Utenti registrati: 3230

Ci sono 0 utenti registrati e 52 ospiti attivi sul sito.

Ultimi commenti

eotvos su , eotvos su Orient Express # 1, comicsbox su Z Compact # 1, laracelo su Z Compact # 1, laracelo su Nova Comix # 0,

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
Marvel Masterworks # 103

Esce di scena Cap, arriva Nomad! Segnato dagli eventi della saga dell'Impero Segreto, Steve Rogers abbandona costume e scudo, ma la sua crociata contro il male è tutt'altro che finita! Direttamente dagli anni 70, una delle saghe più amate, controverse e politiche della Sentinella della Libertà. Inoltre: il ritorno del Teschio Rosso, il processo di Falcon e un ricchissimo apparato di extra!

Marvel Masterworks # 103 | Captain America, vol 9

Panini Comics Maggio 2020
Captain America vol 1 # 176
Captain America and Falcon
Cap deve morire
Steve Englehart (script) / Sal Buscema (art) / Vince Colletta (inks)
Deluso dall'America e dal governo del paese che ha giurato di proteggere, il nostro eroe vuole porre fine alla carriera di Capitan America. Scoperto che un alto funzionario del governo era coinvolto in un complotto contro gli Stati Uniti, Steve Rogers ha deciso che il simbolo che lui rappresenta, l'espressione stessa dell'America e dei suoi valori, deve morire. In una stanza della residenza dei Vendicatori, il nostro deluso protagonista si perde nei ricordi del passato ricordando il giorno in cui accettò con orgoglio di diventare incarnazione del "sogno americano" in difesa dei valori di libertà e giustizia. I Vendicatori, Falcon, Sharon Carter e tutti gli amici che gli sono vicini, uno dopo l'altro cercano di convincerlo a fargli abbandonare il suo proposito affermando che il paese, proprio in un momento buio come questo, ha bisogno di avere un modello di riferimento come Capitan America. Steve ascolta attentamente le parole di ognuno, poi, nonostante le esortazioni degli amici a tornare sui propri passi, si presenta ai Vendicatori annunciando di aver deciso di rinunciare al costume di Capitan America.

18 pagine

protagonisti: Captain America (Steve Rogers), Falcon, Thor, Iron Man, Vision, Sharon Carter, Peggy Carter

da Captain America vol 1 # 176, Marvel Comics (Ago 1974)
Captain America vol 1 # 177
Captain America and Falcon
Il suo nome è Lucifero
Steve Englehart (script) / Sal Buscema (art) / Vince Colletta (inks)
Nonostante i tentativi di Falcon di dissuaderlo dalla sua decisione, Steve Rogers, deluso del suo paese e del tradimento perpetrato ai danni degli ideali che lui rappresenta, ha deciso di abbandonare il suo ruolo di Capitan America. Mentre Falcon, scoraggiato dalla decisione del suo compagno, pattuglia da solo le strade di Harlem, il misterioso alieno conosciuto come Lucifero, liberatosi dalla suo esilio, riesce a tornare sulla Terra fondendosi prima con l'Ariete, uno dei supercriminali appartenenti allo Zodiaco, e successivamente con il criminale di colore Rafe Micheal. Nonostante si trovi da solo, Falcon riesce a fermare le due manifestazioni di Lucifero, irritato pero da Steve che si rifiuta di intervenire come Capitan America per assisterlo nella battaglia. Riuscito a fuggire prima dell'arrivo della polizia, l'alieno in costume si presenta da Morgan, il boss criminale di Harlem, che intende approfittare dell'aiuto di Lucifero per sbarazzarsi di Falcon una volta per tutte.

18 pagine

protagonisti: Falcon, Steve Rogers, Rafe Michel, Aries, Morgan, Lucifer

da Captain America vol 1 # 177, Marvel Comics (Set 1974)
Captain America vol 1 # 178
Captain America and Falcon
Dov'è Capitan America!
Steve Englehart (script) / Sal Buscema (art) / Vince Colletta (inks)
L'alieno conosciuto come Lucifero, dopo essere riuscito a liberarsi dal suo esilio, è stato costretto a scindere la sua essenza fondendosi con il criminale Rafe Micheal e l'Ariete dello Zodiaco. I due Luciferi ora lavorano per il boss criminale Morgan che intende servirsi delle loro capacità per uccidere Falcon. Riuscito a evitare una prima aggressione, Sam si sfoga con Leila rivelando i suoi dubbi e le sue paure, mentre Steve si allena in palestra cercando di costruirsi una vita normale insieme a Sharon Carter. Visto il fallimento del loro primo attacco, l'Ariete, il Lucifero che sembra dominare sull'alter ego che occupa il corpo di Rafe Michael, decide di liberare tre potenti robot che l'alieno conservava nel suo vecchio laboratorio prima di essere esiliato da Dominus. Quando Harlem viene devastata dai tre potenti robot, Falcon interviene facendo del suo meglio per respingere la minaccia ma viene colpito da una scarica di energia che gli fa perdere i sensi. Indossato una maschera di fortuna, Steve interviene nella battaglia colpendo i due corpi occupati da Lucifero e poi occupandosi di mettere fuori uso i due robot. Alla fine, quando Grover Raymond e Rafe Micheal sono consumati dall'energia di Lucifero e perdono la vita, l'originale Lucifero è costretto a tornare al suo esilio nella dimensione senza nome. Ripreso conoscenza, Sam non sembra prendere bene l'intervento del suo ex partner e gli chiede di lasciarlo definitivamente in pace.

18 pagine

protagonisti: Falcon, Steve Rogers, Sharon Carter, Roscoe (1ª apparizione), Rafe Michel (deceduto), Aries (deceduto), Morgan, Lucifer
apparizioni: Peggy Carter, Leila Taylor, Gabriel Jones

da Captain America vol 1 # 178, Marvel Comics (Ott 1974)
Captain America vol 1 # 179
Captain America and Falcon
L'arciere d'argento
Steve Englehart (script) / Sal Buscema (art) / Vince Colletta (inks)
Abbandonato il costume di Capitan America, Steve Rogers si gode una spensierata giornata insieme alla sua compagna Sharon Carter. Improvvisamente una freccia lo colpisce di striscio annunciando l'arrivo dell'Arciere Dorato, un nuovo nemico che sembra conoscere la sua identità. L'uomo, prima di allontanarsi, con fare enigmatico lo avverte che alla quarta volta che si incontreranno gli toglierà la vita. Poco più tardi, mentre ad Harlem, Falcon si presenta nell'ufficio di Morgan informando il boss criminale che non si fermerà finquando non lo vedrà in galera, Steve dopo aver subito altri due attacchi dal misterioso arciere, si presenta da Peggy Carter nel costume di Capitan America dicendogli che la loro relazione è finita. La donna scappa in lacrime, Steve cerca di inseguirla ma viene ancora una volta aggredito dall'Arciere Dorato. Alla fine si scopre che il suo misterioso persecutore non è altri che Clint Barton, Occhio di Falco, che in questo modo cercava di scuotere il suo vecchio amico dopo aver saputo dell'abbandono della sua identità di Capitan America. Steve sembra deciso a non tornare sui suoi passi ma accoglie con entusiasmo la proposta di Occhio di Falco che gli suggerisce di crearsi una nuova identità di supereroe.

18 pagine

protagonisti: Steve Rogers, Sharon Carter, Falcon, Peggy Carter, Golden Archer/Hakeye
apparizioni: Morgan, Roscoe

da Captain America vol 1 # 179, Marvel Comics (Nov 1974)
Captain America vol 1 # 180
Captain America and Falcon
Nomad!
Steve Englehart (script) / Sal Buscema (art) / Vince Colletta (inks)
Abbandonato definitivamente i panni di Capitan America, Steve Rogers decide di seguire il consiglio dell'amico Occhio di Falco adottando una nuova identità di supereroe. Trasferitosi nella tenuta dei genitori di Sharon Carter, il nostro eroe si disegna un nuovo costume con tanto di mantello diventando il nuovo paladino della giustizia chiamato Nomad. Nel frattempo in Virginia la rediviva Madame Hydra, ucciso a sangue freddo Viper e adottando il suo stesso nome di battaglia, raduna la Principessa Pitone, il Kobra e l'Anguilla dando vita a una nuova incarnazione dello Squadrone dei Serpenti. Nel corso della loro prima missione il gruppo di supercriminali viene raggiunto da Steve che nei panni di Nomad entra in azione per la prima volta cercando di fermare i terroristi in costume. Nel corso della battaglia, che si svolge all'interno di un cinema in cui vengono proiettati vecchi filmati di repertorio di Capitan America, il nostro eroe inciampa sul suo mantello pemettendo allo Squadrone Serpente di fuggire portandosi dietro Hugh Jones, il presidente della ricca multinazionale petrolifera chiamata Roxxon. Raggiunto il loro covo, Viper presenta ai suoi compagni Krang, esule di Atlantide, venuto a unirsi al gruppo portandosi dietro la Corona dei Sette Serpenti di Lemuria.

18 pagine

protagonisti: Nomad, Viper (deceduto), Princess Python, Cobra (Klaus Voorhee), Eel, Hugh Jones (1ª apparizione), Madame Hydra (Viper)
apparizioni: Sharon Carter, Falcon, Roscoe

da Captain America vol 1 # 180, Marvel Comics (Dic 1974)
Captain America vol 1 # 181
Captain America and Falcon
L'incubo di Cap!
Steve Englehart (script) / Sal Buscema (art) / Vince Colletta (inks)
Nomad, l'ex Capitan America, viene raggiunto da Namor, il Sub-Mariner che in modo brusco gli chiede notizie di Krang, il signore della guerra. Namor è convinto che il nostro eroe abbia qualche informazione solo per il fatto di aver recentemente affrontato i suoi nuovi alleati, lo Squadrone Serpente. Quando Nomad gli rivela di essere Capitan America, Namor si placa e i due risolvono i malintesi. Intanto nel covo dello Squadrone Serpente, Krang spiega a Viper e i suoi alleati, di aver recuperato la Corona Serpente dell'antica terra sommersa di Lemuria. L'antico manufatto, in grado di annullare la volontà delle persone che lo indossano, viene collocata sulla testa di Hugh Jones, il presidente della Roxxon recentemente rapito dallo Squadrone Serpente. Mentre Jones ordina ai suoi dipendenti di collaborare con i terroristi in costume, Nomad e Namor ascoltano alla radio il comunicato venendo a sapere da Nick Fury dell'esistenza di una piattaforma petrolifera della Roxxon nei pressi di Lemuria. L'intenzione di Krang e lo Squadrone Serpente è quella di utilizzare la piattaforma per riportare in superficie Lemuria come primo passo per la conquista del mondo. Accompagnato da Namor, il nostro eroe arriva sul posto affronta i terroristi e sconfigge Krang. Purtroppo Viper e il Cobra riescono a fuggire portandosi dietro la Corona dei Serpenti. Nel frattempo, Falcon è stato avvicinato da un emulo di Capitan America, un certo Roscoe, deciso a prendere il posto dell'eroe a stelle e strisce.

17 pagine

protagonisti: Nomad, Namor the Sub-Mariner, Hugh Jones, Eel, Princess Python, Cobra (Klaus Voorhee), Madame Hydra (Viper), Krang
apparizioni: Falcon, Captain America (Roscoe), Sharon Carter, Peggy Carter, Gabriel Jones, Nick Fury, Dum Dum Dugan

da Captain America vol 1 # 181, Marvel Comics (Gen 1975)
Captain America vol 1 # 182
Captain America and Falcon
Inferno!
Steve Englehart (script) / Frank Robbins (art) / Joe Giella (inks)
Steve Rogers nei panni di Nomad, arriva a Seattle, dove la polizia sta assediando il covo di Viper e Cobra. Il nostro eroe tenta di intervenire ma viene fermato dalla polizia che pensa si tratti solo di un altro svitato in costume. All'interno della casa, mentre il Cobra inizia a manifestare delle perplessità su Viper, la fanatica terrorista indossa la Corona del Serpente per ricevere istruzioni su come uscire da questa complicata situazione. Riuscito a liberarsi, Nomad entra in azione ritrovandosi qualche istante più tardi ad affrontare i suoi due nemici. Nel corso della battaglia il Cobra cerca di fuggire ma viene fermato da un colpo alla schiena sparato da Viper. Nomad cerca di fermare la terrorista ma durante il successivo combattimento il soffito cede crollando sopra Viper. Nomad riesce a salvarsi portandosi dietro il Cobra non notando, mentre si allontana dalle macerie, la Corona Serpente scivolare dentro un tombino. Intanto a New York Falcon ha accettato di addestrare il giovane ginnasta di nome Roscoe in modo che possa diventare il nuovo Capitan America. Il ragazzo, intenzionato a dimostrare di avere la stoffa per sostituire l'eroe, si è procurato una copia del costume e dello scudo della leggenda vivente e insieme all'eroe di Harlem pattuglia le strade. Quando i due s'imbattono in tre rapinatori che si sono introdotti in una banca, Falcon cerca di convincerlo a farsi da parte, ma Roscoe si lancia in fretta sui criminali sconfiggendoli malgrado l'inesperienza. Mentre i nostri due eroi sono distratti entra nella banca un uomo incappucciato che li colpisce alle spalle. Il misterioso aggressore si rivela essere il Teschio Rosso.

17 pagine

protagonisti: Nomad, Falcon, Captain America (Roscoe Simons), Cobra (Klaus Voorhee), Madame Hydra (Viper)
apparizioni: Sharon Carter, Peggy Carter, Gabriel Jones, Red Skull

da Captain America vol 1 # 182, Marvel Comics (Feb 1975)
Captain America vol 1 # 183
Captain America and Falcon
Morte di un eroe!
Steve Englehart (script) / Frank Robbins (art) / Frank Giacoia (inks)
Tornato a New York, Nomad, l'ex Capitan America, si ritrova ad affrontare due bizzarri criminali in costume, Gamecock e il suo scagnozzo, intenzionati a uccidere Falcon. Nel corso dello scontro un misterioso personaggio da un tetto adiacente spara un colpo di bazooka contro i combattenti. Mentre i criminali fuggono Nomad viene avvicinato da Leila che gli dice che Falcon e il ragazzo che indossa il costume di Capitan America sono spariti da alcuni giorni. Alla ricerca dell'amico scomparso, Nomad, dopo essersi imbattuto in un gruppo di manifestanti facinorosi, penetra negli uffici vuoti di Sam Wilson con la speranza di trovare qualche indizio. Dopo aver incontrato Peggy Carter in compagnia di Gabe Jones, Nomad raggiunge il quartier generale di Morgan, il boss della malavita di Harlem che ammette di aver assunto Gamecock per uccidere Falcon ma di non sapere dove si trovi l'eroe nero. A questo punto Nomad cerca di contattare prima l'eroe a pagamento Luke Cage e poi il mentore degli X-Men, Charles Xavier, ma entrambi risultano essere fuori città. Mentre in televisione viene riferito che numerose banche del paese sono state rapinate e i soldi rimpiazzati con delle banconote false, Redwing, il falco ammaestrato di Falcon, compare improvvisamente per portare il nostro eroe dinanzi al cadavere di Roscoe legato a una ciminiera nel suo costume di Capitan America. Poco distante,  Falcon, ferito e anch'egli legato, gli dice di essere stati aggrediti dal Teschio Rosso, il quale, deluso di trovarsi a un imitatore ha ucciso Roscoe brutalmente come monito per il vero Capitan America. A questo punto Steve capisce che Capitan America deve essere più vivo che mai, un simbolo di speranza da contrapporre alla mancanza di fede e ideali che il paese sta attraversando, decidendo così di tornare a rivestire i panni dell'eroe a stelle e strisce.

18 pagine

protagonisti: Nomad, Gamecock (1ª apparizione), Morgan
apparizioni: Falcon, Leila Taylor, Peggy Carter, Gabriel Jones, Beast

da Captain America vol 1 # 183, Marvel Comics (Mar 1975)
Captain America vol 1 # 184
Captain America and Falcon
Il ritorno del Teschio Rosso
Steve Englehart (script) / Herb Trimpe (art) / Frank Giacoia (inks)
Steve Rogers, tornato a indossare il costume di Capitan America, penetra nel magazzino che il Teschio Rosso usava come nascondiglio attivando un video messaggio registrato in cui il criminale nazista, in occasione del trentesimo anniversario della morte di Adolf Hitler, minaccia di distruggere gli Stati Uniti. Lasciato l'edificio, Cap raggiunge l'amico Falcon ancora convalescente dopo l'aggressione del Teschio. Nonostante Leila si opponga, Falcon insiste a tornare in azione accompagnando l'eroe a stelle e strisce a Washington. Nel corso di una conferenza stampa in cui Capitan America spiega le ragioni del suo ritorno, un senatore che si apprestava a entrare in campidoglio viene ucciso dal Teschio Rosso con una polvere rossa che gli scarnifica la faccia. Capitan America e Falcon si gettano al suo inseguimento ma il Teschio Rosso, dopo aver annunciato la sua prossima vittima, riesce a fuggire utilizzando dei jet che gli permettono di volare. Il giorno seguente Cap e Falcon raggiungono il faro in cui si trova Lawton Sargent, l'uomo che il Teschio Rosso ha indicato di voler uccidere. Insieme a loro ci sono anche gli agenti dello SHIELD, Peggy Carter e Gabriel Jones, accorsi per difendere il vecchio ufficiale in pensione. In questa occasione Capitan America e Peggy Carter hanno il modo di parlare privatamente e anche la donna giunge alla conclusione che i tempi sono cambiati ed é ora di andare avanti con la sua vita. Poco più tardi, mentre Peggy si trova a pattugliare l'esterno, la donna viene aggredita dal Teschio Rosso. Peggy rientra e, avvertito della presenza del criminale, si barrica insieme agli altri all'interno nel faro. Improvvisamente si spengono le luci. Quando Cap accende una candela trova il vecchio ufficiale morto, vittima della polvere rossa del Teschio Rosso.

17 pagine

protagonisti: Captain America (Steve Rogers), Falcon, Peggy Carter, Gabriel Jones, Red Skull
apparizioni: Leila Taylor, Sharon Carter

da Captain America vol 1 # 184, Marvel Comics (Apr 1975)
Captain America vol 1 # 185
Captain America and Falcon
L'incubo di Cap!
Steve Englehart (script) / Sal Buscema (art) / Frank Giacoia (inks)
Capitan America non é riuscito a evitare l'assassinio di un ufficiale per mano del Teschio Rosso e ora, insieme a Falcon, Peggy Carter e Gabe Jones, si trova a casa della prossima vittima designata, l'economista Oscar Brenner. Improvvisamente irrompono nella casa gli uomini del Teschio Rosso. Mentre Cap si preoccupa di difendere l'economista, gli aggressori catturano i due agenti dello SHIELD e si allontanano. L'eroe a stelle e strisce si interroga sul motivo per cui Brenner é stato lasciato illeso, quando, una nuvola di polvere della morte rossa esce all'accensione della sua pipa uccidendolo come le altre vittime al suono della marcia funebre di Chopin. Intanto, mentre in Virginia Sharon Carter confida all'amico Dave Cox (innamorato di lei) le sue frustrazioni per non sentirsi considerata dall'uomo che ama, nel nascondiglio del Teschio Rosso, il criminale nazista tortura Peggy Carter e Gabe Jones disprezzando ma al tempo stesso rafforzando l'intimità che sta nascendo tra i due. Nel frattempo Capitan America insieme a Falcon perlustra la città quando viene avvicinato da Hugh Jones (il presidente della Roxxon salvato recentemente da Nomad) che gli indica dove trovare il nascondiglio del Teschio Rosso. Senza perdere altro tempo il nostro eroe si precipita nel covo del suo nemico ma quando si trova di fronte al criminale nazista intento a torturare i suoi amici viene improvvisamente colpito alle spalle dal suo compagno Falcon.

18 pagine

protagonisti: Captain America (Steve Rogers), Falcon, Peggy Carter, Gabriel Jones, Red Skull
apparizioni: Sharon Carter, Dave Cox, Hugh Jones

da Captain America vol 1 # 185, Marvel Comics (Mag 1975)
Captain America vol 1 # 186
Captain America and Falcon
Ossessione
Steve Englehart (script) / John Warner (script) / Frank Robbins (art) / Mike Esposito (inks)
Nel nascondiglio del Teschio Rosso, Capitan America viene a sapere che il suo compagno Falcon è sotto il controllo del criminale nazista fin dal primo giorno in cui i due amici si sono incontrati. Il Teschio Rosso racconta che ai tempi i cui possedeva il Cubo Cosmico¹, reclutò Falcon, allora solo un giovane criminale di strada noto col nomignolo di "Snap" Wilson, gli alterò la personalita fornendogli un nuovo passato e infine lo inviò nell'isola degli esuli (la stessa isola in cui si trovava Cap nel corpo del suo nemico) con lo scopo di farlo diventare il compagno ideale di Steve Rogers per poi spingerlo al tradimento al momento giusto. Sconvolto dalle rivelazioni del Teschio Rosso, Capitan America cerca di destare il suo compagno affinchè dimostri il contrario. In tutta risposta Falcon esegue gli ordini del Teschio Rosso e Capitan America (con le braccia legate dietro il suo scudo) si ritrova a dover schivare i colpi del suo compagno di avventure. Approfittando della battaglia, Peggy Carter e Gabe Jones riescono a liberarsi e dopo aver chiamato i rinforzi si scambiano un bacio dichiarando di essere attratti l'uno dall'altra. La loro chiamata viene però intercettata e, invece degli agenti dello SHIELD, il nascondiglio del Teschio Rosso viene preso d'assalto da una misteriosa task force che si scontra con i soldati al servizio del criminale. Intanto Cap, ruscito a stordire Falcon, dopo essere stato liberato da Gabe e Peggy insegue il Teschio Rosso che però ancora una volta riesce a fuggire. Con la fuga del malvagio criminale tedesco Falcon crolla a terra perdendo conoscenza.

18 pagine

protagonisti: Captain America (Steve Rogers), Falcon, Peggy Carter, Gabriel Jones, Red Skull
apparizioni: Sharon Carter, Dave Cox

da Captain America vol 1 # 186, Marvel Comics (Giu 1975)
Captain America vol 1 # 187
Captain America and Falcon
Trappola mortale
John Warner (script) / Frank Robbins (art) / Frank Chiaramonte (inks)
18 pagine

da Captain America vol 1 # 187, Marvel Comics (Lug 1975)
Captain America vol 1 # 188
Captain America and Falcon
L'assalto dell'Alchemoide
John Warner (script) / Sal Buscema (art) / Mike Esposito (inks)
18 pagine

da Captain America vol 1 # 188, Marvel Comics (Ago 1975)
Captain America vol 1 # 189
Captain America and Falcon
L'arena
Tony Isabella (script) / Frank Robbins (art) / Frank Chiaramonte (inks)
18 pagine

da Captain America vol 1 # 189, Marvel Comics (Set 1975)
Captain America vol 1 # 190
Captain America and Falcon
La sfida di Belladonna
Tony Isabella (script) / Frank Robbins (art) / Vince Colletta (inks)
18 pagine

da Captain America vol 1 # 190, Marvel Comics (Ott 1975)
Captain America vol 1 # 191
Captain America and Falcon
Falcon sotto processo!
Tony Isabella (script) / Bill Mantlo (script) / Frank Robbins (art) / Bruce Berry (inks)
18 pagine

da Captain America vol 1 # 191, Marvel Comics (Nov 1975)
Captain America vol 1 # 192
Captain America and Falcon
Assassinio nel cielo!
Marv Wolfman (script) / Frank Robbins (art) / Bruce Berry (inks)
18 pagine

da Captain America vol 1 # 192, Marvel Comics (Dic 1975)