Utenti registrati: 2854

Ci sono 3 utenti registrati e 306 ospiti attivi sul sito.

majinberto / Arch / laracelo

Ultimo commento

nuvolablu su X-Men: Le storie incredibili # 7

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
Punisher Collection # 8

Fino a oggi non è stata la Civil War di Frank Castle, ma ora Punisher deve esserne coinvolto! Terroristi prendono ostaggi nel cuore di NY e toccherà al Punitore risolvere la situazione! L'inizio della ristampa completa del ciclo di Matt Fraction!

Punisher Collection # 8 | Come ho vinto la guerra

Panini Comics Novembre 2018
Punisher War Journal  vol 2 # 1
Punisher
Come ho vinto la guerra, pt 1: Largo ai criminali
Matt Fraction (script) / Ariel Olivetti (art) / Ariel Olivetti (inks)
Frank Castle, lo spietato vigilante conosciuto come il Punitore, è tornato a New York ritrovandosi nel mezzo della Guerra Civile tra supereroi. Infatti, da quando l'Atto di registrazione dei superumani è diventata legge, i supereroi si sono divisi in due fazioni, da una parte la squadra del governo agli ordini di Iron Man/Tony Stark, dall'altra il gruppo di "ribelli" guidata da Capitan America. Castle, che è sempre stato un solitario ossessionato solo dalla sua crociata contro il crimine, appena tornato in città uccide senza troppe esitazioni Stilt-Man attirando così l'attenzione dello SHIELD che decide di sguinzagliargli il temibile mastino G.W. Bridge. Evitato con abilità gli agenti dello SHIELD, il Punitore, tramite il Riparatore, riesce a risalire a Stuart Clarke alias Rampage, uno scienziato pazzoide che accusa Tony Stark di aver reclutato supercriminali nel suo gruppo. Frank Castle, che a questo punto non può più evitare di rimanere estraneo alla Guerra Civile, grazie ai dispositivi elettronici fornitogli da Clarke, si ritrova nei cunicoli sotterranei di Manhattan giusto in tempo per uccidere Jester e Jack Lanterna e salvare la vita all'Uomo Ragno¹.

(¹) vedi Civil War # 5

32 pagine

protagonisti: Punisher, Stuart Clarke, G.W. Bridge, Stilt Man (deceduto), Spider-Man, Jester (deceduto), Jack O'Lantern III (deceduto)
apparizioni: Tinkerer, Captain America (Steve Rogers)

da Punisher War Journal vol 2 # 1, Marvel Comics (Gen 2007)
Punisher War Journal  vol 2 # 2
Punisher
Come ho vinto la guerra, pt 2: Soldati morti
Matt Fraction (script) / Ariel Olivetti (art) / Ariel Olivetti (inks)
Il Punitore è stato arruolato nel gruppo di Capitan America che si oppone all'Atto di registrazione. L'eroe a stelle e strisce ha deciso di accogliere un individuo pericoloso come il Punitore per sopperire all'evidente inferiorità numerica del suo gruppo. Inizialmente le cose sembrano andare per il verso giusto. Castle, che nutre un profondo rispetto per il simbolo senza macchia di una nazione spesso corrotta, mette a disposizione la sua decennale esperienza nella guerriglia urbana, rivelandosi determinante per sferrare colpi decisivi alla fazione avversa. Ma l'idillio è destinato ad interrompersi. Quando Diamante propone di assoldare anche ex-supercriminali, il Punitore non ci pensa due volte e falcia con una raffica di piombo il Saccheggiatore e Goldbug¹. Capitan America, che non accetta il sanguinoso gesto, affronta a muso duro il vigilante con il teschio sul petto. Nel frattempo G.W. Bridge controlla tutte le mosse di Stuart Clarke - il criminale che è stato recentemente a contatto con il nostro protagonista - alla caccia di un indizio che lo possa far risalire al Punitore.

(¹) vedi anche Civil War # 5.

22 pagine

protagonisti: Punisher, Captain America (Steve Rogers), Stuart Clarke, G.W. Bridge, Molten, Goldbug (deceduto)
apparizioni: Patriot, Luke Cage, Falcon, Vision (Jonas), Wiccan, Spider-Man, Monica Rambeau, Hulkling

da Punisher War Journal vol 2 # 2, Marvel Comics (Feb 2007)
Punisher War Journal  vol 2 # 3
Punisher
Come ho vinto la guerra, pt 3: Distruzione reciproca
Matt Fraction (script) / Ariel Olivetti (art) / Ariel Olivetti (inks)
A seguito dell'uccisione a sangue freddo di due supercriminali che intendevano unirsi ai ribelli guidati da Capitan America, Frank Castle, dopo essere stato duramente picchiato da Capitan America, viene estromesso dal gruppo che si oppone alla registrazione. Castle, che nutre una sorta di venerazione per l'ideale rappresentato dall'eroe a stelle e strisce, non reagisce alle percosse e ferito abbandona il gruppo. Stuart Clarke, l'ex criminale e inventore conosciuto come Rampage ossessionato dall'odio per Tony Stark/Iron Man, dopo essere fuggito da G.W. Bridge, recupera Castle portandolo in una ex armeria dello SHIELD. Inizia così il sodalizio tra Clarke e il nostro Punitore, che, una volta rimessosi in sesto, ricomincia la sua crociata contro i supercriminali utilizzando un bazooka per fermare Rhino.

22 pagine

protagonisti: Punisher, Captain America (Steve Rogers), G.W. Bridge, Stuart Clarke, Rhino
apparizioni: Luke Cage, Spider-Man, Human Torch, Invisible Woman, Patriot, Vision (Jonas), Monica Rambeau

da Punisher War Journal vol 2 # 3, Marvel Comics (Mar 2007)
Punisher War Journal  vol 2 # 4
Punisher
Piccola veglia per un uomo alto
Matt Fraction (script) / Ariel Olivetti (art) / Ariel Olivetti (inks)
In un locale si riuniscono una moltitudine di superciminali per celebrare il funerale di Stilt Man, ucciso da poco dal Punitore. Uno dopo l'altro, ognuno con il proprio bizzarro costume, una serie di variopinti criminali di seconda fascia si ritrovano insieme per salutare l'amico scomparso. Tra questi, oltre un doombot "difettoso", troviamo il Puma e Prowler - che non possono essere classificati dei veri e propri superciminali - un Rhino acciaccato e la partecipazione estemporanea dell'Uomo Ragno. Nonostante il funerale, i cattivi si ubriacano e si scazzottano, rievocando i vecchi tempi e sbavando dietro le grazie della Principessa Pitone vedova del defunto. Improvvisamente si scopre che il barista del locale è Frank Castle che dopo aver rivelato di aver avvelenato i presenti, fa saltare in aria il locale con tutti i cattivi all'interno. Nonostante il trappolone del Punitore i criminali, pur acciaccati, ne escono comunque vivi.

22 pagine

protagonisti: Punisher, Masked Marauder, Armadillo, Rhino, Prowler, Dragon Man, Eel, Gibbon, Chameleon, Puma, Princess Python, Grizzly, Will-O-The-Wisp, Shocker, Xandu, Professor Power, Ringer
apparizioni: Spider-Man

da Punisher War Journal vol 2 # 4, Marvel Comics (Apr 2007)
Punisher War Journal  vol 2 # 5
Punisher
Nyc Red
Matt Fraction (script) / Ariel Olivetti (art) / Ariel Olivetti (inks)
Ian, inesperto poliziotto di quartiere, nel pieno centro di Manhattan si ritrova di fronte Bushwacker, un pazzoide psicopatico che tiene in ostaggio una ragazza. Il poliziotto, nonostante venga subito raggiunto dalle forze di polizia e da un reparto dello SHIELD guidato da George Washington Bridge, puntando la sua misera pistola contro lo schizoide, che possiede arti bionici in grado di trasformarsi in ogni tipo di armi da fuoco, eroicamente non intende abbandonare la scena del crimine. Bushwacker vuole un elicottero per andarsene ma improvvisamente cambia idea e chiede che gli sia portato il Punitore. Quando il vigilante con il teschio sul petto si presenta spontaneamente, Bridge spara a Bushwacker e lo ferisce. Prima di cadere lo psicopatico si rivolge a Bridge urlandogli che non erano questi gli accordi. Frank Castle capisce di essere caduto in una trappola per farlo uscire allo scoperto, ma prima che gli agenti possano prenderlo, la notizia della morte di Capitan America¹ trasmessa dai maxischermi paralizza tutti.

22 pagine

protagonisti: Punisher, G.W. Bridge, Bushwacker

da Punisher War Journal vol 2 # 5, Marvel Comics (Mag 2007)
Punisher War Journal  vol 2 # 6
Punisher
Verso il west
Matt Fraction (script) / Ariel Olivetti (art) / Ariel Olivetti (inks)
Il Punitore, braccato da una squadra speciale dello SHIELD, fugge all'interno di un furgone guidato da Stuart Clarke, attuale alleato di Castle nella lotta contro il crimine. Il furgone, colpito più volte dagli agenti, precipita nell'Hudson ma Frank Castle, notoriamente duro a morire, grazie a due respiratori subacquei riesce a portare in salvo l'amico e al tempo stesso fermare l'arrivo della squadra subacquea dello SHIELD. I due si rendono conto che è il momento di cambiare aria e dopo aver letto un articolo su un recente fatto di cronaca decidono di partire per il Messico.
In una cittadina messicana di confine, popolata da migliaia di disperati che aspettano l'occasione buona per entrare negli Stati Uniti, una squadra ben addestrata di neonazisti, la Forza Nazionale, ha compiuto una vera e propria strage dopo essere riuscita a dirottare le forze di polizia con un falso allarme terroristico. Il massacro è stata documentata da Tatiana Arocha, una giornalista locale, che in una fotografia ha immortalato il capo della squadra di neonazisti, un massiccio uomo con un costume simile a quello di Capitan America e una svastica al centro di una stella nel petto. I Punitore, rimasto profondamente colpito dalla recente morte dell'eroe a stelle e strisce, sembra non tollerare che la sua memoria venga infangata in queso modo.

22 pagine

protagonisti: Punisher, Stuart Clarke, G.W. Bridge, Tatiana Arocha (1ª apparizione), Hate-Monger (1ª apparizione)
apparizioni: Jasper Sitwell, Henry Peter Gyrich

da Punisher War Journal vol 2 # 6, Marvel Comics (Giu 2007)
Punisher War Journal  vol 2 # 7
Punisher
Sangue e arena
Matt Fraction (script) / Ariel Olivetti (art) / Ariel Olivetti (inks)
Frank Castle e Stuart Clark si trovano in Messico per indagare su un recente massacro in un paese di confine compiuto da un gruppo di crudeli neonazisti. Stuart si preoccupa di rintracciare Tatiana Arocha, la giornalista testimone del massacro, nonchè, come si scoprirà in seguito, sua passata amante. Tatiana, nonostante la scarsa collaborazione da parte dello sceriffo della contea, nel corso della sua indagine ha scoperto il cadavere della centralinista che ha preso la chiamata del finto allarme terroristico. Tornata nella sua stanza d'albergo la donna, terrorizzata, trova ad aspettarlo Stuart. Intanto Frank, infiltratosi nel gruppo di neonazisti, è riuscito a guadagnarsi la fiducia e l'ammirazione di uno di loro, Tank, il quale lo ha subito presentato al loro capo, il Seminatore d'Odio. Purtroppo, in una sorta di "flashforward" che anticipa gli eventi, il nostro protagonista sembra essersi fatto scoprire è ora, costretto a indossare un costume simile a quello di Capitan America (che intuiamo lui stesso si sia cucito) viene torturato e umiliato dal Seminatore d'Odio.

22 pagine

protagonisti: Punisher, Stuart Clarke, Tatiana Arocha, Hate-Monger

da Punisher War Journal vol 2 # 7, Marvel Comics (Lug 2007)
Punisher War Journal  vol 2 # 8
Punisher
Tramonto
Matt Fraction (script) / Ariel Olivetti (art) / Ariel Olivetti (inks)
Messico. Il Punitore, deciso a fermare la Forza Nazionale, gruppo neonazista guidato dal Seminatore d'Odio, è riuscito a infiltrarsi tra le fila del gruppo, pronto a indossare un costume analogo a quello del suo avversario (un costume che ricorda quello di Capitan America) per controbattere simbolo con simbolo alla minaccia neonazista. Mentre Stuart Clark ha raggiunto la sua amante, Tatiana Arocha, la giornalista testimone del recente massacro compiuto dalla Forza Nazionale, George W. Bridge viene silurato da Tony Stark, nuovo direttore dello SHIELD, a causa dei suoi insuccessi nella cattura del Punitore. Nel frattempo lo sceriffo riceve la visita degli uomini del Seminatore spifferando il coinvolgimento della giornalista nella vicenda. In breve tempo Tatiana viene raggiunta dai neonazisti con Stuart che non può fare nulla per impedire il rapimento della sua donna.

22 pagine

protagonisti: Punisher, Stuart Clarke, Tatiana Arocha, G.W. Bridge, Hate-Monger
apparizioni: Tony Stark, Maria Hill

da Punisher War Journal vol 2 # 8, Marvel Comics (Ago 2007)
Punisher War Journal  vol 2 # 9
Punisher
Duello
Matt Fraction (script) / Ariel Olivetti (art) / Ariel Olivetti (inks)
Il Punitore, riuscito a infiltrarsi nell'organizzazione neonazista chiamata Forza Nazionale, viene condotto incappucciato alla base del Seminatore d'Odio dove al suo interno scopre una macchina (già usata in passato dal Seminatore nelle sue varie incarnazioni) che produce delle onde capace di indurre le persone a cedere all'odio e alla violenza. Castle, chiamato a una sorta di iniziazione per essere finalmente accettato nel gruppo, viene sottoposto ai raggi della macchina non riuscendo a resistere alla pulsione omicida che lo porta a massacrare a morte Tatiana Arocha, la donna di Stuart precedentemente rapita. In seguito, mentre Stuart disperato per aver abbandonato Tatiana nelle mani dei neonazisti, riesce ad entrare in contatto con Bridge, Frank Castle, arruolato per una nuova missione di sterminio, alla fine si rivela indossando il suo nuovo costume, ma viene catturato dagli uomini del Seminatore d'Odio. Stuart e Bridge accorrono sul posto in suo soccorso anche se l'intento di Bridge é quello di arrestare il Punitore definitivamente.

22 pagine

protagonisti: Punisher, Stuart Clarke, Tatiana Arocha, G.W. Bridge, Hate-Monger

da Punisher War Journal vol 2 # 9, Marvel Comics (Set 2007)
Punisher War Journal  vol 2 # 10
Punisher
Tramonto
Matt Fraction (script) / Ariel Olivetti (art) / Ariel Olivetti (inks)
Mentre il Punitore, catturato dal Seminatore d'odio, viene raggiunto da G.W.Bridge, Stuart Clark penetra nel rifugio del gruppo di neonazisti, iniziando a distruggere la macchina generatrice d'odio. Il Seminatore d'Odio abbandona il Punitore nelle mani di Bridge e con i suoi accoliti si precipita alla base per limitare i danni. Nel frattempo Stuart trova il corpo senza vita di Tatiana e, non immaginando minimamente che ad uccidere la donna sia stato il Punitore sotto l'influenza della macchina, giura vendetta sugli assassini. Intanto il Punitore, insolitamente liberato da Bridge, si precipita alla base del gruppo di neonazisti dove, dopo aver affrontato e ucciso il Seminatore d'Odio, raggiunge Stuart, disperato per la perdita della ragazza. Frank gli dice che è stata la macchina a costringere la gente a seguire le deliranti idee razziste del Seminatore, ma Stuart non è dello stesso avviso, e gli risponde che la macchina non è altro che un amplificatore in grado di stanare qualcosa che già risiedeva nell'animo di quegli uomini. Oppresso dal senso di colpa Frank viene raggiunto da Bridge che si dimostra magnanimo dando qualche ora di tempo ai due per allontanarsi prima di chiamare lo SHIELD. Mentre Bridge entre in possesso dei filmati video della struttura andata distrutta (che forse comprendono anche l'omicidio di Tatiana), Stuart, alla guida di un furgone, abbandona il paese, con Frank, silenzioso al suo fianco, a osservare la maschera che si è cucito in onore di Capitan America.

22 pagine

protagonisti: Punisher, Stuart Clarke, Tatiana Arocha (deceduto), G.W. Bridge, Hate-Monger (deceduto)

da Punisher War Journal vol 2 # 10, Marvel Comics (Ott 2007)