Utenti registrati: 4053

Ci sono 6 utenti registrati e 187 ospiti attivi sul sito.

Frogolo / Dodo91 / ickers83 / peterpan / erundome / Puccettone82

Ultimi commenti

gptravini su , gptravini su New 52 Limited # 36, begins87 su Batman: La Leggenda # 22, Sylar82 su 100% Marvel # 178, Sylar82 su 100% Marvel # 181,

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
Marvel Collection # 19

Marvel Collection # 19 | Iron Man, pt 3

Panini Comics Gennaio 2012
Iron Man vol 1 # 12
Iron Man
L'arrivo del Controllore
Archie Goodwin (script) / George Tuska (art) / Johnny Craig (inks)
Iron Man si precipita a riattivare l'elaborato robot a sua immagine che sta per essere condotto all'ospedale, riuscendo a "riportarlo in vita" e rincuorando così la popolazione che ormai dava per spacciato l'imprenditore. Tony si sostituisce al "manichino vivente", che viene chiuso in una speciale cassaforte, riunendosi con gioia a Janice Cord. Nel frattempo, in New England, l'avvocato di quest'ultima, è alle prese con il fratello, Basil Sandhurst, uno scienziato megalomane rimasto coinvolto in un incidente che lo ha paralizzato. Basil è riuscito a costruire un potente esoscheletro alimentato dalle onde mentali assorbite con speciali dischi dalle persone che così vengono schiavizzate. Tony e Janice, giunti nel paese per prendere con l'avvocato gli ultimi accordi sul passaggio di proprietà della Cord, incontrano lo scienziato pazzo, ribattezzatosi il Controllore, che finisce per rapire Janice. Tony, indossata l'armatura di Iron Man, si scontra con il Controllore ma è subito sconfitto da uno dei suoi dischi mentali che lo rende schiavo del suo nemico.

20 pagine

protagonisti: Iron Man, Janice Cord, Controller (1ª apparizione)
apparizioni: Jasper Sitwell

da Iron Man vol 1 # 12, Marvel Comics - USA (Apr 1969)
Iron Man vol 1 # 13
Iron Man
Prigionieri del Controllore
Archie Goodwin (script) / George Tuska (art) / Johnny Craig (inks)
Ingannato il Controllore facendosi catturare solo per scoprire i suoi piani, Iron Man affronta il suo avversario ma viene momentaneamente sconfitto dal criminale che continua ad assorbire l'energia mentale delle persone diventando sempre più potente. Il Controllore, deciso a sottomettere gli abitanti di New York, ferma un treno in corsa, colloca i suoi dischi assorbenti sulla fronte dei passeggeri rendendoli suoi schiavi, carica l'assorbitore mentale sul convoglio e infine si dirige a New York. Nick Fury, in costante contatto con l'agente dello SHIELD, Jasper Sitwell, vuole fermare con ogni mezzo il convoglio, anche a scapito dei suoi passeggeri. Iron Man, per evitare la strage (sul treno si trova anche Janice) ferma il convoglio con una frana sui binari e attacca il Controllore, dando così tempo a Jasper di staccare il vagone con l'assorbitore mentale e, di fatto, indebolire il Controllore che viene sconfitto poco prima di essere colpito dalle onde mentali degli agenti dello SHIELD.

20 pagine

protagonisti: Iron Man, Janice Cord, Jasper Sitwell, Controller
apparizioni: Nick Fury

da Iron Man vol 1 # 13, Marvel Comics - USA (Mag 1969)
Iron Man vol 1 # 14
Iron Man
Il fantasma della notte
Archie Goodwin (script) / Johnny Craig (art) / Johnny Craig (inks)
Tony Stark, accompagnato da Janis Cord, si trova in isola caraibica per scoprire le cause dell'esplosione che ha distrutto una delle sue fabbriche. Il nostro imprenditore insieme all'ispettore Christophe, sulle tracce di un misterioso individuo ritenuto responsabile dell'incidente, vengono assaliti proprio da colui che viene chiamato il Fantasma della Notte. L'uomo, riuscito a rapire prima Christophe e poi Janice, si rivela essere Travis Hoyt, un vecchio amico di famiglia della Cord che, dopo un incidente che lo ha paralizzato, era riuscito a trovare una sorgente d'acqua radioattiva capace di rafforzargli il corpo pur deturpandogli il volto. Rifiutando la tecnologia e abbracciando la tradizione voodoo, Hoyt, ha impersonato il Fantasma della Notte istillando la paura nella popolazione locale. Riuscito a recuperare la valigetta, Tony si trasforma in Iron Man e affronta il criminale ma durante la battaglia quest'ultimo si getta nella fonte per rafforzarsi, finendo per sprofondare nelle viscere della Terra.
Terminata la loro avventura Tony e Janice fanno ritorno a casa.

20 pagine

protagonisti: Iron Man, Janice Cord, Night Phantom (1ª apparizione)

da Iron Man vol 1 # 14, Marvel Comics - USA (Giu 1969)
Iron Man vol 1 # 15
Iron Man
Disse l'Unicorno al Fantasma
Archie Goodwin (script) / George Tuska (art) / Johnny Craig (inks)
Durante la cerimonia per la fusione delle industrie Cord con quelle Stark, Tony, con distacco, si allontana da Janice per raggiungere Sitwell nel deserto del Nevada e testare un intensificatore di raggi cosmici. Lo Spirito Rosso, lo scienziato russo che vuole recuperare i suoi poteri perduti¹, convince l'Unicorno, suo connazionale al quale ha salvato la vita con una serie di iniezioni, a sottrarre il prezioso congegno all'interno della navicella dello SHIELD. Subito l'attacco, Sitwell getta con il paracadute Tony, poi subito dopo aver cercato di contrastare l'Unicorno, precipita con il velivolo. Mentre il nostro protagonista, giunto a terra, indossa l'armatura e affronta l'Unicorno, lo Spirito Rosso, utilizza l'intensificatore per riprendersi i suoi poteri, poi intrappola i due avversari nella sua base e innesca l'autodistruzione.

(¹) Lo Spirito Rosso ha perso i suoi poteri in Fantastic Four v1 # 29.

20 pagine

protagonisti: Iron Man, Janice Cord, Jasper Sitwell, Unicorn, Red Ghost, Alex Niven (1ª apparizione)

da Iron Man vol 1 # 15, Marvel Comics - USA (Lug 1969)
Iron Man vol 1 # 16
Iron Man
Bestie e uomini
Archie Goodwin (script) / George Tuska (art) / Johnny Craig (inks)
Mentre Nick Fury e gli agenti dello SHIELD recuperano Jasper Sitwell, sopravvissuto all'attacco dell'Unicorno ma finito in coma per la caduta, Iron Man insieme allo stesso Unicorno, sepolti dall'esplosione del laboratorio dello Spirito Rosso, uniscono le forze e insieme riescono a liberarsi. Lo Spirito Rosso, che ha acquisito nuovamente i suoi poteri e ha potenziato le sue due scimmie, penetra in una base dello SHIELD situata in Africa deciso a utilizzare l'intensificatore cosmico in tutta la sua potenza. Iron Man e l'Unicorno, uniti nel fermare lo scienziato russo, pur con motivazioni diverse, attaccano lo Spirito Rosso ma per la mancata coordinazione e la debolezza dei loro poteri, vengono sconfitti. Convinto di non avere più nessun ostacolo, il malvagio scienziato viene tradito proprio da una delle sue due scimmie che, ottenuta un'alta capacità intelllettiva, non è interessata al piano di conquista dello Spirito Rosso. L'Unicorno, con le ultime forze, fugge sulla sua astronave portandosi dietro lo scienziato convinto che troverà una cura per salvargli la vita.

20 pagine

protagonisti: Iron Man, Jasper Sitwell, Unicorn, Red Ghost
apparizioni: Nick Fury, Janice Cord

da Iron Man vol 1 # 16, Marvel Comics - USA (Ago 1969)
Iron Man vol 1 # 17
Iron Man
L'inizio della fine
Archie Goodwin (script) / George Tuska (art) / Johnny Craig (inks)
Mordecai Midas, avido ed eccentrico personaggio assetato di potere, accompagnato da Madame Masque, una misteriosa donna dal volto nascosto dietro una maschera d'oro, vogliono impossessarsi delle Industrie Stark ricattando Morgan Stark per colpire l'illustre cugino. Mentre Iron Man, di ritorno dall'africa, viene investito da un fulmine artificiale emesso da una navicella pilotata dagli uomini di Midas, a Long Island la misteriosa Madame Masque cerca invano di penetrare nelle Industrie Stark facendo esplodere alcuni reparti del complesso. Tony, tornato alla fabbrica qualche tempo dopo, scopre che la copia robotica usata in un recente passato per simulare se stesso¹, si è liberata a causa dell'esplosione e ha occupato il suo ufficio prendendo il suo posto. L'androide sembra aver preso coscienza e, per sostituirsi definitivamente al suo creatore, non esita a indossare l'armatura di Iron Man per liberarsi facilmente del nostro protagonista. Tony, fatto passare per un impostore, si aggira nei vicoli di New York dove, a causa delle condizioni precarie del suo cuore che lo costringe a fermarsi a caricare il corpetto collegando un cavo ad una batteria d'auto, viene sorpreso e inseguito da una pattuglia della polizia. In suo aiuto giunge Madame Masque che lo stordisce e lo porta nella sua navicella.

(¹) vedi Iron Man v1 # 11.

20 pagine

protagonisti: Iron Man, Morgan Stark, Madame Masque (1ª apparizione), Mordecai Midas (1ª apparizione)
apparizioni: Janice Cord, Alex Niven, Edwin Jarvis

da Iron Man vol 1 # 17, Marvel Comics - USA (Set 1969)
Iron Man vol 1 # 18
Iron Man
Anche gli eroi muoiono
Archie Goodwin (script) / George Tuska (art) / Johnny Craig (inks)
Il nostro protagonista è stato sequestrato da Mida che, insieme a Madame Masque, è convinto che lui sia un impostore e che l'androide che occupa il posto dell'imprenditore sia il vero Tony Stark. Il piano di Mida è quello di utilizzarlo per i suoi scopi e sostituirlo a quello che presume sia il vero industriale. Il nostro eroe, che non aspetta altro che riprendersi la sua fabbrica, regge il gioco e seguito da Madame Masque inizia un estenuante addestramento. Alla fine Tony penetra insieme a Madame Masque nella sua fabbrica per effettuare la sostituzione, ma la sua copia robotica e lì ad attenderlo con l'armatura di Iron Man. L'imprenditore, dopo aver favorito la fuga della ragazza mascherata, indossa la prima versione della sua armatura e affronta il simulatore. Durante la battaglia, le guardie della sicurezza chiamano i Vendicatori i quali accorrono appena in tempo per vedere Tony, con la vecchia armatura, sconfiggere l'impostore. Esausto dalla battaglia Tony Stark viene colpito da un grave attacco cardiaco e si accascia a terra.

20 pagine

protagonisti: Iron Man, Morgan Stark, Madame Masque, Mordecai Midas
apparizioni: Janice Cord, Alex Niven, Nick Fury, Captain America (Steve Rogers), Yellowjacket, Goliath, Wasp, Vision

da Iron Man vol 1 # 18, Marvel Comics - USA (Ott 1969)