Utenti registrati: 2574

Ci sono 2 utenti registrati e 68 ospiti attivi sul sito.

cmarchioro77 / Giamp

Ultimo commento

Cinghiale su Wolverine # 385

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
I Grandi Eventi Marvel # 5

I Grandi Eventi Marvel # 5 | World War Hulk

Panini Comics Febbraio 2014
World War Hulk Prologue: World Breaker # 1
Marvel Super Heroes
Casus Belli
Peter David (script) / Sean Phillips (art) / Alvaro Rio (art) / Lee Weeks (art) / Scott Hanna (inks) / Tom Palmer (inks) / Lee Weeks (inks)
Esiliato con l'inganno dai suoi stessi compagni sul pianeta Sakaar, carico di rabbia per aver perso il mondo che lo aveva acclamato come sovrano, e furioso per aver visto morire sua moglie Caiera e il figlio che portava in grembo¹, Hulk si prepara a ritornare sulla Terra per vendicarsi degli Illuminati, la casta di supereroi che lo ha tradito composto da Iron Man, Reed Richards, il Dottor Strange e Freccia Nera. A bordo di un astronave in compagnia dei Fratelli di Guerra, i gladiatori che con lui hanno diviso le sofferenze e le vittorie, Hulk, sfoga la sua rabbia contro degli alieni che hanno avuto la pessima idea di assalire la nave. Nel corso dello scontro, in un eccesso di furia cieca, Hulk sta per uccidere anche il senzanome della Covata ma il grosso Korg lo ferma in tempo mentre Hiroim, con la sua disciplina orientale, lo calma ristabilendogli un pò di equilibrio mentale. Nel frattempo sulla Terra, Jennifer Walters, rifugiatasi in una stanza di un motel dopo lo scontro avuto con Doc Samson², viene raggiunta dal forzuto psichiatra che cerca di spiegargli cosa lo ha spinto ad aiutare gli Illuminati. Jennifer non vuole sentire ragioni e i due si ritrovano a rievocare alcuni episodi del passato, ognuno citando gli esempi dal proprio punto di vista, ricordando alcune battaglie che hanno visto Hulk scontrarsi, singolarmente, con i quattro componenti degli Illuminati. Intanto Hulk, giunto in prossimità della Terra si prepara a sfidare il primo bersaglio della sua vendetta: Freccia Nera.

30 pagine

protagonisti: Hulk, Korg, Hiroim, Brood (no-name), Miek, Arch-E, Elloe Kaifi, Jennifer Walters, Doc Samson

da World War Hulk Prologue: World Breaker, Marvel Comics (Lug 2007)
World War Hulk # 1
Marvel Super Heroes
World War Hulk, capitolo 1
Greg Pak (script) / John Romita Jr (art) / Klaus Janson (inks)
Esiliato degli Illuminati¹, Hulk, dopo la distruzione del pianeta Sakaar² e la morte di Caiera, la moglie da cui aspettava un figlio, furioso come non mai è tornato sulla Terra per vendicarsi di coloro che lo hanno tradito. A bordo di una grossa astronave di pietra in compagnia dei Fratelli di Sangue, alieni dalle diverse razze che con lui hanno condiviso gioie e tragedie, Hulk prima di scendere sulla Terra fa una tappa sulla Luna dove affronta Freccia Nera, il re degli Inumani. Nonostante l'urlo ultrasonico di Freccia Nera, l'inumano cade sotto i colpi dalla furia di Hulk, la cui collera lo rende così forte che gli effetti della devastazione vengono avvertiti fin sulla Terra. Poco più tardi la grossa astronave si presenta nei cieli di Manhattan e Hulk, tramite una proiezione olografica visibile in tutto il mondo, lancia il suo ultimatum intimando alla popolazione che se entro ventiquattro ore non si presenterannoi i tre traditori rimasti, ovvero Tony Stark/Iron Man, Reed Richards e il Dottor Strange, inizierà a distruggere il pianeta a cominciare da New York. Mentre i vendicatori di entrambe le fazioni dopo tanto tempo si ritrovano uniti per fornire il loro aiuto ed evacuare l'intera popolazione di Manhattan, Iron Man, con una superarmatura progettata per l'occasione, è il primo a rispondere alla sfida lanciata da Hulk. In una New York praticamente deserta il vendicatore corazzato, utilizzando ogni sua risorsa a disposizione, affronta la furia di Hulk in una devastante battaglia. Nonostante tutta la potenza di fuoco scagliata contro Hulk il golia verde abbatte Iron Man e, dopo aver distrutto la Torre dei Vendicatori, emerge dalle macerie più furioso che mai.

42 pagine

protagonisti: Hulk, Iron Man, Doctor Strange, Mr Fantastic, Sentry, Black Bolt
apparizioni: Medusa, Spider-Man, She-Hulk, Doc Samson, Luke Cage, Ms. Marvel, Wonder Man

da World War Hulk # 1, Marvel Comics (Ago 2007)
World War Hulk # 2
Marvel Super Heroes
World War Hulk, capitolo 2
Greg Pak (script) / John Romita Jr (art) / Klaus Janson (inks)
Assetato di vendetta, Hulk è tornato sulla Terra per vendicarsi dei torti subuti dagli Illuminati. L'intera isola di Manhattan, luogo del primo scontro con Iron Man, è stata evacuata e ora il golia verde insieme ai suoi Fratelli di Sangue si appresta ad affrontare i Vendicatori di entrambi le fazioni. She-Hulk cerca di far ragionare suo cugino ma Hulk, furioso più che mai, non ne vuole sapere e in rapida successione abbatte tutti gli avversari. A questo punto come una furia incontenibile Hulk si dirige verso il Baxter Building. La Torcia Umana e Tempesta cercano di fermarlo facendo ricorso a tutti i loro poteri ma Hulk, la cui forza ha raggiunto livelli impressionanti, appare inarrestabile. Anche la Cosa nel successivo scontro cade sconfitta sotto i suoi colpi. Reed Richard cerca allora di replicare con un macchinario l'aura di Sentry e usarla per calmare Hulk, come già era riuscito a fare Sentry in passato¹, ma Hulk non si lascia ingannare e lo massacra sotto gli occhi impotenti della moglie i cui campi di forza vengono facilmente abbattuti. Con tutti i supergruppi caduti, Rick Jones, cerca di calmare Hulk facendo ricorso alla sua antica amicizia mentre il Dottor Strange cerca di penetrare nella sua mente alla ricerca di Banner ma entrambi falliscono non riuscendo a distogliere Hulk dalla sua sete di vendetta. Improvvisamente, alla guida di un convoglio militare, appare il generale Thunderbolt Ross pronto all'ennesima sfida contro il suo antico avversario.

(¹) vedi Sentry v2 # 3.

38 pagine

protagonisti: Hulk, Hiroim, Korg, Elloe Kaifi, Miek, Brood (no-name), She-Hulk, Doc Samson, Ares, Storm, Human Torch, The Thing, Mr Fantastic, Invisible Woman, Doctor Strange, Rick Jones
apparizioni: Iron Fist, Ronin, Echo, Ms. Marvel, Wonder Man, Luke Cage, Spider Woman, Spider-Man, Black Panther, Sentry, Thunderbolt Ross

da World War Hulk # 2, Marvel Comics (Set 2007)
World War Hulk # 3
Marvel Super Heroes
World War Hulk, capitolo 3
Greg Pak (script) / John Romita Jr (art) / Klaus Janson (inks)
La furia di Hulk appare inarrestabile e qualsiasi tentativo di fermarlo da parte dei supereroi che hanno cercato di contrastarlo è fallito miseramente. Ora tocca al generale Thunderbolt Ross, l'uomo che perseguita Hulk fin dalla sua nascita, attaccare Hulk con uno spiegamento di forze imponente e con armi tali da scalfire anche la sua robusta pellaccia. Nel corso del bombardamento, la psiche del golia verde viene attaccata nuovamente dal Dottor Strange che, nella sua forma astrale riesce a raggiungere Bruce Banner per cercare di convincerlo che gli Illuminati non sono responsabili dell'esplosione dell'astronave che ha provocato la distruzione di Sakaar e della conseguente morte di sua moglie Caiera e del figlio che aveva in grembo. Banner reagisce e dopo avergli stritolato le mani si libera dal controllo di Strange tornando nella realtà, bombardato con una pioggia di dardi di adamantio, pronto ad abbattere e distruggere in mille pezzi l'imponente esercito del generale Ross. Poco tempo più tardi, mentre Sentry, nonostante le sollecitazioni del presidente degli Stati Uniti, esita a scendere in campo ad aiutare i supereroi, Hulk, stanco dei tentativi del Dottor Strange che cerca di penetrare nella sua mente, manda Hiroim e Elloe a catturarlo. Rinchiuso nella sua casa a Greenwich Village, Strange, approfittando di Pugno d'Acciaio, Ronin ed Echo che cercano di rallentare i due Fratelli di Guerra, evoca il pericoloso demone Zom per fondersi con esso e avere la potenza sufficiente ad abbattere Hulk.

38 pagine

protagonisti: Hulk, Hiroim, Elloe Kaifi, Thunderbolt Ross, Doctor Strange, Zom
apparizioni: Iron Fist, Ronin, Echo, Wong, Sentry, Korg, Miek, Rick Jones

da World War Hulk # 3, Marvel Comics (Ott 2007)
World War Hulk # 4
Marvel Super Heroes
World War Hulk, capitolo 4
Greg Pak (script) / John Romita Jr (art) / Klaus Janson (inks)
Per ottenere la forza necessaria per fermare la furia di Hulk, il Dottor Strange è stato costretto a evocare e fondersi con il demone Zom. Mentre i due si affrontano per le strade di Manhattan, lo Stregone Supremo, non riuscendo a controllare la potenza distruttiva acquisita, rischia di mettere a repentaglio la vita di alcuni innocenti che, ironicamente, vengono messi in salvo proprio dallo stesso gigante di giada. Questo atto sconsiderato rende Hulk colmo di rabbia e il Dottor Strange viene così abbattuto per essere trascinato nel luogo in cui sono stati portati tutti agli altri eroi catturati. All'interno del Madison Square Garden, trasformato in una sorta di arena, Hulk vuole "offrire" agli Illuminati lo stesso trattamento che gli era stato riservato su Sakaar, ossia mortali gare gladiatorie contro mostri di ogni sorta. Mentre Freccia Nera e il Dottor Strange, costretti ad impugnare lancia e scudo, riescono a fermare un primo mostro, Tony Stark e Reed Richards, impossibilitati a ribellarsi dai dischi dell'obbedienza che gli sono stati impiantati, sono costretti a combattere l'uno contro l'altro. Tony Stark, privato della sua armatura, è sul punto di soccombere sotto i colpi di Reed Richards ma mentre la folla sugli spalti reclama a gran voce la morte per gli sconfitti e Hulk, come un novello imperatore dell'antica Roma, si appresta a mostrare il suo pollice verso, Sentry, che finalmente è riuscito a vincere la sua agorafobia, decide di mettersi in volo preparandosi a scatenare il suo pieno potenziale per fermare Hulk.

38 pagine

protagonisti: Hulk, Hiroim, Korg, Elloe Kaifi, Miek, Brood (no-name), Rick Jones, Doctor Strange, Tony Stark, Mr Fantastic, Black Bolt, Zom
apparizioni: Thunderbolt Ross, The Thing, Storm, She-Hulk, Invisible Woman, Human Torch, Ms. Marvel, Doc Samson, Luke Cage, Black Panther, Echo, Iron Fist, Spider Woman, Spider-Man, Sentry

da World War Hulk # 4, Marvel Comics (Nov 2007)
World War Hulk # 5
Marvel Super Heroes
World War Hulk, capitolo 5
Greg Pak (script) / John Romita Jr (art) / Klaus Janson (inks)
Hulk si appresta a esercitare la sua volontà costringendo Reed Richards, attraverso i dischi di obbedienza, a sferrare il colpo mortale contro Tony Stark, ormai inerme a terra. Nel momento in cui Reed cala la mazza chiodata su Tony, Hulk annulla il disco dell'obbedienza, salvando così la vita al suo nemico e dimostrando agli Illuminati di non essere un assassino. In quel momento fa la sua comparsa Sentry, felice di poter attaccare Hulk senza dover trattenere i colpi. Nel corso del devastante scontro, Sentry, privo dei propri freni inibitori, finisce per diventare un pericolo assai maggiore di quello causato da Hulk. Mentre il resto degli eroi, ormai liberi, mettono in salvo i civili, Hulk e Sentry, dopo essersi scambiarsi colpi potentissimi all'interno di un'incandescente globo di luce, si annullano a vicenda finendo per tramutarsi nei loro innocui alter ego. Il pericolo sembra essere cessato, ma l'insettoide Miek, impugnata una lancia, cerca di colpire Banner, per farlo ritrasformare in Hulk, ferendo al suo posto Rick Jones che gli fa scudo col suo corpo. La vista di Rick a terra sanguinante fa nuovamente trasformare Banner in Hulk, che comincia ad aggredire l'insettoide. A questo punto Miek confessa di aver causato indirettamente l'esplosione su Sakaar che uccise Caiera e milioni di persone, non rivelando di aver visto gli uomini del Re Rosso sabotare la navicella con la quale Hulk era giunto su Sakaar. Miek voleva spronare Hulk, che col matrimonio aveva trovato pace e serenità, a ricominciare la sua crociata di distruzione. Furioso come non mai per l'amara rivelazione, Hulk inizia ad emanare radiazioni gamma in grande quantità, poi, in un barlume di lucidità, trattiene all'interno del suo corpo la devastante energia consentendo a farsi colpire con un raggio ingegnerizzato da Tony Stark che lo riporta alla sua forma umana. La guerra è definitivamente finita, Banner, privo di coscienza viene preso in consegna dallo SHIELD che lo terrà prigioniero in una base sotterranea sotto sedativi.
Intanto sul pianeta Sakaar, dal cratere in cui morì Caiera, sorge quello che sembra essere il figlio di Hulk.

43 pagine

protagonisti: Hulk, Hiroim, Korg, Elloe Kaifi, Miek, Brood (no-name), Rick Jones, Sentry, Tony Stark, Mr Fantastic
apparizioni: The Thing, Invisible Woman, Ares, Thunderbolt Ross, Storm, She-Hulk, Doc Samson, Ms. Marvel, Luke Cage, Wonder Man, Iron Fist, Spider Woman, Spider-Man, Black Panther, Human Torch, Black Bolt

da World War Hulk # 5, Marvel Comics (Gen 2008)
World War Hulk: Aftersmash # 1
Hulk
Il dopoguerra
Greg Pak (script) / Rafael Sandoval (art) / Vincente Cifuentes (inks)
La guerra è finita. Hulk è stato catturato. Il giorno dopo la battaglia l'isola di Manhattan si presenta come un cumulo di macerie. Gli eroi che hanno partecipato allo scontro, ognuno a modo suo, lentamente si riprendono cercando di dare il proprio contributo affinché si torni al più presto alla normalità. Iron Man, nonostante sia ancora ferito, cerca di coordinare le operazioni di salvataggio, Misty Knight, ancora scossa per la morte di Humbug¹, cerca di aiutare il vendicatore in armatura a fermare le varie razze aliene di Saakar che scorazzano per la città, Ercole, coordinato da Amadeus Cho e da tutti gli altri eroi, utilizza la sua immane forza per unire le falde dell'isola di Manhattan separatesi durante la battaglia. Nel frattempo, i Fratelli di Guerra, il gruppo di alieni dalle diverse razze rimasti orfani di Hulk, dopo essere stati presi in custodia dallo SHIELD, riescono a liberararsi ma vengono subito affrontati dall'Uomo Ragno, Luke Cage e la Cosa. Nel corso del combattimento Elloe Kaifi, nel cercare di sedare uno scontro tra due fazioni di alieni di Saakar, rimane gravemente ferita e viene subito raggiunta dai suoi compagni che insieme a lei riescono a fuggire in un cunicolo nel sottosuolo di Manhattan. Parallelamente a queste vicende, il giovane Tom Foster si impadronisce di un campione di particelle Pym diventando il nuovo Golia Nero. Inizialmente il ragazzo vorrebe vendicarsi di coloro che ritiene responsabili della morte dello zio, ma, dopo un primo momento di sbandamento, viene portato alla ragione e utilizza il suo nuovo potere per unirsi alla squadra di soccorso.

L'episodio si svolge successivamente agli eventi di World War Hulk # 5.

(¹) vedi Heroes for Hire # 15.

34 pagine

protagonisti: Iron Man, Hercules, Misty Knight, Amadeus Cho, The Thing, Spider-Man, Luke Cage, Goliath, Hiroim, Elloe Kaifi, Korg, Brood (no-name)
apparizioni: Dum Dum Dugan

da World War Hulk: Aftersmash, Marvel Comics (Gen 2008)