / Querchatsqua

Ultimi commenti

majinberto su Preacher Special # 4, ciandri su Le femmine incantate # 1, begins87 su , begins87 su Batman: La Leggenda # 7, rikkinadir su Cosmo Comics # 39,

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
Marvel: Le battaglie del secolo # 9

Marvel: Le battaglie del secolo # 9

Fear Itself 2: Mondi in fiamme
RCS Quotidiani Giugno 2016
Fear Itself # 5
Avengers
Rissa
Matt Fraction (script) / Stuart Immonen (art) / Wade Von Grawbadger (inks)
A Manhattan, Thor affronta Hulk e la Cosa trasformati rispettivamente in Nul e Angrir, due dei Valorosi del Serpente. Nel corso della cruenta battaglia il dio del tuono riesce a fermare il primo, colpendolo in pieno petto con Mjolnir e riducendolo in fin di vita, e a scagliare nello spazio il secondo, che ricade sulla terra infiammandosi nell'atmosfera. Nel frattempo Steve Rogers si prepara ad affrontare Skadi, la figlia del Teschio Rosso, quando improvvisamente il cielo si oscura annunciando l'arrivo del Serpente, il dio della paura asgardiano. Tutti i Vendicatori accorrono sul posto per fermare la minaccia ma il dio asgardiano si rivela troppo potente arrivando a frantumare lo scudo di Capitan America come se fosse vetro. Mentre la battaglia infuria, Franklin e Valeria Richards, i figli di Reed a Susan dei Fantastici Quattro, soccorrono la Cosa. Infrangendo la promessa fatta al padre, Franklin decide di usare i suoi poteri per curare Ben e in pochi secondi annulla l'influenza del Serpente su di lui. Nonostante la perdita di uno dei Valorosi, molti supereroi falliscono nell'arginare il Serpente e l'Uomo Ragno, sotto il permesso di Steve Rogers, decide di lasciare il campo di battaglia per riunirsi alla sua famiglia. Intanto Tony Stark riesce a ottenere da Odino il permesso di usare l'officina di Asgard per realizzare armi capaci di affrontare il Serpente e i suoi Valorosi.

22 pagine

protagonisti: Thor, Captain America (Steve Rogers), Spider Woman, Iron Man, Hawkeye, Spider-Man, Protector, Ms. Marvel, Luke Cage, Jessica Jones, Mockingbird, Franklin Richards, Valeria Richards, Odin, Thing/Angrir, Hulk/Nul, Sin/Skadi, Serpent

da Fear Itself # 5, Marvel Comics - USA (Ott 2011)
Fear Itself # 6
Avengers
Legami fatali
Matt Fraction (script) / Stuart Immonen (art) / Wade Von Grawbadger (inks)
Stremato dalla battaglia Thor viene soccorso dai Vendicatori che lo portano ad Asgard. Steve Rogers accusa Odino di aver condannato la Terra alla distruzione, ma il dio asgardiano lo rispedisce sulla Terra assieme al resto dei Vendicatori. Portato nelle sue camere, Thor viene curato dallo stesso Odino il quale accetta il volere di suo figlio e gli dona l'armatura con la quale eoni fa' sconfisse il Serpente insieme a Ragnarok, la sua spada personale, con la speranza che non venga ucciso nella battaglia. Nel frattempo sulla Terra, l'Uomo Ragno vaga per la città impaurita rassicurandosi quando trova zia May salva e in salute. Intanto, tornando ad Asgard, più precisamente a Svartalfheim, gli Aesir incontrano Tony Stark, che ha appena terminato la forgiatura delle armi ad Uru da consegnare agli eroi della Terra per sfidare il Serpente e i suo accoliti. Pur rimanendo diffidente alle parole di Odino, Stark decide di immergersi nel metallo bollente per rendere la sua armatura lìarma di cui si servirà. Sulla Terra, a Broxton, Capitan America, alla guida dei Vendicatori, dei soldati e di tutti i cittadini schierati al suo fianco, si prepara ad affrontare il Serpente e i suoi Valorosi combattendo eroicamente per difendere il pianeta e i suoi abitanti.

22 pagine

protagonisti: Captain America (Steve Rogers), Thor, Iron Man, Hawkeye, Protector, Spider-Man, Luke Cage, Ms. Marvel, Odin, Serpent
apparizioni: Red Hulk, Spider Woman, Wolverine, Iron Fist, Mockingbird, Jessica Jones, Doctor Strange, May Parker, Attuma/Nerkkod, Grey Gargoyle/Mokk, Juggernaut/Kuurth, Absorbing Man/Greithoth, Titania/Skirn, Sin/Skadi

da Fear Itself # 6, Marvel Comics - USA (Nov 2011)
Fear Itself # 7
Avengers
Il giorno di Thor
Matt Fraction (script) / Stuart Immonen (art) / Dexter Vines (inks) / Wade Von Grawbadger (inks)
Tra le macerie della vecchia Asgard a Broxton, in Oklahoma, si svolge la battaglia finale tra Capitan America e i Vendicatori contro il Serpente e i suoi Valorosi. Lo scontro pende a favore di quest'ultimi quando da un portale giungono Thor, Iron Man e i nani di Svartalfheim che si uniscono alla battaglia consegnado agli eroi le ami asgardiane potenziate da Odino. Mentre i vendicatori affrontano i Valorosi e le armate di Sin, Thor va immediatamente alla ricerca del dio della Paura trasformatosi in un gigantesco serpente. Nel corso dello scontro il dio del tuono perde il suo martello, Mjolnir. Capitan America lo raccoglie - scoprendo quindi di essere degno nel sollvarlo - e con il potere acquisito affronta Skadi. Pur senza martello Thor sfodera la spada donatagli da odino e con essa sferra un possente colpo nella testa del Serpente che viene così ucciso. Stremato per la battaglia, thor cade a terra e muore tra le braccia di suo padre. Rendendosi conto che la profezia si è avverata, Odino toglie i martelli magici dai Valorosi che liberi dall'influenza asgardiana vengono subito fermati. Il giorno seguente, mentre i Vendicatori preparano la veglia funebre di Thor, Odino prende il corpo senza vita di suo fratello, che lui chiama Cul, lo porta ad Asgard e decide di rinchiudersi insieme a lui fino alla fine dei tempi per espiare le colpe di non essere riuscito a salvare la sua famiglia. Nei giorni seguenti assistiamo al funerale di James Barnes mentre i nani sciolgono le armi asgardiane forgiando con l'Uru lo scudo di Capitan America andato in frantumi nella battaglia. In tutto il mondo la situazione torna lentamente alla normalità e anche i cittadini di Broxton tornano alla loro vita quotidiana.
A una settimana dalla morte di Thor ci sono una serie di eventi che fanno da epilogo alla saga e aprono altri scenari:
- Sin viene ritrovata da un gruppo di alieni, che la curano e rivitalizzano il suo corpo indebolito dalla rimozione dello spirito di Skadi, convincendola nel ricercare i sette martelli asgardiani.
- Un uomo anziano assume alcuni famosi mercenari per cercare Marcus Johnson, l'uomo in possesso del "più grande segreto del mondo".
- Hulk, stufo della costante presenza di Banner, riesce ad uscire dalla sua psiche e abbandonando il suo alterego nel bel mezzo di un deserto va a caccia di Nul il demone che lo aveva posseduto.

54 pagine

protagonisti: Thor (deceduto), Captain America (Steve Rogers), Iron Man, Hawkeye, Ms. Marvel, Spider-Man, Wolverine, Iron Fist, Black Widow, Doctor Strange, Red She-Hulk, Spider Woman, Protector (Noh-Varr), Red Hulk, Hulk, Odin, Heimdall, Hogun, Volstagg, Fandral, Juggernaut/Kuurth, Absorbing Man/Greithoth, Titania/Skirn, Attuma/Nerkkod, Grey Gargoyle/Mokk, Sin/Skadi, Serpent (deceduto)

da Fear Itself # 7, Marvel Comics - USA (Dic 2011)
Fear Itself # 7.1
Captain America
Fear Itself. Fear Itself, epilogo 1: Capitan America
Ed Brubaker (script) / Jackson Butch Guice (art) / Jackson Butch Guice (inks)
James "Bucky" Barnes, l"uomo che negli ultimi tempi aveva indossato le vesti di Capitan America, è stato ucciso da Sin durante la guerra del Serpente¹. Steve Rogers si prepara per la cerimonia funebre quando si presenta Nick Fury che gli dice di dovergli parlare. Fury gli racconta di essere stato lui insieme alla Vedova Nera a recuperare il corpo privo di vita di Bucky al termine della battaglia contro Sin. Quando ormai sembrava tutto finito, il cuore del ragazzo è tornato a battere debolmente e con l'assenso di Natasha, Nick Fury ha deciso di iniettargli una dose della formula dell'Infinito (lo stesso siero che lo ha mantenuto longevo e in forma dai tempi della guerra), salvandogli la vita. In seguito hanno pensato di sostituire il suo corpo con un LMD inscenando la sua morte per poter dare a Bucky una possibilità di "fuga" dopo i drammi in cui è stato coinvolto nell'ultimo periodo (il processo, il Gulag) e sopratutto per convincere Steve Rogers a tornare a essere Capitan America e guidare gli eroi nella battaglia finale contro il Serpente. Furioso per non essere stato messo al corrente, Steve si scaglia contro Fury ma viene fermato dallo stesso Bucky che convince l'amico a riprendersi definitivamente il suo ruolo di Capitan America mentre lui tornerà ad agire in segreto e nell'ombra. Steve, insieme ad altri eroi, partecipa così alla cerimonia funebre del compagno caduto senza dire nulla agli altri, mentre Bucky riparte da solo lungo la strada per la redenzione cercando di fare i conti con i fantasmi del passato.

(1) vedi Fear Itself # 3.

22 pagine

protagonisti: Captain America (Steve Rogers), James Barnes, Nick Fury, Black Widow
apparizioni: Hawkeye, Vision (Jonas), Luke Cage

da Fear Itself # 7.1, Marvel Comics - USA (Gen 2012)
Fear Itself # 7.2
Thor
Fear Itself, epilogo 2: Thor
Matt Fraction (script) / Adam Kubert (art) / Mark Roslan (inks)
Al termine della battaglia con il Serpente, Odino raccoglie il corpo senza vita di suo figlio Thor, e lo prepara per il rito funebre. Al suo cospetto giungono Gea, dea della terra e madre di Thor, Freyja, regina di Asgard, e Idunn, vergine che coglie le mele da Yggdrasil. Odino ha deciso di abdicare e lasciare il suo regno nelle mani delle tre donne per ritirarsi nella nuova Asgard, svuotato di ogni abitante, e vegliare per sempre sul corpo di suo fratello Cal, il Serpente. Sulla Terra, il corpo di Thor viene dato alle fiamme mentre Loki, Sif, e il resto del popolo di Asgard rende onore all'eroe caduto. Improvvisamente dalle fiamme si erge una figura che impugna un martello, si tratta di Tanarus, il dio del tuono, che tutti accolgono con entusiasmo. Tutti tranne Loki che capisce che qualcosa non va.

22 pagine

protagonisti: Odin, Sif, Loki, Heimdall, Fandral, Volstagg, Hogun, Jane Foster, Tanarus
apparizioni: Captain America (Steve Rogers), Iron Man

da Fear Itself # 7.2, Marvel Comics - USA (Gen 2012)
Fear Itself # 7.3
Iron Man
Fear Itself, epilogo 3
Matt Fraction (script) / Salvador Larroca (art) / Salvador Larroca (inks)
Tony Stark viene scortato al cospetto di Gargoyle, il criminale che ha trasformato gran parte dei cittadini di Parigi in statue di pietra, attualmente rinchiuso in una prigione speciale. Mentre Stark si interroga sulla possibilità di ucciderlo per punirlo del genocidio, la sua memoria torna indietro a qualche giorno prima quando si trovava seduto guardare sconsolato la capitale francese ridotta ad una landa popolata solo da innumerevoli statue. Ad un tratto, Odino si manifesta al suo cospetto, affermando di volergli parlare. Iron Man però lo attacca infuriato convinto che il Padre di Tutti sia il maggior responsabile dell'intera vicenda legata al Serpente. Odino non sembra per niente intimorito e gli ricorda come, a livello universale, sia poco più di un verme. Nonostante tutto Odino ha intenzione di aiutarlo e con un semplice gesto fa in modo che tutti i cittadini ritornino alla normalità, per poi sparire. Ripensando all'intera vicenda, Tony si rende conto che, se persino un Dio è riuscito a mostrare pietà, lui non può essere da meno e decide di risparmiare Gargoyle lasciandolo da solo.

22 pagine

protagonisti: Iron Man (Tony Stark), Odin, Grey Gargoyle

da Fear Itself # 7.3, Marvel Comics - USA (Gen 2012)