Utenti registrati: 5685

Ci sono 3 utenti registrati e 118 ospiti attivi sul sito.

max2001 / Lafry / EricDraven97

Ultimi commenti

laracelo su Batman Saga # 9/10, laracelo su Batman Saga # 21/22, laracelo su Collana Bookstore # 6, laracelo su Collana Bookstore # 15, laracelo su Collana Bookstore # 10,

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


ComicsBox

Super Eroi Classic # 253 | Hulk 23 : Quando finirà ?

RCS Quotidiani Gennaio 2022
The Incredible Hulk vol 2 # 182
Hulk
Tra l'incudine e il martello
Len Wein (script) / Herb Trimpe (art) / Herb Trimpe (inks)
Riuscito a sottrarsi alla cattura dei soldati canadesi, Hulk si inoltra nella foresta dove incontra un simpatico vagabondo chiamato "Crackajack" Jackson. Tra i due si instaura un insolito rapporto di amicizia e il vecchio musicista insegna al golia verde a scrivere il suo nome. Nel frattempo, due detenuti, il nero Leroy "Martello" Jackson e Johnny "Incudine" Anvil, riescono a fuggire mentre si trovano incatenati tra di loro per i polsi. Durante la fuga i due fuggiaschi incontrano un alieno che tramuta la loro catena facendo in modo che sia in grado di assorbire l'energia cinetica. Ritrovatosi improvvisamente dotati di forza superumana, la coppia decide di tornare alla loro prigione per iniziare a distruggerla in segno di vendetta. Intanto Hulk accompagna Crackajack a far visita al figlio in prigione, guardacaso proprio Leroy Jackson. Vedendo suo padre, Martello lo rimprovera di averlo abbandonato quando era piccolo. Nel corso della discussione Crackajack sfiora con la sua mano la catena energizzata rimanendo ucciso all'istante. Arrabbiato per la morte del suo amico, Hulk attacca Incudine e Martello. I due fuggiaschi lo affrontano con la loro catena, ma alla fine Hulk, nonostante il dolore, la distrugge in due parti. La separazione della catena che aveva unito Incudine e Martello sia fisicamente che psichicamente provoca una shock mentale che li fa impazzire. A questo punto Hulk si allontana con il corpo senza vita di "Crackajack" Jackson, lo sotterra in una solitaria collina e in segno di riconoscenza scrive il suo nome in una lapide.

17 pagine

protagonisti: Hulk, Hammer, Anvil
apparizioni: Wolverine, John D. Armbruster

da The Incredible Hulk vol 2 # 182, Marvel Comics - USA (Dic 1974)
Prima pubblicazione in Italia: L'Uomo Ragno # 194 - I cento metri della morte, Editoriale Corno (Ott 1977)
The Incredible Hulk vol 2 # 183
Hulk
Furia a 50000 Volts!
Len Wein (script) / Herb Trimpe (art) / Herb Trimpe (inks)
Nel suo vagabondare senza meta l'incredibile Hulk raggiunge Chicago dove, esausto dal viaggio, si addormenta tornando a essere il mite Bruce Banner. In cerca di soldi, il nostro protagonista trova un lavoro come custode presso un centro di ricerca scientifico. In uno dei laboratori, tre giovani scienziati, Stan Landers, Mark Revel e Alexandra Knox, stanno lavorando a un dispositivo che dovrebbe essere in grado di assorbire le onde celebrali elettriche rilasciate nell'atmosfera in modo tale di accedere a ogni pensiero della storia dell'umanità. Bruce, per caso, si ritrova nel laboratorio quando, nel corso dell'esperimento, i tre scienziati involontariamente riportano alla luce la letale creatura composta di energia conosciuta come Zzzax. Stan Landers viene prosciugato dalla creatura, che si nutre dell'energia celebrale delle persone, e i suoi pensieri, compreso l'amore che provava per la dottoressa Knox, confluiscono in Zzzax. Mentre Bruce si trasforma inevitabilmente in Hulk, Zzzax afferra la ragazza e insieme a lei si allontana facendosi largo per le strade di Chicago. Sotto una pioggia battente, Hulk insegue Zzzax che tenendo stretta la ragazza si arrampica su uno degli edifici più alti della città. A questo punto entra in scena Mark Revel che, a bordo di un elicottero, riesce a colpire con un cavo la creatura proprio nel momento in cui il velivolo viene colpito da un fulmine. L'energia, propagandosi per il cavo, discorpora ancora una volta Zzzax e Hulk salva la vita a Revel che così si può ricongiungere alla sua collega Alexandra.

17 pagine

protagonisti: Hulk, Zzzax
apparizioni: John D. Armbruster, Glenn Talbot

da The Incredible Hulk vol 2 # 183, Marvel Comics - USA (Gen 1975)
Prima pubblicazione in Italia: L'Uomo Ragno # 195 - Ritorna l'Uomo Sabbia, Editoriale Corno (Ott 1977)
The Incredible Hulk vol 2 # 184
Hulk
Ombra sulla terra
Len Wein (script) / Herb Trimpe (art) / Herb Trimpe (inks)
Investito involontariamente da sostanze chimiche, Hulk viene seguito a sua insaputa da un oggetto volante di origine extraterrestre. Nel frattempo, nella base militare del New Mexico, uno scienziato che aveva ricevuto da John Armbruster l'incarico di effettuare delle analisi su Glenn Talbot, scoperto dei risultati inquietanti, viene ucciso da una misteriosa figura nascosta nell'ombra. All'alba di un nuovo giorno, mentre Thunderbolt Ross, sua figlia Betty e Glenn Talbot si concedono una giornata di svago, ritroviamo Hulk a lamentarsi per la sua solitudine quando la sua ombra prende vita e lo attacca. L'ombra si rivela essere il signore della guerra Kaa, un alieno che in passato aveva già tentato di conquistare la Terra¹. Approfittando delle radiazioni gamma di Hulk e delle sostanze tossiche con cui è venuto a contatto, Kaa e riuscito a prendere il controllo fisico della sua ombra e ora attraverso essa intende conquistare il mondo. Inevitabilmente il nostro golia verde si ribella dando inizio a una battaglia che trascinandosi tutto il giorno termina in una raffineria petrolifera. Quando il sole tramonta all'orizzonte, Kaa si indebolisce, perde il controllo dell'ombra che lentamente svanisce e impossibilitato a trasferire la sua mente al suo corpo, presumibilmente muore. Sfiancato dalla battaglia Hulk si addormenta trasformandosi in Bruce Banner. Al suo risveglio, lo scienziato decide di raggiungere la base, ma appena entra negli uffici di Armbruster, trovandolo insieme a Ross, sua figlia Betty e il maggiore Talbot, il colonnello gli spara dicendo ai presenti di averlo fatto per il bene della nazione.

(¹) vedi Strange Tales v1 # 79.

17 pagine

protagonisti: Hulk, Thunderbolt Ross, Betty Ross, Glenn Talbot, John D. Armbruster, Warlord Kaa

da The Incredible Hulk vol 2 # 184, Marvel Comics - USA (Feb 1975)
Prima pubblicazione in Italia: L'Uomo Ragno # 196 - Il grande inquisitore, Editoriale Corno (Nov 1977)
The Incredible Hulk vol 2 # 185
Hulk
Il tocco della morte
Len Wein (script) / Herb Trimpe (art) / Herb Trimpe (inks)
La base militare del New Mexico riceve la visita del Presidente degli Stati Uniti. Ad accoglierlo, il generale Ross e il maggiore Talbot lieti di mostrargli l'intera struttura e la speciale cella di sicurezza che tiene prigioniero e incatenato Bruce Banner, l'alter ego umano di Hulk. Mentre il Presidente si congratula per l'efficienza della base, il colonnello Armbruster trova il cadavere dello scienziato a cui aveva chiesto di compiere delle analisi su Talbot. Nonostante i risultati siano stati fatti sparire, Armbruster riesce a stampare una nuova copia dal computer, venendo così a conoscenza che Talbot ha un ordigno esplosivo impiantato nel petto. Mentre nei pressi della cella in cui è recluso Banner, Glenn Talbot si avvicina al Presidente, Armbruster accorre sul posto spingendo Talbot dalla parte opposta. In quel momento il corpo di Talbot esplode dilaniando se stesso e Armbruster che gli era vicino. L'improvvisa tragedia trasforma Bruce Banner in Hulk che si libera dalla cella ed esce dalla base portandosi dietro la povera Betty, sconvolta per aver assistito alla morte di suo marito. Qualche istante più tardi, "Thunderbolt" Ross, dopo aver portato in salvo il Presidente, si presenta a bordo di una impotente armatura, l'HS-1000, deciso ad affrontare personalmente Hulk. Sebbene il monolito meccanico sia dotato di numerosi armi, Hulk sembra aver la meglio fin quando le urla di Betty non lo distraggono permettendo a Ross di colpirlo con tutta la potenza dei raggi gamma. Il golia verde cade tramortito a terra.

17 pagine

protagonisti: Hulk, Betty Ross, Glenn Talbot, John D. Armbruster (deceduto), Thunderbolt Ross

da The Incredible Hulk vol 2 # 185, Marvel Comics - USA (Mar 1975)
Prima pubblicazione in Italia: L'Uomo Ragno # 197 - Il seminatore di odio, Editoriale Corno (Nov 1977)
The Incredible Hulk vol 2 # 186
Hulk
Il giorno del Devastatore
Len Wein (script) / Herb Trimpe (art) / Herb Trimpe (inks)
Il colonnello Armbruster è morto dopo aver fermato Glenn Talbot esploso nel fallito tentativo di assassinare il Presidente degli Stati Uniti. Il generale Ross è riuscito a catturare Hulk e ora il golia verde si trova sotto sedativo in una vasca mantenuta a una temperatura di 250 gradi sotto zero. Mentre il generale Ross cerca di spiegare a Betty i suoi sentimenti e le sue responsabilità (la figlia è sull'orlo di una crisi di nervi e lo accusa della morte di suo marito), uno degli ufficiali vicini a Ross, il capitano Kirkman, senza farsi notare, accede a un bunker sotterraneo, indossa una sorta di armatura, e con il nome di Devastatore inizia a distruggere la base. I soldati cercano di fermare l'aggressore il quale, accingendo all'energia inviatagli da un satellite russo in orbita sulla Terra, sembra inarrestabile. L'attacco alla base provoca la rottura della vasca che manteneva sedato Hulk il quale, ripreso conoscenza, si libera dalla sua prigionia finendo per scontrarsi con il Devastatore. Nel corso dello scontro Hulk danneggia volutamente i guanti con i quali la spia russa gestiva l'energia percussiva provocando una sorta di feeedback che lo incenerisce. Terminato la battaglia, Hulk, esausto, crolla a terra tornando a essere Bruce Banner. A questo punto il generale Ross viene raggiunto da uno dei medici che si stava occupando di compiere l'autopsia sul cadavere di Glenn Talbot il quale gli comunica che le impronte digitali non corrispondono a quelle del maggiore. Ross giunge alla conclusione che l'uomo morto nell'esplosione insieme ad Armbruster non era Glenn Talbot.

18 pagine

protagonisti: Hulk, Betty Ross, Thunderbolt Ross, Devastator

da The Incredible Hulk vol 2 # 186, Marvel Comics - USA (Apr 1975)
Prima pubblicazione in Italia: L'Uomo Ragno # 198 - Il tempo impazzisce, Editoriale Corno (Dic 1977)
The Incredible Hulk vol 2 # 187
Hulk
Gremlin all'opera
Len Wein (script) / Herb Trimpe (art) / Joe Staton (inks)
Tra le rovine della base in New Mexico, Bruce Banner e il generale Ross vengono prelevati da un elicottero per essere condotti nell'elivelivolo dello SHIELD. I due si incontrano con Nick Fury e Clay Quartermain per discutere sulle modalità del salvataggio del vero Glenn Talbot, dopo che si è appreso che l'uomo che ritenevano Talbot era in realtà una spia russa chiamata Kronski Gregori che aveva il compito di uccidere il Presidente degli Stati Uniti. Secondo le informazioni in possesso di Fury, il maggiore Talbot si troverebbe prigioniero in Siberia all'interno di una installazione top secret sovietica chiamata Bitterfrost. Ross, Quartermain e una squadra di agenti dello SHIELD, decidono di partire per recuperare Talbot, ma a Banner viene negato di partecipare alla missione. Il giorno dopo, lo scienziato, noncurante degli ordini ricevuti, si nasconde nella stiva del jet sperimentale ritrovandosi trasformato in Hulk quando i nostri protagonisti, giunti in Siberia, sono costretti a espellere le armi della stiva per guadagnare velocità ed evitare così di essere colpiti da alcuni missili lanciati dal mostruoso mutante russo chiamato Gremlin. Atterrati, Ross e gli altri riescono a penetrare nella fortezza, mentre Hulk, precipitato poco lontano, si aggira confuso e curioso tra le fredde lande della Siberia. Intercettato da Gremlin, il quale già in passato ha incontrato Hulk, il nostro golia verde viene attaccato e sconfitto dalle super truppe d'assalto del mutante. Intanto Ross e Quartermain liberano un confuso Talbot che però alla prima occasione li tradisce consegnandoli nelle mani di Gremlin.

18 pagine

protagonisti: Hulk, Thunderbolt Ross, Clay Quartermain, Glenn Talbot, Gremlin
apparizioni: Betty Ross, Nick Fury

da The Incredible Hulk vol 2 # 187, Marvel Comics - USA (Mag 1975)
Prima pubblicazione in Italia: L'Uomo Ragno # 199 - Morte nel passato, Editoriale Corno (Dic 1977)