Utenti registrati: 4936

Ci sono 0 utenti registrati e 98 ospiti attivi sul sito.

Ultimi commenti

laracelo su Soul Eater - Ultimate Deluxe Edition # 2, laracelo su Soul Eater - Ultimate Deluxe Edition # 1, ctbomb su Tex Color # 22, Crimen2007 su DC Special # 73, laracelo su Batman # 64,

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
DC Omnibus # 2
Copertina di J.H. Williams III

Il ciclo che ha ridefinito il Crociato Incappucciato per il Nuovo Millennio! Uno dei capolavori mainstream dello sceneggiatore Grant Morrison! Nuovi nemici, nuovi alleati, nuove minacce per Batman… a partire da Damian Wayne, il figlio di Bruce Wayne!

DC Omnibus # 2 | Batman di Grant Morrison, vol 1

Panini Comics Ottobre 2020
52 # 30
DC Super-Heroes
Dark Knight Down
Geoff Johns (script) / Grant Morrison (script) / Greg Rucka (script) / Mark Waid (script) / Joe Bennett (art) / Keith Ian Giffen (art) / Joe Bennett (inks) / Ruy Jose (inks)
20 pagine

da 52 # 30, DC Comics - USA (Nov 2006)
Prima pubblicazione in Italia: 52 # 30, Planeta DeAgostini (Dic 2007)
52 # 47
DC Super-Heroes
Revelations
Geoff Johns (script) / Grant Morrison (script) / Greg Rucka (script) / Mark Waid (script) / Giuseppe Camuncoli (art) / Keith Ian Giffen (art) / Lorenzo Ruggiero (inks)
20 pagine

da 52 # 47, DC Comics - USA (Mar 2007)
Prima pubblicazione in Italia: 52 # 47, Planeta DeAgostini (Apr 2008)
Batman vol 1 # 655
Batman
Batman & Figlio, pt 1: Per una Batmobile migliore
Grant Morrison (script) / Andy Kubert (art) / Andy Kubert (inks)
Il Joker tiene in ostaggio un gruppo di bambini mentre il commissario Gordon, contagiato dal gas esilarante del folle criminale, precipita, ridendo, dal tetto del palazzo di polizia. Batman, ferito gravemente, interviene, sparando in faccia al Joker ma senza ucciderlo. In quel momento entra in scena il vero Batman che porta in salvo gli ostaggi e consegna il Joker alla polizia. Il falso Batman, un ex-poliziotto deciso a fare giustizia con addosso gli abiti del pipistrello, muore. Il giorno successivo, dopo una visita al commissario Gordon ricoverato in ospedale, Batman conferma a Robin di stare costruendo una nuova batmobile e, su consiglio di Alfred, decide di concedersi un pò di svago partecipando nei panni di Bruce Wayne a un esclusivo ricevimento a Londra. Nel frattempo la moglie del dottor Kirk Langstrom, il creatore del siero di Man-Bat, è stata presa in ostaggio da Talia al Ghul, figlia del defunto criminale Ra's al Ghul, che vuole come riscatto il siero del pipistrello mannaro. Langstrom, che partecipa al ricevimento, poco prima di consegnare il siero, incontra Bruce il quale si insospettisce quando l'uomo si allontana di tutta fretta. Mentre il nostro protagonista fa del suo meglio per apparire come il classico ricco playboy, Talia al Ghul lo osserva attraverso alcuni monitor assieme a un ragazzino che si rivela essere il figlio di Bruce Wayne.

22 pagine

protagonisti: Batman, Alfred Pennyworth, James Gordon, Robert Langstrom, Francine Evelyn Langstrom, Damian Wayne (1ª apparizione), Talia al Ghul
apparizioni: Robin, Joker

da Batman vol 1 # 655, DC Comics - USA (Set 2006)
Prima pubblicazione in Italia: Batman # 1, Planeta DeAgostini (Giu 2007)
Batman vol 1 # 656
Batman
Batman & Figlio, pt 2: Man-Bat di Londra
Grant Morrison (script) / Andy Kubert (art) / Jesse Delperdang (inks)
Londra. Nel corso di un gala di beneficenza, mentre Bruce Wayne si trova a colloquiare con Jezebel Jet, un ex modella di colore, Alfred si ritrova a soccorre Kirk Langstrom e sua moglie, i quali rivelano di essere stati costretti a consegnare a Talia Al Ghul il siero di Man-Bat. Qualche istante più tardi le sale in cui si svolge il ricevimento sono invase da un gruppo di uomini pipistrello e il nostro protagonista è costretto a indossare il costume di Batman e intervenire. Riuscito a mettere in salvo tutti i partecipanti (tranne la moglie del Primo Ministro), Batman viene sopraffatto dai numerosi uomini pipistrello che lo attaccano incessantemente fino a fargli perdere i sensi. Poco dopo, Batman si risveglia in una grotta ai piedi di Talia al Ghul, la quale, dopo essersi servita dei Man-Bat per catturare il cavaliere oscuro, gli presenta il figlio che hanno avuto insieme e glielo affida affinché gli insegni la disciplina necessaria.

22 pagine

protagonisti: Batman, Alfred Pennyworth, Jezebel Jet (1ª apparizione), Robert Langstrom, Francine Evelyn Langstrom, Talia al Ghul, Damian Wayne

da Batman vol 1 # 656, DC Comics - USA (Ott 2006)
Prima pubblicazione in Italia: Batman # 2, Planeta DeAgostini (Lug 2007)
Batman vol 1 # 657
Batman
Batman & Figlio, pt 3: Ragazzi meraviglia
Grant Morrison (script) / Andy Kubert (art) / Jesse Delperdang (inks)
Damian viene ospitato in casa Wayne. Bruce, deciso ad assumersi le proprie responsabilità di padre, cerca di farlo sentire in famiglia, ma il ragazzo cresciuto attraverso gli insegnamenti e la disciplina della Lega degli Assassini, ha un carattere difficile e non è facile da "addomesticare". L’arrivo di Robin non fa che complicare le cose. Damian considera Tim come il nemico da battere, il principale ostacolo per diventare l'unico erede di Batman. Per cercare di calmare l'irrequietezza del ragazzo, Bruce lo rinchiude in una camera sorvegliata di villa Wayne. Poco dopo, Batman viene chiamato a occuparsi di un piccolo criminale chiamato il Fantasma ma giunto sul posto lo trova decapitato. Robin, tornato alla batcaverna, scopre che è stato proprio Damian a decapitare il Fantasma, riuscendo a fuggire dalla sua stanza per dimostrare a Batman che solo lui è degno di essere suo figlio. I due iniziano a combattere. Robin sembra avere la meglio ma viene colpito a tradimento e precipita in fondo alla caverna. A questo punto Damian indossa il costume di Robin e raggiunge Batman.

22 pagine

protagonisti: Batman, Robin, Alfred Pennyworth, Spook (deceduto), Damian Wayne
apparizioni: James Gordon

da Batman vol 1 # 657, DC Comics - USA (Nov 2006)
Prima pubblicazione in Italia: Batman # 3, Planeta DeAgostini (Ago 2007)
Batman vol 1 # 658
Batman
Batman & Figlio, pt 4: Padri assenti
Grant Morrison (script) / Andy Kubert (art) / Jesse Delperdang (inks)
Il difficile Damian si è presentato al padre come nuovo Robin dopo aver battuto Tim Drake lanciandolo in fondo alla caverna. Il giovane eroe ha riportato fratture e ha perso molto sangue ma le conoscenze mediche di Alfred (anche lui picchiato da Damian) riescono a stabilizzare le sue condizioni. Batman e furioso con suo figlio e il ragazzino per farsi perdonare rivela che sua madre, Talia Al Ghal, forte del suo esercito di uomini pipistrelli, intende impossessarsi di Gibilterra, avamposto ideale per le mosse tattiche e strategiche che ha in mente. Mentre la donna tiene in ostaggio la moglie del primo ministro britannico per usarla come scudo all'avanzata della marina britannica, Batman, a bordo di un razzo, parte per la Gibilterra portandosi dietro Damian in modo da poterlo controllare. Lanciatosi dal paracadute, Batman atterra direttamente sul sottomarino di Talia e affronta i Man-Bat. Nel momento in cui il nostro eroe riesce a portare in salvo la moglie del ministro, la marina britannica si prepara a distruggere il sottomarino. Talia tenta in tutti i modi di convincere Batman ad unirsi a lei e suo figlio per diventare i governatori assoluti del mondo. Bruce rifiuta. Pochi istanti più tardi, due missili fanno saltare in aria il sottomarino. Batman riesce a salvarsi ma di Talia e Damian non vi è traccia.

22 pagine

protagonisti: Batman, Robin, Alfred Pennyworth, Damian Wayne, Talia al Ghul
apparizioni: Robert Langstrom, Francine Evelyn Langstrom

da Batman vol 1 # 658, DC Comics - USA (Dic 2006)
Prima pubblicazione in Italia: Batman # 4, Planeta DeAgostini (Set 2007)
Batman vol 1 # 663
Batman
Il clown di mezzanotte
Grant Morrison (script) / John Van Fleet (art) / John Van Fleet (inks)
Durante un funerale alcuni tirapiedi del Joker vengono avvelenati da una particolare tossina rilasciata dai fiori. Indagando sull'omicidio, Batman trova sul luogo della strage una carta insanguinata del Joker. Lo psicopatico assassino si trova rinchiuso in una cella di isolamento nel manicomio criminale di Arkham sopravvissuto per miracolo dallo scontro con un imitatore di Batman. Durante un colloquio con il direttore del penitenziario, Batman scopre che il Joker ha subito numerosi interventi e diversi trattamenti di elettroshock, e nel periodo della sua riabilitazione è stato affiancato da una logopedista. Il Cavaliere Oscuro si rende subito conto che la donna è Harley Quinn, la squilibrata fidanzata del Joker, la quale, oltre a uccidere gli scagnozzi del Joker, sta fornendo al suo amato gli strumenti per liberarsi. In breve tempo il Joker fugge dalla sua cella, uccide le guardie e viene raggiunta da Harley Quinn che lo informa che Batman sarà lì a mezzanotte per essere ucciso secondo il loro piano. Quello che la ragazza ignora è che il piano del Joker prevede l'eliminazione di tutti i suoi sottoposti, lei compresa. Nel momento in cui arriva Batman, il Joker afferra la ragazza per un polso, le storce il braccio dietro la schiena e si china su di lei, puntandole al collo un affilatissimo rasoio. Addolorata per il tentativo del Joker di ucciderla, Harley si libera della sua presa, gli spezza un braccio e si allontana da quello che considera il suo idolo. Batman ne approfitta per scagliarsi contro il Joker che, dopo pochi istanti, viene colpito alle spalle da un proiettile del revolver di una arrabbiata e delusa Harley. Il Joker cade a terra sconfitto mentre Batman lo riporta in cella.

La storia è stata scritta in prosa affiancata da una serie di illustrazioni.

22 pagine

protagonisti: Batman, Harley Quinn, Joker

da Batman vol 1 # 663, DC Comics - USA (Apr 2007)
Prima pubblicazione in Italia: Batman # 9, Planeta DeAgostini (Feb 2008)
Batman vol 1 # 664
Batman
I tre spiriti di Batman
Grant Morrison (script) / Andy Kubert (art) / Jesse Delperdang (inks)
Bruce Wayne e Jezebel continuano a frequentarsi ritrovandosi insieme per un breve periodo di vacanza sulla neve. Tornato a Gotham City, Bruce indossa il costume del Crociato Incappucciato finendo a investigare su alcuni omicidi di prostitute. Secondo le ragazze avvicinate dal nostro protagonista, ad uccidere le loro amiche sarebbe stato un mostro che fa parte della polizia e quindi coperto dagli sbirri corrotti. Batman si mette subito all’opera. Le ricerche lo portano verso un casolare abbandonato. I muri, come in altre parti della città, sono coperti da strani graffiti, riportanti la scritta Zur en Arrh. Da tutte le parti ragazze uccise, sangue, fetore e testosterone, l’ormone del maschio alfa. Improvvisamente dall’oscurità spunta un uomo enorme strafatto di steroidi. Somiglia a Bane ma indossa un costume che ricorda molto quello di Batman. La battaglia inizia e Bruce ha la peggio. Il presunto Bane lo scaraventa a terra e lo colpisce con una violentissima pedata alla schiena, lasciandolo agonizzante nel suo sangue e nel suo vomito sotto la pioggia che batte nel vicolo esterno al casolare.

22 pagine

protagonisti: Batman, Jezebel Jet, Bat-Bane (1ª apparizione)

da Batman vol 1 # 664, DC Comics - USA (Mag 2007)
Prima pubblicazione in Italia: Batman # 10, Planeta DeAgostini (Mar 2008)
Batman vol 1 # 665
Batman
Lo schedario nero
Grant Morrison (script) / Andy Kubert (art) / Jesse Delperdang (inks)
Batman è ridotto male dopo essere stato attaccato da un grosso tipo che assomigliava a Bane. Una prostituta lo carica in macchina e Batman si fa portare in una galleria da dove può accedere al suo attico in città. Alfred interviene, curandolo e mettendolo a riposo nel suo letto. Nel suo sonno agitato, Bruce ha un incubo in cui vede tre spiriti vestiti con il costume di Batman. Due li ha già incontrati, sono l’ex poliziotto che ha sparato al Joker e l’energumeno che gli ha quasi rotto la schiena. Il terzo ignora chi sia, sa solo che ha venduto l’anima al diavolo e che ha distrutto Gotham City. Bruce si sveglia ancora sotto gli effetti della morfina. Alfred e Tim sono con lui, ai bordi del letto. Bruce è confuso, parla di uno schedario nero, una raccolta di documenti che conteneva storie su avvenimenti misteriosi e fantascientifici del passato. Tim, preso dalla rabbia, indossa il costume ed esce alla ricerca di colui che ha ferito l'uomo che lo ha adottato. Nonostante sia ancora debilitato, il nostro eroe indossa il costume di Batman raggiungendo Robin alle prese con il grosso Bat-Bane. Lo scontro è feroce ma Batman riesce a stendere il suo avversario. Mentre sta per scoprire la sua identità, arrivano i poliziotti corrotti che lo costringono ad allontanarsi. Intanto, un’altra parte del mondo, Talia, sopravvissuta all’esplosione, cerca di curare le ferite che Damian ha riportato. Medici, e attrezzature all’avanguardia hanno clonato tutti gli organi e le parti anatomiche del ragazzo, che possono in questo modo essere trapiantate, in caso di bisogno.

22 pagine

protagonisti: Batman, Robin, Alfred Pennyworth, Bat-Bane
apparizioni: Jezebel Jet, James Gordon, Damian Wayne, Talia al Ghul

da Batman vol 1 # 665, DC Comics - USA (Giu 2007)
Prima pubblicazione in Italia: Batman # 11, Planeta DeAgostini (Apr 2008)
Batman vol 1 # 666
Batman
Batman a Betlemme
Grant Morrison (script) / Andy Kubert (art) / Jesse Delperdang (inks)
La storia è ambientata in un ipotetico futuro, in un mondo dilaniato dal terrorismo e dalle epidemie. Bruce Wayne è morto, ucciso diversi anni prima, e ora è Damian Wayne a indossare il costume di Batman. Siamo a Betlemme, la nuova Gotham, dove la legge della polizia è altamente sommaria. Damian non vive più a villa Wayne, ma in un palazzo in centro città. Alfred è morto. La città è sconvolta da strani ed efferati omicidi, tutti ad opera dello stesso assassino. Si tratta del terzo, folle, sostituto di Batman, che anni prima aveva assassinato Bruce per poi scomparire. Di lui si diceva che fosse una specie di anticristo biblico, e che sarebbe tornato in città alla vigilia della battaglia dell’Armageddon. Damian scopre che i luoghi dove sono stato compiuti gli omicidi, se uniti, formano sulla mappa della città una stella a cinque punte, in mezzo alla quale l’unico edificio rilevante è l’hotel Bethlehem. Batman è convinto sia lì il luogo in cui il suo nemico farà le sue prossime vittime così si precipita poco prima che il pazzo cominci ad uccidere i primi ostaggi. La battaglia si rivela dura e agguerrita ma Damian ha la meglio sul suo avversario arrivando a spezzargli l’osso del collo. Il corpo esanime del nemico prende fuoco e viene scaraventato giù dall’hotel, per poi finire impalato in una guglia. La polizia irrompe e crivella Damian di colpi, ma si scopre che un patto col diavolo fatto la notte in cui Bruce morì (la sopravvivenza di Gotham in cambio della sua anima) ha regalato delle capacità sovrannaturali al ragazzo che gli consentono di sopravvivere.

22 pagine

protagonisti: Batman (Damian Wayne)

da Batman vol 1 # 666, DC Comics - USA (Lug 2007)
Prima pubblicazione in Italia: Batman # 12, Planeta DeAgostini (Mag 2008)
Batman vol 1 # 667
Batman
L'isola del signor Mayhew
Grant Morrison (script) / J.H. Williams III (art) / J.H. Williams III (inks)
Batman e Robin si dirigono in un isola dei Caraibi per un raduno di vecchi supereroi del passato, il Club Internazionale degli Eroi¹. Nella villa messa a disposizione da un miliardario di nome Johnny Mayhew, i nostri protagonisti vengono accolti da Cyril Sheldrake, il Cavaliere d'Inghilterra. All'interno si trovano il francese Moschettiere, il Legionaro dall'Italia, l'Uomo dei Pipistrelli e Corvo Rosso, due vigilanti di una riserva indiana, lo svedese Wingman, Dark Ranger proveniente dalla lontana Australia, El Gaucho dall'Argentina, e infine Beryl Hutchinson, la ragazza scudiero del Cavaliere d'Inghilterra. Il gruppo è riunito nella lussuosa villa ma del miliardario al momento non vi è traccia. Quando fa la sua entrata Batman, cala il silenzio e da un monitor appare un uomo che indossa la faccia di John Mayhew e dichiara di averlo ucciso. Il misterioso assassino fa esplodere i mezzi di trasporto degli eroi e sfida il gruppo a risolvere l'omicidio. Poco più tardi, il grasso Legionaro, entrato da solo nella sala controllo dei monitor, viene accoltellato alla schiena e muore. Vantaggio per il male.

(¹) Il gruppo di eroi risale agli anni cinquanta e sono apparsi tutti insieme sul lontano Detective Comics # 215, quando Batman li riunì nel Club Internazionale degli Eroi.

22 pagine

protagonisti: Batman, Robin, Knight, Squire, Musketeer, Man-of-Bats, Red Raven, Wingman, Dark Ranger, Legionary (deceduto), El Gaucho, Simon Hurt

da Batman vol 1 # 667, DC Comics - USA (Ago 2007)
Prima pubblicazione in Italia: Batman # 12, Planeta DeAgostini (Mag 2008)
Batman vol 1 # 668
Batman
Ora siamo morti!
Grant Morrison (script) / J.H. Williams III (art) / J.H. Williams III (inks)
Parecchi anni prima, l'attuale Cavaliere d'Inghilterra, allora bambino, accompagna il padre (ai tempi anch'esso Cavaliere) a una riunione del Club Internazionale degli Eroi. Il clima si surriscalda e il Cavaliere ha una vivace discussione con John Mayhew nelle quale interviene anche il Legionaro. Nel presente, Batman, Robin e tutti gli eroi, riuniti da un misterioso assassino nella villa in un isola dei Caraibi, dopo aver esaminato il cadavere del Legionaro, si separano e perlustrano la casa. Tra i ricordi del passato, si scopre che al tempo esisteva una controparte del Club degli Eroi, un fantomatico Club dei Criminali. Improvvisamente Cyril Sheldrake viene aggredito. Batman e gli altri accorrono scoprendo che all'eroe inglese è stato fatto ingoiare una bomba (così come era stata una bomba ad uccidere il padre di Beryl, lo Scudiero). Il Capo indiano rimane col Cavaliere, mentre Batman e gli altri continuano la perlustrazione. Una serie di colpi di pistola provenienti da luoghi imprecisati della villa separano separano Robin e lo Scudiero da Batman. I due giovani si avventurano in un’altra ala della casa mentre Batman, insieme a El Gaucho e al Moschettiere, trovano in una stanza il cadavere carbonizzato di Wingman. Vantaggio per il male.

22 pagine

protagonisti: Batman, Robin, Knight, Squire, Musketeer, Man-of-Bats, Red Raven, Wingman, Dark Ranger, El Gaucho

da Batman vol 1 # 668, DC Comics - USA (Set 2007)
Prima pubblicazione in Italia: Batman # 12, Planeta DeAgostini (Mag 2008)
Batman vol 1 # 669
Batman
Il cavaliere oscuro deve morire!
Grant Morrison (script) / J.H. Williams III (art) / J.H. Williams III (inks)
Il Cavaliere d’Inghilterra, mentre l'Uomo dei Pipistrelli gli estrae la bomba dallo stomaco con un tizzone ardente, ricorda la notte in cui Mayhew accusò suo padre di aver mentito su qualcosa. Il peso di quell'accusa fece perdere di sicurezza e portarono il padre alla morte. Intanto Robin, insieme a Scudiero e Corvo Rosso, è stato catturato da un uomo che si fa chiamare El Sombrero. Nel frattempo El Gaucho, in compagnia di Batman, viene colpito da lontano. Sulla scena irrompe Dark Ranger, ma Batman capisce che dietro la maschera c'è Wingman. Invidioso di Batman, Wingman voleva emergere e il Club era la sua unica possibilità. Batman viene preso alla sprovvista ma El Gaucho interviene stendendo Wingman. Nel frattempo Robin, lo Scudiero e Corvo Rosso stanno intanto per soccombere in una trappola di El Sombrero ma interviene a salvarli il padre di Corvo, il Capo. Mentre Wingman sta confessando viene colpito alla testa da una pallottola. El Sombrero sta per decollare con un biplano ma Batman lo raggiunge scoprendo che dietro la maschera c'è John Mayhew, il fondatore del Club. Annoiato da ogni lusso e ogni piacere, l’uomo ha organizzato la riunione per trovare nell'omicidio nuovi stimoli che diano un senso alla sua vita. Mentre una voce misteriosa gli dice che ha perso e che oggi la vittoria spetta al bene, Batman e i superstiti si allontanano in volo con l'isola che esplode dietro le loro spalle.

22 pagine

protagonisti: Batman, Robin, Knight, Squire, Man-of-Bats, Red Raven, El Gaucho, Dark Ranger (deceduto), Wingman (deceduto), El Sombrero (John Mayhew) (deceduto)

da Batman vol 1 # 669, DC Comics - USA (Nov 2007)
Prima pubblicazione in Italia: Batman # 12, Planeta DeAgostini (Mag 2008)
Batman vol 1 # 670
Batman
Lazzaro risorto
Grant Morrison (script) / Tony Daniel (art) / Jonathan Glapion (inks)
A Hong Kong, I-Ching, un vecchio maestro d'arti marziali, informa Batman che un suo vecchio nemico dato per morto e da poco risorto. In seguito, il nostro eroe si ritrova alle prese con Falena Tigre, Libellula e Ragno di Seta, le tre criminali della Lega degli Assassini mandate da Talia al Ghul a tenere occupato il Cavaliere Oscuro. Nel frattempo, il redivivo Ra's al Ghul, all'interno di un corpo destinato a decomporsi, viene informato che, durante la sua morte, una parte dei soldati della lega degli assassini hanno tradito ponendosi sotto la guida del Sensei, rifugiandosi nella città di Nanda Parbat in Tibet. Ra's vuole affrontare il Sensei ma non può farlo in questo putrido corpo per cui manifesta a sua figlia la volontà di possedere il corpo di suo nipote Damian e così poter tornare definitivamente in vita. Talia si oppone e rifiutando di consegnargli suo figlio interviene permettendo s Damian di fuggire. Superato con abilità alcuni ninja della Lega degli Assassini, Damian, con addosso il costume di Robin, scappa dal nonno e va alla ricerca del padre per chiedere il suo aiuto.

Preludio de La resurrezione di Ra's al Ghul, crossover tra le varie serie della famiglia di Batman.
La storia continua in Robin v2 # 168.

22 pagine

protagonisti: Batman, I-Ching, Damian Wayne, Talia al Ghul, Tiger Moth, Dragonfly, Silken Spider, Ra's al Ghul

da Batman vol 1 # 670, DC Comics - USA (Dic 2007)
Prima pubblicazione in Italia: Batman # 16, Planeta DeAgostini (Set 2008)
Batman vol 1 # 671
Batman
La resurrezione di Ra's al Ghul, pt 4: Solo chi è il padrone
Grant Morrison (script) / Tony Daniel (art) / Jonathan Glapion (inks)
Nella fortezza di Ra's al Ghul, Batman, in cambio della vita di Robin e Damian, propone al suo vecchio nemico di portarlo alla Fontana della vita Eterna della città segreta di Nanda Perbat in Tibet. Ra's accetta e i due si mettono in viaggio scoprendo ben presto che il Sensei, con i suoi uomini, si è insediato a Nanda Perbat, ha fatto prigionieri i monaci tibetani e ha intenzione di distruggere la preziosa fontana. All'arrivo di Batman e Ra's, mentre il nostro eroe libera i monaci dalla loro prigionia, il Sensei si precipita al tempio di Rama Kushna, lì dove è custodita la fontana. Batman e Ra's lo raggiungono. Qui si scopre che il Sensei, in verità, è il padre di Ra's, sopravvissuto al passare dei secoli grazie all'utilizzo delle Fosse di Lazzaro. Lo scontro inizia. Ra's viene subito messo fuorigioco, mentre Batman cerca di resistere agli incredibili attacchi del Sensei, ma è difficilissimo tenergli testa. Ha una tecnica incredibile. I suoi colpi sono velocissimi, tanto che riesce prima a rompergli un braccio e successivamente a conficcargli un bastone nello stomaco. Tuttavia, Batman, reagisce e con le sue ultime forze sbilancia l'avversario facendolo cadere nella Fontana della Vita Eterna. Dal momento che gli effetti della fontana agiscono solo verso coloro che sono puri e nobili di cuore, il corpo del Sensei a contatto con l'acqua prende fuoco e si distrugge. A questo punto Batman, barcollante e in fin di vita, si getta nella fontana per sottrarsi alla morte. Un istante prima che Batman emerga dalla fontana Ra's al Ghul possiede il corpo di un monaco e si allontana.

Quarto episodio de La resurrezione di Ra's al Ghul, crossover tra le varie serie della famiglia di Batman. L a storia prosegue da Detective Comics # 838 e continua in Robin v2 # 169.

22 pagine

protagonisti: Batman, Ra's al Ghul, Merlyn, Shellcase, Detonator, Razorburn (1ª apparizione), Hook, Maduvu, Sensei
apparizioni: Robin, Damian Wayne, Talia al Ghul, I-Ching

da Batman vol 1 # 671, DC Comics - USA (Gen 2008)
Prima pubblicazione in Italia: Batman # 18, Planeta DeAgostini (Nov 2008)
Batman vol 1 # 672
Batman
Medicina Spaziale
Grant Morrison (script) / Tony Daniel (art) / Tony Daniel (inks) / Jonathan Glapion (inks) / Sandu Florea (inks) / Mark Irwin (inks)
Al Dipartimento di Polizia di Gotham City irrompe un emulo di Batman dall'aspetto demoniaco¹ che dice di essere stato svegliato da una forza subliminale, ed esige di vedere il commissario Vane. I poliziotti, spaventati dal lanciafiamme che l'impostore tiene in mano, cercano di chiamare un certo Farelli ma vengono uccisi senza pietà. Il trambusto attira l'attenzione del Commissario Gordon che cerca di trattare con il distorto e terrificante Batman. Nel frattempo Bruce Wayne si trova al centro del gossip dei rotocalchi rosa per la sua relazione sentimentale con Jezebel Jet, la giovane filantropa. La coppia, tornata a Gotham dopo una vacanza in Europa, si appresta a fare sky-diving nei cieli della città quando il Batsegnale si accende. Bruce fa tuffare la donna per prima fingendo poi di perdere la rotta per potersi defilare e recare da Gordon. Il criminale ha portato il commissario sul tetto iniziando a farneticare cose senza senso riguardo due suoi compagni (Muller e Branca). Sulla scena arriva il vero Batman che ricorda di aver già incontrato quest’uomo in un incubo. Il Cavaliere Oscuro affronta l'impostore il quale non si fa sorprendere e colpisce in petto il nostro eroe con un proiettile esplosivo. La corazza lo salva, ma il violentissimo impatto gli causa un arresto cardiaco. Tutto diventa buio, appare la scritta "Zur-en-arrh" e un folletto vestito da Batman dice a Bruce di trovarsi nei guai.

(¹) Si tratta del terzo emulo di Batman dopo quello apparso in Batman # 663 e quello rafforzato dal Venom usato da Bane apparso in Batman # 664.
Durante un sogno, Demian Wayne li ha definiti due "spettri" profetizzando l'arrivo di un terzo che avrebbe scandito la fine del Cavaliere Oscuro. 

22 pagine

protagonisti: Batman, Jezebel Jet, Alfred Pennyworth, James Gordon, Bat-Devil (1ª apparizione)
apparizioni: Vicki Vale, Bat-Mite

da Batman vol 1 # 672, DC Comics - USA (Feb 2008)
Prima pubblicazione in Italia: Batman # 26, Planeta DeAgostini (Set 2009)
Batman vol 1 # 673
Batman
Joe Chill all'inferno
Grant Morrison (script) / Tony Daniel (art) / Sandu Florea (inks) / Jonathan Glapion (inks)
Batman ha avuto un arresto cardiaco durante lo scontro con un suo emulo. Durante l'incoscienza Bruce ha delle visioni riitrovandosi in una sorta di viaggio onirico insieme a una versione bizzarra di se stesso, il Batmito¹. Nelle sue visioni si vede proiettato in una realtà parallela in cui un giovane se stesso, al primo anno di attività come Batman, ha perseguitato l'assassino dei suoi genitori, Joe Chill, fino a spingerlo al suicidio. I pensieri distorti e accelerati vengono inframmentati dal ricordo delle sette settimane di isolamento del rituale Thogal svolto a Nanda Parbat ma sopratutto al ricordo di un esperimento a cui si era sottoposto. Uno psicologo chiamato Simon Hurt lo aveva convinto a costringersi ad un isolamento forzato di dieci giorni sotto l'influenza di allucinogeni psicotropi. Questo avrebbe aiutato Batman a comprendere meglio i meandri della follia che spinge un criminale come il Joker ad agire senza alcuna logica apparente, in modo imprevedibile, ed avrebbe aiutato il dottor Hurt ad avere il profilo psicologico approfondito dell'uomo con la mente più potente del mondo. A questo esperimento collaborò l'esercito. Quando si sveglia, Batman è legato a una sedia e davanti a lui c'è il suo emulo.

(¹) Si tratta di una sorta di folletto proveniente da un'altra dimensione apparso per la prima volta in Detective Comics # 267 del 1959.

22 pagine

protagonisti: Batman, Bat-Mite, Joe Chill (flashback), Bat-Devil

da Batman vol 1 # 673, DC Comics - USA (Mar 2008)
Prima pubblicazione in Italia: Batman # 26, Planeta DeAgostini (Set 2009)
Batman vol 1 # 674
Batman
Batman morirà all'alba
Grant Morrison (script) / Tony Daniel (art) / Sandu Florea (inks)
Batman ha ripreso conoscenza dopo aver subito un arresto cardiaco e ora si ritrova legato a una sedia prigioniero del suo emulo. Il terzo spirito inizia a torturarlo spiegandogli che i tre Batman erano il frutto di un esperimento condotto da Simon Hurt (lo stesso dottore che aveva sottoposto Bruce all'esperimento spaziale anni prima¹) che aveva come obiettivo la creazione di una squadra di nuovi Batman nel caso in cui quello originale fosse scomparso. I soggetti furono tre poliziotti tutti motivati da un forte trauma. Il primo Batman, quello che aveva sparato al Joker, si chiamava Muller ed è morto, Branca, il secondo Batman potenziato dal veleno di Bane, è impazzito tanto da uccidere la sua famiglia, e infine Lane, il Batman che lo tiene prigioniero, è un giovane poliziotto la cui famiglia era stata uccisa da un gruppo di satanisti. Le loro capacità si sarebbe dovuto attivare solo attraverso una parola chiave che avrebbe interrotto l'ipnosi. Quando il progetto fallì e Hurt scomparse, il commissario Vane (che al tempo aveva sostituito Gordon) insabbiò la vicenda. I poliziotti che sapevano preferirono mantenere segreto quanto successo per proteggere i loro compagni sottoposti al trattamento. Mentre Gordon viene a conoscenza dell'esperimento, Batman, approfittando della distrazione del suo aguzzino, riesce a liberarsi per affrontarlo subito dopo. Il criminale riesce però a scappare non prima di avvertire Batman che presto non ci sarà più.

(¹) si tratta di una vecchia storia apparsa in Batman # 156 del 1963.

22 pagine

protagonisti: Batman, James Gordon, Bat-Devil
apparizioni: Bat-Mite

da Batman vol 1 # 674, DC Comics - USA (Apr 2008)
Prima pubblicazione in Italia: Batman # 27, Planeta DeAgostini (Ott 2009)
Batman vol 1 # 675
Batman
Il demonio a nove occhi
Grant Morrison (script) / Ryan Benjamin (art) / Saleem Crawford (inks)
Bruce e Jezebel sono a cena all’ultimo piano di un esclusivo ristorante. La donna, sospettosa del suo comportamento spesso misterioso, cerca di capire con chi ha davvero a che fare, intuendo in lui qualcosa di profondo e oscuro. Bruce cerca di liquidare in fretta il discorso. Improvvisamente la cena viene interrotta da un uomo bendato e con un occhio dipinto su ogni dito delle mani che rapisce Jezebel nelle cucine e ordina ai suoi uomini di sistemare Wayne. Mentre Robin e Nightwing intervengono per occuparsi dei ninja al seguito del criminale, Bruce raggiunge il rapitore di Jezebel e lo attacca con violenza urlandogli se ha dei legami con il Guanto Nero. Jezebel vede Bruce combattere e subito capisce che Bruce Wayne è Batman. Dall'altra parte del mondo Talia Al Ghul sta addestrando Damian Wayne, figlio di lei e di Bruce. Delle voci le arrivano su un'organizzazione chiamata Guanto Nero che vuole uccidere il suo amato. La cosa non può essere permessa e si mette subito in viaggio verso Gotham.

22 pagine

protagonisti: Batman, Jezebel Jet, Robin, Nightwing, Talia al Ghul, Damian Wayne, Merlyn, Ten-Eyed Man

da Batman vol 1 # 675, DC Comics - USA (Mag 2008)
Prima pubblicazione in Italia: Batman # 27, Planeta DeAgostini (Ott 2009)
DC Universe # 0
DC Super-Heroes
Batman r.i.p. 2ª parte
Geoff Johns (script) / Grant Morrison (script) / Philip Tan (art) / Ivan Reis (art) / George Pérez (art) / Carlos Pacheco (art) / Doug Mahnke (art) / Aaron Lopresti (art) / J.G. Jones (art) / Tony Daniel (art) / Ed Benes (art) / Jesus Merino (inks) / Scott Koblish (inks) / J.G. Jones (inks) / Jeff de Los Santos (inks) / Tony Daniel (inks) / Ed Benes (inks) / Oclair Albert (inks) / Christian Alamy (inks) / Matt Ryan (inks)
3 pagine

da DC Universe, DC Comics - USA (Giu 2008)
Prima pubblicazione in Italia: Crisi Finale: Prologo, Planeta DeAgostini (Giu 2009)
Batman vol 1 # 676
Batman
Batman R.I.P., pt 1: Mezzanotte nella casa del dolore
Grant Morrison (script) / Tony Daniel (art) / Sandu Florea (inks)
Batman incontra il Joker ad Arkham. Il cavaliere oscuro vuole informazioni sul Guanto Nero, l'uomo o l'organizzazione che lo sta perseguitando, ma il Joker si limita a giocare a carte facendo una mano con il morto.
Sei mesi prima. Il gobbo Le Bossu si unisce al Dottor Hurt e la sua Danse Macabre, un gruppo di criminali composto da El Sombrero, Charlie Caligula, King Kraken, Pierrot Lunaire, Scorpiana e Swagman.
Oggi. Il tasso di criminalità di Gotham si è notevolmente abbassato e Batman ne approfitta per testare la sua nuova Batmobile catturando insieme a Robin un criminale da strapazzo. Tornato a villa Wayne, Bruce, parzialmente vestito con il costume di Batman, raggiunge la sua stanza per abbracciarsi con Jezebel Jet, la donna che da poco ha scoperto la sua identità segreta. Mentre Robin discute con Alfred sulla paternità di Daniel, Bruce conduce Jezebel dinanzi alla tomba dove riposano i suoi genitori. Tornando a casa la donna gli rivela che sono stati invitati a partecipare a un festino stravagante organizzato da un gruppo elitario di persone. Bruce ha un sussulto quando scopre che l'invito proviene da il Guanto Nero.

22 pagine

protagonisti: Batman, Robin, Alfred Pennyworth, Jezebel Jet, Joker, Le Bossu (1ª apparizione), El Sombrero (1ª apparizione), Charlie Caligula (1ª apparizione), King Kraken (1ª apparizione), Pierrot Lunaire (1ª apparizione), Scorpiana (1ª apparizione), Swagman (1ª apparizione), Simon Hurt

da Batman vol 1 # 676, DC Comics - USA (Giu 2008)
Prima pubblicazione in Italia: Batman R.I.P. - Batman R.I.P., Planeta DeAgostini (Nov 2009)
Batman vol 1 # 677
Batman
Batman R.I.P., Pt 2: Batman agli inferi
Grant Morrison (script) / Tony Daniel (art) / Sandu Florea (inks)
Batman inizia a essere ossessionato dal Guanto Nero convinto che dietro ogni criminale mascherato di Gotham City ci sia una misteriosa mente a tirare le fila. Nonostante cerchi informazioni utili sul suo nemico, l'unico indizio che riesce a trovare sul Guanto Nero è un vecchio film dallo stesso titolo. Batman fa notare ad Alfred la mancanza di uno degli Schedari Neri, quaderni di annotazioni in cui negli anni il nostro protagonista documentava tutti i casi senza spiegazioni. Alfred gli risponde che recentemente ha trascritto gran parte dei suoi appunti sul computer e forse qualche originale è rimasto sulla sua scrivania. Concesso una serata libera ad Alfred, in serata Batman mostra a Jezebel la batcaverna. I due discutono riguardo l'invito ricevuto ben sapendo che molto probabilmente si tratta da una trappola. Bruce chiede a Jezebel di stargli lontano perché non vuole coinvolgerla. Nel frattempo, James Gordon viene convocato dal sindaco il quale gli fa leggere un documento, che il Gotham Gazette si appresta a pubblicare, secondo il quale Bruce Wayne potrebbe essere il figlio di una relazione tra Alfred e Martha Wayne. Nel documento ci sarebbero le prove che Thomas Wayne abbia fatto uccidere sua moglie e inscenato la sua morte. Intanto alla batcaverna, Jezebel impressionata da quello che descrive come un gigantesco museo sotterraneo di morte e tecnologia, dice a Bruce di amarlo chiedendogli però di porre fine alla sua solitaria crociata contro il male e di usare la sua ricchezza in altri modi. La donna lascia intendere di avere dei dubbi sulla sua stabilità mentale e che forse il Guanto Nero sia solo un frutto della sua fantasia. Improvvisamente sul monitor appaiono delle immagini di graffiti, Bruce dice di vedere solo rumore statico e chiede a Jezebel di dirgli cosa c'è scritto. Quando la donna legge ad alta voce la parola "Zur-En-Arrh" qualcosa scatta in Bruce che crolla sul pavimento venendo subito dopo circondato da alcuni uomini nascosti nell'ombra. Qualche ora più tardi, Alfred, al suo rientro, dopo aver trovato la batcaverna incendiata viene pestato a sangue da un gruppo di uomini mascherati.

22 pagine

protagonisti: Batman, Alfred Pennyworth, James Gordon, Jezebel Jet, Simon Hurt
apparizioni: Le Bossu, Charlie Caligula, El Sombrero, King Kraken, Pierrot Lunaire, Scorpiana, Swagman

da Batman vol 1 # 677, DC Comics - USA (Lug 2008)
Prima pubblicazione in Italia: Batman R.I.P. - Batman R.I.P., Planeta DeAgostini (Nov 2009)
Batman vol 1 # 678
Batman
Batman R.I.P., Pt 3: Zur En Arrh
Grant Morrison (script) / Tony Daniel (art) / Sandu Florea (inks)
Il misterioso Dottor Simon Hurt alla guida del Guanto Nero, tramite un condizionamento mentale attivato dalla frase ipnotica "Zur-en-arrh", ha messo in atto un piano per distruggere Batman e tutto ciò che egli rappresenta. Imbottito di droghe, Bruce Wayne si risveglia in un vicolo in stato confusionale. Ha perso la memoria e ora ignora quale sia la sua identità. Dinanzi a lui compare un senzatetto chiamato Honor Jackson che lo aiuta ad alzarsi. Nel frattempo, Tim Drake, mentre si trova all'interno di una baracca a leggere un quaderno scritto da Batman in cui descrive alcune bizzarre avventure del suo passato, subisce l'attacco di alcuni membri legati al Guanto Nero. Sfuggito all'agguato, Robin cerca di avvertire Nightwing ma il suo compagno viene preso alle spalle da Scorpiana, un altro membro del Guanto Nero, finendo in una cella dell'Arkam imbottito di tranquillanti. Intanto Bruce accompagna il senzatetto per le strade di Gotham chiedendo l'elemosina insieme a lui. In serata i due si siedono a osservare lo skyline della città. Honor gli dice di essere felice di averlo salvato ma quando Bruce si volta per ringraziarlo il senzatetto è scomparso. Venuto a sapere da uno spacciatore che Honor è morto ieri per una overdose, Bruce, sempre più in difficoltà a mantenere la sua presa sulla realtà, tira fuori un prezioso oggetto che il senzatetto gli aveva consegnato (il Bat-radia) e con degli stracci di fortuna si cuce un costume dichiarando di essere il Batman di Zur-en-arrh.¹

(¹) Il Batman di Zur-En-Arrh compare per la prima volta in Batman # 113 del 1958.
In questa storia, Batman viene proiettato sul pianeta Zur-en-arrh, dove ha dei superpoteri simili a quelli di Superman e sconfigge alcuni invasori alieni dopo che Tlano, il Batman di Zur-en-arrh, gli aveva chiesto aiuto. Tornando sulla Terra, Batman, convinto di aver avuto un sogno, si ritrova il Bat-radia, un dispositivo usato per combattere gli invasori.

22 pagine

protagonisti: Batman, Robin, Nightwing, Bat-Mite, Le Bossu, Charlie Caligula, El Sombrero, King Kraken, Pierrot Lunaire, Swagman, Simon Hurt, Scorpiana

da Batman vol 1 # 678, DC Comics - USA (Ago 2008)
Prima pubblicazione in Italia: Batman R.I.P. - Batman R.I.P., Planeta DeAgostini (Nov 2009)
Batman vol 1 # 679
Batman
Batman R.I.P., Pt 4: Miracolo su Crime Alley
Grant Morrison (script) / Tony Daniel (art) / Sandu Florea (inks)
Usando un misto di attacchi sia fisici che psicologici, il Guanto Nero sta tentando di distruggere Batman. Preparatosi all'eventualità di un attacco psicologico, Bruce, ha tirato fuori dalla sua mente dei personaggi che lo hanno aiutato ad adottare l'identità del Batman di Zur-En-Arrh, una personalità costruita da Bruce stesso per mantenere Batman in condizione di combattere nel caso fosse stato portato alla pazzia o gli cancellassero la memoria. Guidato da uno dei personaggi creati dalla sua mente, il folletto Bat-Mito, Bruce, convinto di essere il Batman di Zur-En-Arrh (un mondo che ha visto in una allucinazione indotta dal gas del professor Milo riportato poi a galla durante il trauma dell'esperimento di isolamento) torna in scena più brutale che mai per affrontare gli uomini di Le Bossu e successivamente Charlie Caligola e King Kraken. Nel frattempo, mentre Robin è inseguito da Swagman che cerca di catturarlo, il Dottor Hurt (che afferma di essere Thomas Wayne) si è insediato con il suo gruppo di criminali a Villa Wayne facendo della batcaverna la loro base operativa. Inoltre il Guanto Nero è riuscito a occupare anche il manicomio criminale di Arkahm. In una delle sue celle, si trova Nightwing pronto a essere lobotomizzato. Anche Jezebel Jet viene portata ad Arkham insieme a grandi secchi di vernice rossa e nera mentre il Joker si mette lo smalto preparandosi a entrare in scena.

22 pagine

protagonisti: Batman, Robin, Alfred Pennyworth, Jezebel Jet, James Gordon, Bat-Mite, Le Bossu, Charlie Caligula, King Kraken, Pierrot Lunaire, Scorpiana, El Sombrero, Swagman, Simon Hurt
apparizioni: Squire

da Batman vol 1 # 679, DC Comics - USA (Set 2008)
Prima pubblicazione in Italia: Batman R.I.P. - Batman R.I.P., Planeta DeAgostini (Nov 2009)
Batman vol 1 # 680
Batman
Batman R.I.P., pt 5: Il duca bianco della morte
Grant Morrison (script) / Tony Daniel (art) / Sandu Florea (inks)
Il dottor Hurt, leader del Guanto Nero, ha occupato Arkham portandosi dietro Jezebel Jet. All'interno del manicomio criminale viene organizzato un esclusivo ricevimento a cui partecipano ricchi uomini d'affari pronti ad assistere all'atto finale della distruzione di Batman. Ospite d'onore il Joker, liberato dalla sua cella e pronto ad avere un ruolo di primo piano nella morte del Crociato Incappucciato. Nei panni del Batman di Zur-En-Arrh, il nostro protagonista si presenta al manicomio criminale. Bat-Mito, il folletto della Quinta Dimensione che lo ha guidato ad adottare una personalità di riserva nell'eventualità di un attacco alla sua mente, dichiara di non poterlo più aiutare e che ora deve proseguire da solo. Batman gli dice di sapere che è solo un prodotto della sua immaginazione. Bat-Mito gli risponde che la Quinta Dimensione è l'immaginazione. Mentre il Comissario Gordon si addentra a Villa Wayne costellata di trappole venendo salvato dall'arrivo di Talia e Damian che uccidono El Sombrero, Batman, superato gli scagnozzi di Le Bossu, affronta il Joker il quale lo provoca dicendogli che per quanto ci provi non comprenderà mai la sua follia. Lo scontro termina quando Batman vede nella stanza Jezebel Jet prigioniera dietro una teca di vetro. La donna è ricoperta dei petali velenosi del Joker e urla disperatamente di non voler morire. Batman rompe il vetro cercando di salvarla ma viene investito dal gas provocato dai fiori velenosi del Joker. Prima di perdere conoscenza vede Jezebel alzarsi dalla sedia e sorridergli. In quel momento capisce che la donna lo ha tradito.

22 pagine

protagonisti: Batman, Bat-Mite, James Gordon, Talia al Ghul, Damian Wayne, Le Bossu, El Sombrero (deceduto), Jezebel Jet, Joker, Simon Hurt
apparizioni: Nightwing

da Batman vol 1 # 680, DC Comics - USA (Ott 2008)
Prima pubblicazione in Italia: Batman R.I.P. - Batman R.I.P., Planeta DeAgostini (Nov 2009)
Batman vol 1 # 681
Batman
Batman R.I.P., pt 6: Cuore di tenebra
Grant Morrison (script) / Tony Daniel (art) / Sandu Florea (inks)
Batman si sveglia in una bara legato in una camicia di forza. Sepolto vivo, Bruce ricorda una discussione avuta con un monaco tibetano subito dopo le sette settimane di isolamento del rituale Thogal. In quell'occasione, riuscito a capire di essere stato condizionato mentalmente anni prima, si creò una personalità secondaria destinata ad attivarsi nel caso di un attacco psicologico. Mentre il nostro protagonista giace sotto terra, i membri del Guanto Nero, dopo essersi riuniti dinanzi alla sua tomba, tornano all'interno di Arkahm dove trovano ad aspettarli il Joker. Ucciso uno dei membri della loggia, il Joker scommette che Batman riuscirà a cavarsela nonostante il loro articolato piano. Durante il suo folle monologo, un membro del Guanto Nero smanetta con il "Bat-radia", la radio rotta che Batman ha ricevuto dalla sua allucinazione, inviando involontariamente un segnale che attiva il sistema di sicurezza di Arkham sigillando i presenti al suo interno. Nel frattempo, mentre Robin, messo alle strette da Pierrot Lunaire e Swagman, viene salvato dall'arrivo dal Club degli Eroi, Batman, facendo affidamento agli anni di preparazione e alle tecniche di respirazione, esce dalla tomba in cui è stato sepolto preparandosi a confrontarsi con il Dottor Hurt e Jezebel Jet, la donna che lo ha tradito. In quel momento, steso su un tavolo operatorio pronto a essere lobotomizzato da Le Bossu, Nightwing si risveglia in tempo riuscendo a liberarsi. Approfittando della confusione il Joker si allontana cercando di fuggire a bordo di un ambulanza, ma viene tamponato da una batmobile guidata da Damian finendo giù da un ponte. Intanto il Dottor Hurt viene raggiunto da Batman. Hurt continua ad asserire di essere suo padre ma Bruce è convinto che il criminale voglia solo traviarlo in un gioco psicologico e che in realtà si tratti di Mangrove Pierce, un attore impazzito che anni fa interpretò il "Guanto Nero". Hurt evita di rispondergli dichiarando che renderà pubbliche le prove della condotta dissoluta dei suoi genitori poi sale sopra un elicottero e cerca di fuggire. Batman salta sull'elicottero ma durante il successivo combattimento, l'elicottero precipita e i due avversari restano apparentemente vittime nell'esplosione. Robin, Nightwing e Alfred assistono impotenti alla tragedia mentre i membri del Guanto Nero si allontanano all'arrivo della polizia. Poco più tardi l'aereo privato di Jezebel Jet viene aggredito da un orda di Men-Bat di Talia che in questo modo si vendica della donna che ha contribuito a uccidere il padre di suo figlio. Nell'epilogo, in un flashback, vengono descritti gli ultimi istanti prima dell'omicidio dei genitori di Bruce. All'uscita dal cinema, dopo aver visto Zorro, il piccolo Bruce chiede a sua madre quanto sarebbe stato bello se ci fosse un tipo come Zorro a Gotham. La madre gli risponde che Gotham non sarebbe pronta ad accettare un giustiziere mascherato e che molto probabilmente rinchiuderebbero uno come Zorro ad Arkahm. Zur-En-Arrh.

32 pagine

protagonisti: Batman, Robin, Nightwing, Talia al Ghul, Damian Wayne, Jezebel Jet, Le Bossu, Pierrot Lunaire, Swagman, Scorpiana, Joker, Simon Hurt
apparizioni: Alfred Pennyworth, James Gordon, El Gaucho, Knight, Musketeer, Raven Red, Squire

da Batman vol 1 # 681, DC Comics - USA (Dic 2008)
Prima pubblicazione in Italia: Batman R.I.P. - Batman R.I.P., Planeta DeAgostini (Nov 2009)
Batman vol 1 # 682
Batman
Il colpevole è il maggiordomo
Grant Morrison (script) / Lee Garbett (art) / Trevor Scott (inks)
Alfred Pennyworth ripercorre insieme a Bruce la carriera di Batman, ricordando la fatidica notte in cui il pipistrello entrò in casa ispirando il giovane Bruce a diventare il Cavaliere Oscuro, la successiva lotta contro la variopinta criminalità di Gotham, l'incontro con il giovane Dick Grayson e l'esperimento per l'esercito in cui il dottor Simon Hurt ebbe modo di accedere alla mente di Batman. Bruce e Alfred discutono su quanto cose siano cambiate nel corso degli anni fino a quando il nostro protagonista si accorge che quello che ha di fronte non è il vero Alfred. Improvvisamente, nella sua mente, Bruce vive in un mondo in cui i suoi genitori non sono morti e lui è un medico a fianco del padre. Questa distorta rievocazioni degli eventi è dovuta a Lump, un parassito telepatico che Hurt ha impiantato nella mente di Bruce e che si cela tra i suoi ricordi sotto forma di Alfred. Il suo intento è quello di trasformare e convertire i suoi ricordi da utilizzare per riprodurre copie perfette di Batman per l'oscuro impero di Darkseid.

L'episodio è legato all'evento Crisi Finale e riprende la cattura di Batman, bloccato in una capsula e collegato ad un parassita mentale dagli scienziati di Apokolips, avvenuta in Final Crisis # 2.

22 pagine

protagonisti: Batman, Alfred Pennyworth (flashback), Robin (Dick Grayson) (flashback), Batwoman (Katherine Webb) (flashback), Catwoman (flashback), James Gordon (flashback), Mokkari, Simyan, Lump

da Batman vol 1 # 682, DC Comics - USA (Gen 2009)
Prima pubblicazione in Italia: Batman # 28, Planeta DeAgostini (Nov 2009)
Batman vol 1 # 683
Batman
Cos'ha visto il maggiordomo
Grant Morrison (script) / Lee Garbett (art) / Trevor Scott (inks)
Bruce Wayne vive in un mondo distorto in cui i suoi genitori non sono mai morti e, seguendo le orme di suo padre, è diventando un dottore. Tuttavia qualcosa lo turba e durante una conversazione con il fedele Alfred, accenna a un giovane orfano che nel tentativo di combattere il crimine è stato ucciso da un maniaco psicopatico poi condannato alla sedia elettrica. Successivamente una piaga si abbatte su Gotham uccidendo migliaia di persone, tra cui sua madre. Non c'era nessuno che potesse evitare la strage. Improvvisamente Bruce si ritrova nei panni di Batman per le strade di Gotham a combattere la criminalità in un caleidoscopio di ricordi inframmezzati da sprazzi di realtà alternative. In realtà Batman è caduto vittima di Simyon e Mokkari, i seguaci di Darkseid, che utilizzando Lump, sorta di parassita telepatico, stanno compiendo su di lui un vero e proprio lavaggio del cervello in modo da acquisire tutti i suoi ricordi per riversarli su dei cloni destinati a diventare i prossimi "Batman". Qualcosa però non va per il verso giusto e i cloni, impazziti dai troppi traumi subiti dal nostro protagonista, si uccidono con le proprie mani. Simyon e Mokkari cercano di fermare il processo uccidendo Lump. Nel mondo della mente Bruce ha un barlume di conoscenza di quello che sta accadendo e chiede a Lump di aiutarlo altrimenti entrambi moriranno. Mentre nel mondo reale la creatura viene uccisa Batman trova uno spiraglio per tornare alla realtà.

L'episodio, così come il precedente, è un tie-in di Final Crisis è si colloca prima di Final Crisis # 6.

22 pagine

protagonisti: Batman, Alfred Pennyworth (flashback), Robin (Tim Drake) (flashback), Simyan, Mokkari, Lump

da Batman vol 1 # 683, DC Comics - USA (Gen 2009)
Prima pubblicazione in Italia: Batman # 28, Planeta DeAgostini (Nov 2009)