Utenti registrati: 2716

Ci sono 0 utenti registrati e 26 ospiti attivi sul sito.

Ultimo commento

XanderLit su Marvel Zombies/Army of Darkness # 1

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
Marvel Collection # 207

La storia segreta di Capitan America durante la Seconda Guerra Mondiale rivelata! La vera entità delle trame tessute da Madame Hydra finalmente vengono alla luce. Ma solo un uomo potrà condurre l'Hydra in una nuova era di predominio e superiorità – e non è il Teschio Rosso... È un eroe. Un Avenger. La leggenda vivente. la Sentinella della Libertà. Diventerà la più grande minaccia dell'umanità?

Marvel Collection # 207 | Capitan America - Steve Rogers 2: L'Impero in Marcia

Panini Comics Aprile 2019
Civil War II: The Oath # 1
Captain America
Civil War II: Il giuramento
Nick Spencer (script) / Raffaele Ienco (art) / Szymon Kudranski (art) / Phil Noto (art) / Rodrigo Reis (art)
Steve Rogers sale sull'Iliad, il grande eleivelivolo dello SHIELD, per recarsi nella stanza dove, da quando è terminata la Seconda Guerra Civile, si trova il corpo di Tony Stark in animazione sospesa. Dinanzi al macchinario che tiene in vita il suo vecchio compagno di avventure, Capitan America inizia a parlare in una sorta di monologo raccontandogli di aver da poco accettato di diventare il nuovo direttore dello SHIELD. Aprendosi in una sorta di confessione, Rogers gli racconta di una recente discussione avuta con Carol Danvers sempre più intenzionata a portare avanti il progetto di scudo planetario fornitogli dalla fuggitiva Maria Hill, rivelandogli, con un sincero dolore, che lo vorrebbe al suo fianco in questo momento così delicato. Lentamente le sue parole si fanno più dure e Rogers inizia a criticare i cosiddetti "eroi" che secondo lui non pensano più alla giustizia o a debellare il male. Hanno il potere e lo esercitano senza scrupoli allontanandosi sempre di più dalla gente che ormai li odia. Poi, avvicinandosi al corpo inerme di Stark, gli rivela che lui non è più l'uomo che crede che sia, forse non lo è mai stato, affermando che la visione della sua morte per mano di Miles Morales gli ha aperto gli occhi vedendo nei dettagli di quella visione la sua vittoria, una America sottomessa al potere dell'HYDRA.

30 pagine

protagonisti: Captain America (Steve Rogers), Carol Danvers
apparizioni: Sharon Carter, Sam Wilson, Spider-Man (Miles Morales), Wasp (Nadia Pym), Hawkeye (Clint Barton) , Red Wolf

da Civil War II: The Oath, Marvel Comics (Mar 2017)
Captain America: Steve Rogers # 12
Captain America
Hail Hydra!: La strada verso Secret Empire, parte 4
Nick Spencer (script) / Andres Guinaldo (art) / Javier Pina (art) / Scott Hanna (inks) / Javier Pina (inks) / Rachelle Rosenberg (colors)
Flashback. Capitan America e Bucky sono diventati l'emblema delle forze dell'Asse contro il Reich e l'Hydra. Il barone Zemo guida un esercito di terrore mentre il Teschio Rosso inizia ad affacciarsi come spaventosa nemico degli Americani e i suoi alleati. Durante una missione Capitan America si allontana da Bucky e con la scusa di essere a caccia di prigionieri si incontra con Helmut. Steve gli fornisce informazioni sugli alleati mentre il suo amico gli chiede di occuparsi di una spia che si trova tra le file dell'Hydra, Elisa Sinclair.
Presente. Nel laboratorio del Dottor Selving quest'ultimo accetta malvolentieri la presenza del Barone Zemo che Steve Rogers spinge affinché possa collaborare con lui. Nel frattempo, mentre Capitan America affronta e ferma l'Androide del Pensatore Pazzo all'interno del museo nazionale di storia naturale, a Bagalia Taskmaster e Black Ant si incontrano con Maria Hill, da poco scaricata dallo SHIELD, per potergli vendere dei video che comprometterebbero la reputazione di Capitan America. I due criminali in costume vorrebbero ricavare parecchi milioni di dollari ma quando iniziano a trattare scoprono di avere di fronte Madame Hydra, Elisa Sinclair!

20 pagine

protagonisti: Captain America (Steve Rogers), Erik Selvig, Baron Zemo (Helmut Zemo), Maria Hill, Black Ant (Eric O'Grady), Taskmaster, Awesome Android, Madame Hydra (Elisa Sinclair)
apparizioni: Sharon Carter, Rick Jones

da Captain America: Steve Rogers # 12, Marvel Comics (Apr 2017)
Captain America: Steve Rogers # 13
Captain America
Hail Hydra!: La strada verso Secret Empire, parte 5
Nick Spencer (script) / Ro Stein (art) / Ted Brandt (inks) / Rachelle Rosenberg (colors)
1944. Capitan America viene informato dall'alto comando che Bucky e gli Invasori hanno stanato il Barone Zemo mentre si stava preparando a dirottare un drone sperimentale che si trova a Londra e lanciarlo contro New York. Steve interviene e, fingendo di aiutare gli Invasori, cerca di ostacolarli. Nonostante tutto Bucky riesce a intrappolare il Barone Zemo sul drone programmandolo per precipitare nell'Atlantico e Steve ed Helmut non possono fare altro che assistere alla sua morte.
Presente. Mentre il Teschio Rosso si appropria dell'arsenale atomico di Sokovia, Helmut Zemo raduna un esercito di supercriminali con l'intenzione di aiutare Steve Rogers per colpire Bucky e recuperare Kobik.

20 pagine

protagonisti: Captain America (Steve Rogers), Bucky Barnes (flashback), Human Torch (Jim Hammond) (flashback), Spitfire (flashback), Namor the Sub-Mariner (flashback), Union Jack (flashback), Baron Zemo (Helmut Zemo), Baron Zemo (Heinrich Zemo) (flashback), Sin (Synthia Schmidt), Red Skull

da Captain America: Steve Rogers # 13, Marvel Comics (Mag 2017)
Captain America: Steve Rogers # 14
Captain America
Hail Hydra!: La strada verso Secret Empire, parte 6
Nick Spencer (script) / Jesus Saiz (art) / Rachelle Rosenberg (colors)
1944. Capitan America si reca da Elisa Sinclair, la donna che gli è stata indicata essere una traditrice. Nel momento che l'affronta, Elisa Sinclair mostra il suo arcano potere riuscendo a convincere il nostro eroe di non essere lei la traditrice dell'Hydra ma bensì il Teschio Rosso.
Presente. Capitan Marvel si sta preparando a testare lo scudo spaziale. Capitan America, contrario allo scudo, fa intervenire Quasar che quasi annienta la difesa creata da Alpha Flight, per poi ordinare a Rick di trovare una falla nei sistemi e spegnere lo scudo. Nel frattempo Elisa Sinclair, Madame Hydra, recluta e convoca il nuovo Concilio Supremo dell'Hydra, composto da Viper, il Dottor Faustus, Zola, Gorgon, nuovo Kraken e il redivivo Hive.

20 pagine

protagonisti: Captain America (Steve Rogers), Captain Marvel (Carol Danvers), Kraken (1ª apparizione), Arnim Zola, Gorgon (Tomi Shishido), Doctor Faustus, Viper (Ophelia Sarkissian), Hive, Black Ant (Eric O, Taskmaster, Madame Hydra (Elisa Sinclair)
apparizioni: Quasar (Avril Kincaid)

da Captain America: Steve Rogers # 14, Marvel Comics (Mag 2017)
Captain America: Steve Rogers # 15
Captain America
Sacrificio
Nick Spencer (script) / Javier Pina (art) / Andres Guinaldo (art) / Rachelle Rosenberg (colors)
1944. Capitan America affronta il Teschio Rosso che ha preso il controllo dell'Hydra per alimentare le sue ambizioni. Superato tutti i soldati che gli invia contro, Steve, trovatosi di fronte al Teschio Rosso, è costretto a sottomettersi alla sua volontà dopo aver scoperto che il criminale ha catturato e tiene prigioniero Helmut Zemo.
Presente. Il Teschio Rosso, dopo aver perso il potere telepatico di Charles Xavier¹, viene liberato da sua figlia Sin che lo porta alla sua residenza segreta. Nel frattempo Sharon Carter, contravvenendo alle indicazioni del consiglio mondiale, ordina allo SHIELD di attaccare le forze Hydra in Sokovia dopo che il Teschio Rosso ha minacciato di lanciare degli ordigni nucleari contro l'Europa. Intanto Capitan America raggiunge il Teschio Rosso e dopo avergli detto che ha corrotto l'Hydra per i suoi fini e di non essergli mai stato fedele lo colpisce brutalmente scaraventandolo fuori dalla finestra. Sin e Crossbones si schierano dalla parte di Capitan America il quale viene poco dopo raggiunto dal Consiglio Supremo dell'Hydra pronto a sostenerlo.

24 pagine

protagonisti: Captain America (Steve Rogers), Sharon Carter, Baron Zemo (Helmut Zemo), Madame Hydra (Elisa Sinclair), Crossbones, Sin (Synthia Schmidt), Red Skull
apparizioni: Arnim Zola, Doctor Faustus, Kraken, Hive, Viper (Ophelia Sarkissian), Gorgon (Tomi Shishido)

da Captain America: Steve Rogers # 15, Marvel Comics (Giu 2017)
Captain America: Steve Rogers # 16
Captain America
Sorge l'impero
Nick Spencer (script) / Yildiray Cinar (art) / Kevin Libranda (art) / Jon Malin (art) / Yildiray Cinar (inks) / Kevin Libranda (inks) / Jon Malin (inks) / Rachelle Rosenberg (colors)
1945. Elisa Sinclair riporta Capitan America alla Fortezza di Hydra. Tutto è ormai perduto, il Teschio Rosso e il Terzo Reich hanno corrotto Hydra e gli Alleati stanno completando la loro superarma, il Cubo Cosmico. Dopo aver fatto riabbracciare a Steve sua madre, Elisa lo invia in missione nel Pacifico dove incontra Kraken. Nonostante gli Alleati riescano a cambiare la realtà, facendo in modo che Hydra non vinca la guerra, Steve riesce a rimanere immutato in maniera che tra molte decadi possa riportare Hydra alla sua giusta gloria.
Presente. Helmut Zemo si informa su come procedono i lavori per ripristinare il Cubo Cosmico, poi cattura Bucky e lo lega su un drone per vendicare la morte di suo padre. Bucky dice che è tutto falso, la storia è stata riscritta da Kobik. Zemo non si scompone e prima che il razzo prendi il volo gli dice che anche se fosse vero quello che dice, lui farà in modo che il sogno di Steve diventi realtà. Intanto a Bagalia, Maria Hill scopre che Steve Rogers è il leader di Hydra e subito avvisa Bucky. Black Ant lo ferma, trasmettendo a Steve i codici per accedere allo scudo planetario di Alpha Flight mentre Maria Hill viene attaccata dalle truppe Hydra Nel frattempo Selvig e Fixer stanno lavorando per completare il Cubo Cosmico. Selvig però è troppo affezionato a Kobik e, dopo aver fermato Fixer, invia lontano i frammenti e poi si suicida. La notizia arriva a Steve Rogers che ha riabbracciato Elisa e ha preso il comando del nuovo Alto Concilio dell'Hydra. Mentre il drone su cui si trova Bucky esplode, un agente si suicida distruggendo il trasmettitore che proietta lo scudo che dovrebbe proteggere la Terra dall'imminente assalto Chitauri. Contemporaneamente mentre l'Esercito del Male assalta New York, e Faustus prende il controllo dell'Elivelivolo inviato a Sokovia, Steve Rogers arringa le truppe di Hydra, dicendo che la loro organizzazione è rinata e presto tutto il mondo griderà insieme a loro "Hail Hydra!"

30 pagine

protagonisti: Captain America (Steve Rogers), Maria Hill, James Barnes, Rick Jones, Erik Selvig (deceduto), Fixer, Atlas, Moonstone, Black Ant, Gorgon (Tomi Shishido), Viper (Ophelia Sarkissian), Hive, Kraken, Arnim Zola, Doctor Faustus, Baron Zemo (Helmut Zemo), Madame Hydra (Elisa Sinclair)
apparizioni: Sin (Synthia Schmidt), Crossbones, Taskmaster, Nitro, Dragonfly, Cyclone (Pierre Fresson), Ironclad, Baron Blood

da Captain America: Steve Rogers # 16, Marvel Comics (Giu 2017)
Captain America: Steve Rogers # 17
Captain America
Secret Empire
Nick Spencer (script) / Ramon Bachs (art) / Andres Guinaldo (art) / Rachelle Rosenberg (colors)
L'Hydra guidata da Steve Rogers ha preso il controllo degli Stati Uniti. La città di Las Vegas è stata rasa al suolo scuotendo la comunità dei superumani che resistono al nuovo dispotismo di Rogers e dei suoi nuovi alleati¹. A Sally Floyd, la giornalista che in passato aveva intervistato Capitan America, gli viene concesso di intervistare in diretta televisiva Steve Rogers nei panni del leader supremo Hydra. Unico vincolo, come le ricorda il Dottor Faustus, è che non potrà parlare di quanto accaduto a Las Vegas. La giornalista gli chiede del trattamento che è stato riservato agli Inumani, gli domandando della nazione mutante governata da Xorn creata segretamente dall'accordo con Magneto, e lo incalza sulla "grande illusione" della vittoria degli Alleati nella Seconda Guerra Mondiale facendogli notare che l'Hydra in Europa ancora non esisteva. Steve Rogers risponde dicendo che si tratta delle manipolazioni della stampa spinta dalla propaganda e dalle modifiche create dal cubo cosmico per poi affermare che l'economia è in crescita, le strade sono nuovamente sicuri, e la gente grida spontaneamente "Hail Hydra". A questo punto Sally Floyd gli dice che il popolo di Las Vegas non può certo gridare Hail Hydra. Improvvisamente la trasmissione viene interrotta, e la giornalista viene presa in custodia dalle guardie mentre Steve Rogers, lasciando gli studi televisivi, viene acclamato dalla folla.

(¹) L'episodio è un tie-in di Secret Empire e si colloca cronologicamente subito dopo Secret Empire # 2.

20 pagine

protagonisti: Sally Floyd, Magneto (flashback), Doctor Faustus, Hydra Supreme (Steve Rogers)

da Captain America: Steve Rogers # 17, Marvel Comics (Lug 2017)
Captain America: Steve Rogers # 18
Captain America
Secret Empire
Nick Spencer (script) / Donny C. Cates (script) / Andres Guinaldo (art) / Javier Pina (art) / Rachelle Rosenberg (colors)
Steve Rogers, leader supremo di Hydra, si dirige a Bruxelles presentandosi alle Nazioni Unite scortato dai suoi uomini più fedeli. Quello che inizialmente sembra un classico incontro diplomatico, ben presto si trasforma in un'aperta minaccia ai governanti esteri in cui Steve Rogers dopo aver elencato le intenzioni dell'Hydra dichiara che non tollererà attacchi o ingerenze, e che presto tutti loro saranno sotto il suo controllo, affinché il mondo intero sia in pace. Durante il discorso di Rogers, la Resistenza europea a Parigi cerca di respingere le forze di Hydra così come fanno gli Ascendants nel Mar Cinese Meridionale. Steve Rogers viene interrotto solo da T'Challa, il re del Wakanda che appare sugli schermi invitandolo a non attaccare più il suo paese, dal momento che il primo tentativo è stato pagato a caro prezzo da Zola. Intanto Namor seduto nel suo trono ripensa al sacrificio che ha dovuto compiere per salvare il suo regno consegnando a Steve Rogers il frammento del Cubo Cosmico che custodiva.

L'episodio è un tie-in di Secret Empire

20 pagine

protagonisti: Hydra Supreme (Steve Rogers), Madame Hydra (Elisa Sinclair), Gorgon (Tomi Shishido), Hive, Arnim Zola, Baron Zemo (Helmut Zemo), Black Panther, Namor the Sub-Mariner, Black Ant (Eric O
apparizioni: Scarlet Witch, Vision, Superior Octopus, Taskmaster

da Captain America: Steve Rogers # 18, Marvel Comics (Ago 2017)
Captain America: Steve Rogers # 19
Captain America
Secret Empire
Nick Spencer (script) / Donny C. Cates (script) / Andres Guinaldo (art) / Javier Pina (art) / Rachelle Rosenberg (colors)
Steve Rogers è stanco e depresso. Nonostante tutti i suoi piani e i suoi sacrifici ha perso Elisa Sinclair, l'unica donna che ha sempre creduto in lui. Steve ricorda la loro ultima cena, quando insieme a lei brindava ad Hydra. Ricorda le parole di quella sera in cui Elisa disse che un giorno potrebbe ritrovarsi solo contro il mondo. Quel giorno sembra essere arrivato e Steve finisce per litigare con Thor, che vuole essere chiamato Odinson, e ha delle parole di disprezzo nei suoi confronti. Steve lo provoca dicendo che Mjolnir si trova davanti al monumento di Washington consigliandogli di andarlo a prendere la prossima volta che vorrà criticarlo. Successivamente Steve incontra Sharon Carter prigioniera in una cella ma la donna lo paragona al Teschio Rosso, un criminale fascista colpevole di aver ucciso centinaia di persone, compreso Rick Jones. Steve Rogers si allontana e indossato la divisa Hydra inizia la sua conferenza stampa e iniziare la guerra, lui solo contro il mondo.

Tie-in di Secret Empire.
La storia continua in Captain America vol 8 # 25.

20 pagine

protagonisti: Hydra Supreme (Steve Rogers), Odinson, Sharon Carter, Elisa Sinclair (flashback)

da Captain America: Steve Rogers # 19, Marvel Comics (Set 2017)
Captain America: Sam Wilson # 22
Sam Wilson
End of the Line, Part 4
Nick Spencer (script) / Sean Izaakse (art) / Nolan Woodard (colors)
Sam Wilson ha abbandonato il costume di Capitan America mettendosi a girovagare da solo nel deserto dell'Arizona. Mentre il nostro protagonista per un paio di giorni si isola dal mondo, il paese viene conquistato dall'Hydra guidato da Steve Rogers, l'eroe a stelle e strisce rivelatosi essere un traditore. Venuto a conoscenza di quanto accaduto Sam è sconvolto non rinunciando però a salvare una donna e sua figlia inumana presa di mira da un gruppo di balordi che in nome del nuovo ordine instaurato dall'Hydra li stavano importunando. Sam vorrebbe isolarsi nuovamente ma la donna lo implora di aiutarla. Il nostro eroe dediche di contattare Misty e con il suo aiuto e quello di Dennis Dunphy, aiuta la donna a fuggire dal paese. In breve tempo si ritrova ad aiutare altri rifugiati che vogliono lasciare il paese compresa Cassie Lang, la figlia di Ant Man. Quest'ultimo lo convince ad incontrarsi con gli altri membri della Resistenza.

L'episodio è un tie-in di Secret Empire.

20 pagine

protagonisti: Sam Wilson, Misty Knight, Dennis Dunphy, Scott Lang

da Captain America: Sam Wilson # 22, Marvel Comics (Lug 2017)
Captain America: Sam Wilson # 23
Sam Wilson
End of the Line, Part 5
Nick Spencer (script) / Joe Bennett (art) / Joe Pimentel (inks) / Matt Yackey (colors)
Sam Wilson si è unito ai membri della Resistenza che si oppongono al governo dittatoriale instaurato dall'Hydra negli Stati Uniti. Usando un tratto di metropolitana collegato a una sorta di portale attivato anni prima da Abner Doolittle, esperto in viaggi del tempo e dimensionali, Sam cerca di portare Scott Lang, Mimo, Ercole, Quicksilver e l'AI di Tony Stark fuori dal paese per aiutarli a recuperare i frammenti del Cubo Cosmico e cercare di far tornare Steve Rogers l'eroe stimato da tutti. Durante il viaggio il gruppo si ritrova in un tunnel circondato da mostri ma prima che gli eroi si scagliano contro le creature interviene Sam che rivela loro di essere nel territorio dell'Uomo Talpa è di avere fatto un accordo con lui affinché possano passare indisturbati. L'accordo salta quando i Dreadnoughts, gli androidi da combattimento dell'Hydra che si trovavano sulle loro tracce, attaccano il gruppo devastando il tunnel. Nonostante tutto i nostri eroi riescono ad emergere in Canada dove trovano Misty Knight ad aspettarli con un quinjet. La loro prossima tappa sarà il Brasile per andare a trovare una loro vecchia conoscenza.

20 pagine

protagonisti: Sam Wilson, Ant Man (Scott Lang), Hercules, Quicksilver, Tony Stark (A.I.), Mockingbird, Mole Man, Dreadnoughts
apparizioni: Misty Knight

da Captain America: Sam Wilson # 23, Marvel Comics (Ago 2017)
Captain America: Sam Wilson # 24
Captain America
End of the Line, Part 6
Donny C. Cates (script) / Nick Spencer (script) / Joe Bennett (art) / Jose Pimental (inks) / Matt Yackey (colors)
Osservando il costume e lo scudo di Capitan America, Sam Wilson ripensa agli ultimi avvenimenti - dalla pressione dei media fino alla drammatico epilogo in cui Steve Rogers si è rivelato leader supremo di Hydra - che lo hanno portato ad abbandonare il manto dell'eroe a stelle e strisce. Sam ripensa alle parole di suo fratello che gli ha detto di essere semplicemente se stesso, e continuando a osservare lo scudo arriva alla conclusione che il fatto che Steve Rogers si sia rivelato malvagio in qualche modo gli ha tolto il peso del retaggio di quello scudo. Misty, la sua compagna, non l'ha presa bene che abbia rinunciato al manto di Capitan America, e gli urla tutto il suo disappunto. Sono le parole di uno dei rifugiati del campo, Shaun Lucas, il nuovo Patriot, a fargli cambiare idea. Shaun gli dice che anche se la maggioranza delle persone non lo vuole nel ruolo di Capitan America c'è una minoranza che ancora lo sostiene e ha bisogno di lui. Sam Wilson decide di indossare il costume di Capitan America preparandosi a sfidare Steve Rogers e l'Hydra.

Tie-in di Secret Empire.
La storia continua in Captain America vol 8 # 25.

20 pagine

protagonisti: Captain America (Sam Wilson), Gideon Wilson, Misty Knight, Patriot (Shaun Lucas)

da Captain America: Sam Wilson # 24, Marvel Comics (Set 2017)
Captain America vol 8 # 25
Captain America
Secret Empire
Nick Spencer (script) / Jesus Saiz (art) / Joe Bennett (art) / Jesus Saiz (inks) / Joe Pimentel (inks) / Rachelle Rosenberg (colors)
Steve Rogers, leader supremo di Hydra, indossando l'uniforme militare, arringa la folla parlando della vittoria schiacciante contro i loro nemici e dichiarando guerra a New Tian, la nazione mutante creata in California, e il Wakanda, il ricco stato africano guidato da T'Challa, entrambi colpevoli di non aver consegnato i frammenti di Cubo Cosmico che custodiscono. Alla fine degli scontri, che vedono le forze dell'Hydra prevalere, Emma Frost, il vero regnante del piccolo stato mutante, per tutelare il suo popolo si arrende negoziando la pace, mentre in Wakanda, la Pantera Nera è costretto a scendere a compromessi con Steve Rogers dopo una una dura battaglia con le truppe di Hydra guidate dal Barone Zemo e il Dottor Faustus.
Nel frattempo, tra le macerie del Monte - la base della Resistenza - Sam Wilson è nuovamente tornato a indossare il costume di Capitan America e ancora più motivato cerca di convincere i suoi alleati a tornare a combattere per sconfigge l'Hydra. Insieme ad Iron Man, Wonder Man, la Cosa, Mimo e tanti altri eroi, Sam guida una una missione per liberare una comunità di Inumani da un campo di internamento. Qui incontrano Barf, un inumano in grado di creare duplicati degli oggetti che vede, e Sam e "Tony" gli fanno creare un frammento di Cubo Cosmico. In serata, nel campo della Resistenza, una superstite del campo fa una torta a Tony Stark dopo aver scoperto che è il suo compleanno. Nonostante non riesca a soffiare le candeline - essendo una sorta di ologramma con la coscienza del brillante imprenditore - Stark formula un piano su come sconfiggere il loro nemico.
Intanto nel regno sottomarino di Atlantide, la guardia del corpo di Namor si rivela essere Bucky Barnes, il Soldato d'Inverno, pronto a sconfiggere Steve Rogers e l'Hydra.

30 pagine

protagonisti: Captain America (Sam Wilson), Iron Man (Tony Stark A.I.), Mockingbird, Patriot (Shaun Lucas), Hawkeye, The Thing, Quicksilver, Giant-Man (Raz Malhotra), Hercules, Misty Knight, Wonder Man, Barf (Brian McAllister), Iso, Hive, Doctor Faustus, Gorgon (Tomi Shishido), Viper, Kraken, Hydra Supreme (Steve Rogers)

da Captain America vol 8 # 25, Marvel Comics (Ott 2017)