Utenti registrati: 3309

Ci sono 2 utenti registrati e 48 ospiti attivi sul sito.

DanVilla / pahars82

Ultimi commenti

DanVilla su Marvel: Le battaglie del secolo # 27, laracelo su Cosmo Comics # 94, Fmedici su Cosmo Comics # 94, laracelo su Cosmo Comics # 94, laracelo su DC Library # 4,

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
Marvel: Le battaglie del secolo # 3

Marvel: Le battaglie del secolo # 3

Civil War 3 - La morte del sogno
RCS Quotidiani Maggio 2016
Iron Man / Captain America: Casualties of War # 1
Iron Man and Captain America
Rubicone
Christos Gage (script) / Jeremy Haun (art) / Mark Morales (inks)
La guerra civile tra supereroi ha diviso Capitan America e Iron Man, due vecchi amici che insieme hanno combattuto mille battaglie come leali compagni di lotta diventati ora i capi delle due fazioni contrapposte. Nella vecchia e abbandonata base dei Vendicatori, Capitan America e Iron Man si incontrano per un ultimo tentativo di riconciliazione ripercorrendo i momenti topici del lungo rapporto di amicizia e collaborazione e rievocando le loro vecchie avventure insieme ai Vendicatori. Terminati i ricordi Iron Man insiste sulla teoria che l'Atto di Registrazione dei Superumani sia necessario per frenare l'ostilità della comunità umana nei confronti dei supereroi. Dall'altra parte Capitan America ribadisce che si tratta di una lesione alla libertà personale ritenendo la legge una violazione dei diritti civili. Nel corso della discussione Tony Stark/Iron Man afferma di essere solo un ingranaggio del piano di registrazione. Vuole esserci per limitare i danni ben consapevole che senza di lui si andrebbe avanti comunque. Viceversa, Capitan America rappresenta l'anima della rivolta e senza di lui non ci sarebbe nè la resistenza nè i vendicatori Segreti. In definitiva, la tesi di Stark è che solo Capitan America può fermare questa assurda guerra. L'eroe a stelle e strisce, non cede minimamente alle parole dell'ex amico, ribaltando ogni esempio e mostrando sempre l'altra faccia della medaglia. Invoca tutte le volte che loro due hanno appianato da soli questioni gravissime, in base al buon senso e alla lealtà e dimostra quanto sia pericoloso per un superumano esporre la propria identità segreta citando numerosi esempi passati.
Alla fine il dialogo lascia il posto alle recriminazioni e agli insulti, fino a quando i due amici, ora rivali, prima di separarsi e prendere la propria strada, non si lasciano andare a un breve scontro fisico che sancisce una volta per tutte la fine di un epoca.

38 pagine

protagonisti: Iron Man, Captain America (Steve Rogers)

da Iron Man / Captain America: Casualties of War, Marvel Comics - USA (Feb 2007)
Captain America vol 5 # 22
Captain America
Tamburi di guerra, pt 1
Ed Brubaker (script) / Mike Perkins (art) / Mike Perkins (inks)
La comunità dei supereroi si è spaccata davanti ad una legge del governo che costringe gli individui dotati di superpoteri a registrare le proprie identità civili¹. Capitan America, rifiutando apertamente la legge, considerandola ingiusta e discriminatoria, è diventato il capo di una coalizione di supereroi che si oppone a questo provvedimento. Lo SHIELD, in prima linea contro i superumani che non vogliono sottoporsi all'atto di registrazione, ha istituito un corpo speciale di "caccia-maschere" per catturare i dissidenti. Capitan America è diventato il ricercato numero uno. Sharon Carter, l'agente dello SHIELD che da poco ha ricominciato ad avere una relazione con il leggendario eroe americano, si trova in una situazione scomoda quando Maria Hill, attuale capo dello SHIELD, gli ordina di catturare l'uomo che ama. La donna, istruita militarmente sembra eseguire gli ordini, riuscendo a incontrarsi con Capitan America in una isolata stanza d'albergo. Sharon cerca di convincere Steve ad abbandonare la sua battaglia personale poi, quando è pronta a far scattare la sua trappola, decide di non tradirlo, inviando i "caccia-maschere", pronti a intervenire a un suo segnale, in un altro luogo. L'Agente 13, combattutta tra l'amore e il dovere, decide di entrare in analisi presso uno degli psichiatri in forza allo SHIELD, ignorando che lo psichiatra a cui si è affidata è in realtà il redivivo Dottor Faustus in combutta con il Teschio Rosso.

(¹) vedi Civil War # 1 e il suo seguito.

22 pagine

protagonisti: Sharon Carter, Captain America (Steve Rogers)
apparizioni: Maria Hill, Dum Dum Dugan, Doctor Faustus, Red Skull

da Captain America vol 5 # 22, Marvel Comics - USA (Nov 2006)
Captain America vol 5 # 23
Captain America
Tamburi di guerra, pt 2
Ed Brubaker (script) / Mike Perkins (art) / Mike Perkins (inks)
Bucky Barnes, il Soldato d'Inverno, ex agente segreto agli ordini del Kgb, si è finalmente liberato dalle manipolazioni indotte dai sovietici durante la guerra fredda e ora si trova a lavorare per Nick Fury, l'ex capo dello SHIELD che attualmente offre un appoggio logistico a Capitan America e i suoi "ribelli". Bucky, seguendo le direttive di Fury, si introduce in una base segreta dello SHIELD consentendo a Fury di prendere il controllo del "Life Model Decoy", un sofisticato robot con le sue fattezze che lo SHIELD utilizza come rappresentanza. In questo modo Nick Fury infiltra un cavallo di troia all'interno dell'agenzia di spionaggio guidata da Maria Hill. Terminata la missione, Bucky, confuso e spaesato nel vedere combattere Capitan America contro gli amici di un tempo, continua ad aspirare nell'immediato futuro a una vendetta contro il russo Lukin ignorando che il suo nemico condivide il corpo con il Teschio Rosso. Intanto il criminale nazista, giunto a Latveria, stringe una misteriosa alleanza con il Dottor Destino.

22 pagine

protagonisti: Winter Soldier, Nick Fury
apparizioni: Red Skull, Doctor Doom

da Captain America vol 5 # 23, Marvel Comics - USA (Dic 2006)
Captain America vol 5 # 24
Captain America
Tamburi di guerra, pt 3
Ed Brubaker (script) / Mike Perkins (art) / Mike Perkins (inks)
Tralasciando per un momento la guerra civile che lo vede impegnato contro i suoi vecchi compagni di avventura, Capitan America, seguendo le indicazioni di Nick Fury, si introduce in una vecchia e abbandonata base dell'AIM trovandola assediata da agenti dell'Hydra. Sorpreso dai terrroristi in costume il nostro eroe viene impegnato in una battaglia al termine della quale si ritrova circondato dagli agenti dello SHIELD pronti a catturarlo. Inaspettatamente entra in scena Sharon Carter, l'Agente 13 che, grazie a un particolare congegno, riesce a neutralizzare le armature indossate dagli uomini dello SHIELD e a portare in salvo l'eroe a stelle e strisce. Inviata da Nick Fury, Sharon Carter, nonostante le rassicurazioni date al comandante Maria Hill, sembra ormai essere passata dalla parte di Capitan America. Nel frattempo il Teschio Rosso, tramando nell'ombra contro il nostro eroe, riportando in vita il mostruoso genetista Arnim Zola, si accinge a fare la sua mossa.

32 pagine

protagonisti: Captain America (Steve Rogers), Sharon Carter, Nick Fury, Maria Hill, Arnim Zola, Red Skull

da Captain America vol 5 # 24, Marvel Comics - USA (Gen 2007)
Captain America vol 5 # 25
Captain America
La morte del sogno, pt 1
Ed Brubaker (script) / Steve Epting (art) / Steve Epting (inks)
La Guerra Civile dei superumani è finita. Capitan America, resosi conto della portata dei danni che gli eroi in guerra stavano causando, ha gettato la maschera e si è arreso alle forze pro-registrazione guidate da Iron Man.¹ All'arresto dell'eroe a stelle e strisce, l'opinione pubblica si è divisa e i reportage giornalistici sull'avvenimento si susseguono in televisione. Capitan America viene lentamente condotto al palazzo di giustizia per esprimere le sue ragioni sul conflitto appena terminato. Tra la folla radunatasi nel luogo troviamo l'Agente 13, Sharon Carter e poco più distante Bucky Barnes, il Soldato d'Inverno, entrambi in contatto con Nick Fury che sembra aver ideato un piano per liberare il capitano. Falcon, dall'alto, controlla la situazione. Improvvisamente, da una finestra del palazzo adiacente il palazzo di giustizia, Crossbones, seguendo gli ordini del Teschio Rosso, con un fucile dotato di un mirino laser, spara su Capitan America. L'eroe a stelle e strisce, che si era accorto dell'agguato, per coprire gli innocenti viene ferito ad una spalla. Nel mezzo della confusione, tra la folla che cerca una via di fuga, Sharon Carter si precipita a soccorrere il suo amato. Il rumore di altri colpi di arma da fuoco vengono attutiti dal trambusto della folla. Mentre Capitan America viene ricoverato d'urgenza all'ospedale più vicino, Falcon e il Soldato d'Inverno catturano Crossbones, non sospettando che l'uomo in realtà è solo una pedina nel piano letale ordito dal Teschio Rosso e il Dottor Faustus. In serata i notiziari di tutto il mondo annunciano la morte di Steve Rogers, la leggenda vivente conosciuta come Capitan America si spegne in una morte che sembra avere un fortissimo significato simbolico. Sharon Carter, provata per la morte dell'amato, raggiunge l'ospedale ma viene avvicinata dalla figlia del Teschio Rosso che gli sussura una parola. La donna, all'istante, precipita nella disperazione, venendo a conoscenza di essere stata manipolata dal Dottor Faustus e, in uno stato di trance ipnotico, essere stata costretta (proprio nel momento in cui si avvicinava a Capitan America per soccorrerlo) a sparargli una serie di colpi a bruciapelo all'addome provocandone la morte. Il Teschio Rosso, con sopraffina cattiveria e malato ingegno, compie così la sua vendetta facendo uccidere il suo nemico per mano della donna amata.

(¹) vedi Civil War # 7.

22 pagine

protagonisti: Captain America (Steve Rogers) (deceduto), Sharon Carter, Winter Soldier, Falcon, Crossbones, Sin (Synthia Schmidt), Doctor Faustus, Red Skull

da Captain America vol 5 # 25, Marvel Comics - USA (Apr 2007)
Civil War: The Confession # 1
Iron Man and Captain America
La confessione
Brian Michael Bendis (script) / Alex Maleev (art) / Alex Maleev (inks)
L'episodio si divide in due parti.
Nella prima parte, che si svolge poco dopo la morte di Capitan America¹, Tony Stark alias Iron Man, diventato direttore dello SHIELD, raggiunge la salma dell'ex amico caduto, sfogandosi in una confessione nella quale rivela che da tempo era a conoscenza del pericolo di una Guerra Civile tra supereroi e aver fatto di tutto nel trovare una soluzione per causare meno danni possibili all'umanità. Tutto questo pur sapendo di dover andare contro uno dei suoi migliori amici. Ma ora, di fronte alla salma dell'eroe caduto, Tony Stark, distrutto ed in lacrime, rivela che "non ne valeva la pena".
Nella seconda parte, che si svolge prima della morte dell'eroe a stelle e strisce, Iron Man, raggiunto Capitan America, tenuto sotto sorveglianza in una cella del Raft, riceve dal suo ex compagno l'accusa di essersi venduto al governo per dare sfogo al suo smisurato egocentrismo e diventare una sorta di "re del mondo". Iron Man, ricevuto l'attacco verbale, lascia Capitan America non prima di avergli detto di non essere capace a perdere. Questo, molto probabilmente, è stato l'ultimo confronto tra Iron Man e Capitan America prima della morte della leggenda vivente.

22 pagine

protagonisti: Iron Man, Captain America (Steve Rogers)

da Civil War: The Confession, Marvel Comics - USA (Apr 2007)