Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
Marvel Masterworks # 66

Un nuovo balzo nel passato del Golia Verde! - Hulk è il più forte che c'è, ma in queste storie di fine anni 60 potrebbe aver trovato pane per i suoi denti! - Il ritorno del Capo, lo sfuggente Uomo Sabbia, l'immarcescibile Thuderbolt Ross, il letale Mandarino e l'irascibile Namor. E ancora: gli incredibili Inumani Malvagi e un indimenticabile viaggio nello spazio. ?Nuff said!

Marvel Masterworks # 66 | L'incredibile Hulk, vol 5

Marvel Italia Ottobre 2017
Incredible Hulk vol 2 # 111
Hulk
Drogato e trasportato nello spazio
Stan Lee (script) / Herb Trimpe (art) / Dan Adkins (inks)
A bordo di una nave spaziale aliena, i seguaci del Signore della Galassia si preparano a inviare una sonda per prelevare sulla Terra il responsabile della sconfitta di Umbu. Ka-Zar, inoltratosi nella giungla alla ricerca di erbe che possano salvare Bruce Banner, ormai privo di vita, al suo ritorno scopre che il corpo dello scienziato è inspiegabilmente scomparso. Banner, trovato morto dagli alieni, viene portato all'interno dell'astronave, dove, per mezzo di un macchinario viene riportato in vita solo per poter essere interrogato dai soldati che vogliono capire come un misero umano abbia potuto distruggere il loro guardiano sulla Terra. Senza risposte, gli alieni comandati dal Signore della Galassia, decidono di eliminarlo ma quando Banner viene messo in una camera di decompressione, si trasforma in Hulk iniziando a colpire con tutta la sua furia l'astronave. Gli alieni, a bordo di sfere volanti, colpiscono il golia verde ma il nostro protagonista dopo essersi liberato facilmente dei soldati, distrugge i motori dell'astronave che, senza controllo, finisce per precipitare nel pianeta nativo della razza aliena. Il Signore della Galassia, un agglomerato informe dotato di larghe fauci, appare sul cielo pronto a eliminare Hulk.

20 pagine

protagonisti: Hulk, Galaxy Master (1ª apparizione)
apparizioni: Thunderbolt Ross, Glenn Talbot, Betty Ross, Rick Jones, Ka-Zar

da Incredible Hulk vol 2 # 111, Marvel Comics - USA (Gen 1969)
Incredible Hulk vol 2 # 112
Hulk
Il bruto lotta
Stan Lee (script) / Herb Trimpe (art) / Dan Adkins (inks)
Su un lontano pianeta, Hulk affronta il Signore della Galassia, un ammasso di energia che può assumere diverse forme. Il popolo del pianeta in cui si sta svolgendo la battaglia è stato costretto a servire il tiranno ma una coraggiosa principessa approfitta della venuta di Hulk per spingere la sua gente a una ribellione. Un gerarca ambizioso riferisce al Signore della Galassia del tentativo di sabotaggio così la creatura attira la principessa ribelle dentro la sua massa di energia. Hulk coglie l'occasione per saltare all'interno delle viscere del Signore della Galassia salvando la principessa e distruggendo la massa centrale della creatura che così collassa e muore. Il popolo alieno, grato a Hulk per averli aiutati a liberarsi del tiranno, esaudisce il desiderio del golia verde di tornare sulla Terra, ma durante il viaggio di ritorno, a bordo di una navicella spaziale, Hulk si trasforma in Bruce Banner ritrovandosi all'interno della cabina priva di pressurizzazione della nave.

20 pagine

protagonisti: Hulk, Galaxy Master

da Incredible Hulk vol 2 # 112, Marvel Comics - USA (Feb 1969)
Incredible Hulk vol 2 # 113
Hulk
Dove cadono le sabbie?
Stan Lee (script) / Herb Trimpe (art) / Dan Adkins (inks)
Bruce Banner, all'interno di un razzo, è riuscito a raggiungere la Terra, trasformandosi in Hulk ed evitando così la morte a causa della pressione e della mancanza di ossigeno nella cabina. Intanto il criminale conosciuto come Uomo Sabbia è intenzionato a penetrare all'interno della base militare comandata dal Generale Ross per impossessarsi di un astronave sperimentale e andare nella Zona Negativa per recuperare il suo vecchio alleato, Blastaar. Hulk, atterrato poco distante dalla base, viene trovato dall'Uomo Sabbia che dopo aver affrontato il golia verde lo convince a diventare suo alleato e attaccare i suoi nemci militari. Mentre Hulk si scaglia contro la base, l'Uomo Sabbia approfitta del diversivo per raggiungere l'astronave. L'inaspettato arrivo di Betty Ross, che a bordo di un'automobile sta per essere colpita dal criminale, distoglie l'attenzione del golia verde che ferma l'Uomo Sabbia impegnandolo in una battaglia al termine della quale le sue particelle sabbiose vengono disperse al vento. Hulk abbandona con un salto la base militare mentre l'Uomo Sabbia ricompone il suo corpo poco distante.

20 pagine

protagonisti: Hulk, Betty Ross, Thunderbolt Ross, Glenn Talbot, Sandman

da Incredible Hulk vol 2 # 113, Marvel Comics - USA (Mar 1969)
Incredible Hulk vol 2 # 114
Hulk
Finalmente avrò la mia vendetta
Stan Lee (script) / Herb Trimpe (art) / Dan Adkins (inks)
Mentre il Mandarino, osservata la battaglia tra Hulk e l'Uomo Sabbia, propone a quest'ultimo una insolita alleanza per sconfiggere il golia verde, il nostro protagonista, trasformatosi nuovamente in Bruce Banner, riesce a raggiungere Betty Ross all'interno della base presidiata dai militari del Generale Ross. Il Maggiore Talbot, trovando Betty insieme a Banner, ordina ai militari di catturarlo ma la tensione non fa che trasformare lo scienziato in Hulk. Nel mezzo degli scontri appare il Mandarino che, dall'elicottero, lancia un missile con un gas soporifero per mezzo del quale riesce a rapire sia Hulk che Betty Ross. Il gigante di giada al suo risveglio si ritrova imprigionato ma alla vista di Betty la sua furia aumenta fin quando, riuscito a liberarsi, si scaglia contro il Mandarino e l'Uomo Sabbia che non riescono a opporsi al suo furore e cadono sconfitti. Quando Hulk riporta Betty alla base, la ragazza prova a trattenerlo dando il tempo, involontariamente, a Talbot e la sua truppa di militari di colpirlo con un gas neutralizzante.

20 pagine

protagonisti: Hulk, Betty Ross, Glenn Talbot, Sandman, Mandarin

da Incredible Hulk vol 2 # 114, Marvel Comics - USA (Apr 1969)
Incredible Hulk vol 2 # 115
Hulk
Lo, il Capo vive
Stan Lee (script) / Herb Trimpe (art) / Dan Adkins (inks)
Hulk, attualmente sedato, è stato catturato dalle truppe dell'esercito guidato dal Generale Ross e dal Maggiore Talbot. Mentre i gerarchi militari cercano di trovare il modo per fermare definitivamente la minaccia del golia verde, e Betty Ross si dispera tentando, invano, di chiamare Rick Jones, appare il Capo, il genio criminale ritenuto morto, che senza scrupoli dichiara al Generale Ross di avere la soluzione definitiva per neutralizzare Hulk. Il Capo viene fornito di un laboratorio e in breve tempo realizza una sorta di prigione vivente all'interno della quale viene imprigionato Hulk. Quando il golia verde si risveglia e colpisce con tutta la sua rabbia le pareti della prigione, queste si plasmano rispondendo ai colpi ricevuti. Neutralizzato Hulk, che si rende conto di non avere nessuna possibilità di fuga, il Capo è pronto ad attuare il suo malvagio piano.

20 pagine

protagonisti: Hulk, Betty Ross, Thunderbolt Ross, Glenn Talbot, Leader

da Incredible Hulk vol 2 # 115, Marvel Comics - USA (Mag 1969)
Incredible Hulk vol 2 # 116
Hulk
Sull'orlo dell'abisso
Stan Lee (script) / Herb Trimpe (art) / Dan Adkins (inks)
Il Capo è riuscito a catturare Hulk mettendolo in una prigione vivente nella base militare del Generale Ross. Il criminale, che riesce a convincere Ross a tenere nel complesso un super umanoide per controllare Hulk in caso di fuga, vuole usare i missili della base per scatenare la Terza Guerra Mondiale e diventare signore supremo della Terra. Betty Ross, venuta a conoscenza delle vere intenzioni del Capo, avverte Talbot il quale suggerisce al Generale Ross di liberare Hulk, l'unico in grado di contrastare il folle piano del suo antico avversario. Ross crede che sia un pretesto della figlia per liberare Banner ma Talbot ignora le disposizioni del suo superiore ordinando ai militari di fermare il Capo e immobilizzare il Super Umanoide. Il Capo si difende dal'attacco con delle onde mentali facendo scivolare l'intera base in un sonno profondo. L'unica a rimanere cosciente è Betty che viene dotata dal Capo di una sorta di casco protettivo per essere usata come futuro ostaggio. La donna, approfittando di una distrazione del suo rapitore, riesce a liberare Hulk ma il gigante di giada viene nuovamente fermato con la stessa sostanza della prigione indistruttibile in cui era tenuto prigioniero. Neutralizzata ogni interferenza, il Capo si prepara a lanciare i missili e dare inizio alla Terza Guerra Mondiale.

20 pagine

protagonisti: Hulk, Betty Ross, Glenn Talbot, Thunderbolt Ross, Leader

da Incredible Hulk vol 2 # 116, Marvel Comics - USA (Giu 1969)
Incredible Hulk vol 2 # 117
Hulk
La fine del mondo?
Stan Lee (script) / Herb Trimpe (art) / Herb Trimpe (inks)
Il Capo ha intrappolato Hulk in una sostanza vivente e, dalla base che ha occupato, ha lanciato un missile nucleare per dare inizio a una guerra atomica. Betty Ross, l'unica alla base ad essere rimasta cosciente, sprona Hulk a liberarsi. Il golia verde, ricorrendo a tutta la sua forza, riesce a uscire dalla sua prigione ma il Capo lo teletrasporta in una lontana isola vulcanica insieme a un super umanoide. Sconfitto il suo avversario Hulk si precipita nuovamente alla base dove Betty riesce a calmarlo in modo da dare inizio al processo di trasformazione e impiegare le conoscenze scientifiche del suo alter ego, Bruce Banner. I due utilizzano un laboratorio segreto per inviare un missile che intercetti quello contenente la testata atomica lanciato dal Capo. Il piano riesce ma il folle criminale lancia un nuovo missile. A questo punto Banner è costretto a ricorrere alla forza di Hulk che con un potente salto raggiunge il secondo missile riuscendo a deviarlo dalla traiettoria e farlo esplodere nello spazio. Scongiurata la minaccia di una guerra atomica, Hulk precipita nell'oceano mentre il Capo fugge preparandosi per la prossima rivincita.

20 pagine

protagonisti: Hulk, Betty Ross, Leader

da Incredible Hulk vol 2 # 117, Marvel Comics - USA (Lug 1969)
Incredible Hulk vol 2 # 118
Hulk
Uno scontro di titani
Stan Lee (script) / Herb Trimpe (art) / Herb Trimpe (inks)
Bruce Banner, in mare aperto, viene trovato privo di sensi da Lady Dorma, la principessa del regno sottomarino di Atlantide. Decisa a soccorrere lo scienziato, la donna lo trascina nel suo regno, ma Fara, gelosa del suo amore per Namor il Sub-Mariner, corre a rivelare al principe di Atlantide che la sua amata sta cospirando con un abitante della superficie per tradire il suo popolo. Namor, istintivamente come al suo solito, si precipita nella stanza di Lady Norma la quale non fa in tempo a spiegare la realtà dei fatti che Banner, in un'altra stanza, si sveglia e credendo di trovarsi in pericolo, si trasforma nell'incredibile Hulk. Namor, ritenendo erroneamente che il golia verde abbia rapito la donna, sfida Hulk in una lunga battaglia tra titani che dalle stanze della cittadella marina si trascina in mare aperto dando origine a un vortice di devastazione capace di generare un maremoto. Quando i due avversari si lanciano uno contro l'altro con tutta la loro potenza, l'impatto scaraventa Namor nelle profondità marine mentre Hulk, sbalzato fuori dal mare, finisce in un'isola lì vicino. Sub-Mariner, che vuole sincerarsi che il golia verde non torni ad attaccare Atlantide, lo raggiunge trovando, al posto del suo possente avversario, l'inerme Bruce Banner privo di sensi. Namor si allontana immergendosi nel mare per tornare dal suo popolo.

20 pagine

protagonisti: Hulk, Namor the Sub-Mariner, Lady Dorma

da Incredible Hulk vol 2 # 118, Marvel Comics - USA (Ago 1969)
Incredible Hulk vol 2 # 119
Hulk
Alla mercè di Maximus il folle
Stan Lee (script) / Herb Trimpe (art) / Herb Trimpe (inks)
Bruce Banner si risveglia in un paese dell'America Centrale popolato da abitanti ipnotizzati. Una imponente statua sembra essere la causa della psicosi collettiva. Un nativo, l'unico a proferire parola, avverte il nostro protagonista che l'intera regione è stata occupata da un potente tiranno. Quando un lancinante suono emesso dalla massiccia statua colpisce Banner, lo scienziato si trasforma nell'incredibile Hulk davanti agli occhi del nativo. L'uomo, rivelatosi servo del misterioso oppressore, si precipita nel castello in cui è arroccato il padrone per avvertirlo della presenza del mostro verde. All'interno della sala del castello scopriamo che il malvagio di turno è Maxiumus, il fratello pazzo di Freccia Nera che, accompagnato da un gruppo di spietati Inumani, ha iniziato il suo folle piano alla conquista del mondo. Mentre Hulk con la sua inconfondible irruenza attacca il castello ritrovandosi ad affrontare i malvagi Inumani, una truppa dell'esercito americano guidato dal generale Thunderbolt Ross, avvertito dell'occupazione straniera, si prepara ad attaccare la zona. Hulk, che si trova in mezzo all'imminente battaglia, deve decidere da che parte stare.

20 pagine

protagonisti: Hulk, Thunderbolt Ross, Aireo, Falcona, Leonus, Timberius, Maximus
apparizioni: Glenn Talbot, Betty Ross

da Incredible Hulk vol 2 # 119, Marvel Comics - USA (Set 1969)
Incredible Hulk vol 2 # 120
Hulk
Dalla parte degli Inumani cattivi
Stan Lee (script) / Roy Thomas (script) / Herb Trimpe (art) / Herb Trimpe (inks)
Hulk, momentanemente alleatosi con Maximus il folle, affronta l'imponente truppa dell'esercito statunitense giunta nel paese sudamericano per liberarlo dall'influenza del malvagio fratello di Freccia Nera e del suo gruppo di Inumani. Dopo una prima sorpresa nel ritrovarsi il golia verde come nemico, l'esercito risponde agli attacchi di Hulk nonostante la figlia del generale Ross cerchi di fermare gli ordini di suo padre per impedire che l'uomo che ama venga ucciso. Hulk, che non sembra avere problemi nel difendersi, si ritrova costretto a fermare la sua furia quando scopre la presenza di Betty all'interno di un aereo militare. Quando i soldati guidati da Thunderbolt Ross sembrano sconfitti, Maximus, che ora intende liberarsi di Hulk, aziona un massiccio robot distruttivo contro il nostro verde protagonista. Nonostante un duro scontro con Hulk il robot finisce seppellito sotto i detriti del castello, l'esercito riprende forza e fiducia, e Maximus e il suo gruppo di Inumani ribelli è costretto a lasciare il paese e ritirarsi. Conseguito l'obiettivo primario, il generale Ross, che vorrebbe catturare Hulk, non riesce a impedire al golia verde di lanciarsi nel cielo e lasciare il luogo della battaglia.

20 pagine

protagonisti: Hulk, Betty Ross, Thunderbolt Ross, Glenn Talbot, Aireo, Falcona, Leonus, Timberius, Maximus

da Incredible Hulk vol 2 # 120, Marvel Comics - USA (Ott 1969)
Incredible Hulk vol 2 # 121
Hulk
All'interno della palude si muove Glob
Roy Thomas (script) / Herb Trimpe (art) / Herb Trimpe (inks)
Hulk, braccato dall'esercito del generale Thunderbolt Ross, finisce in una zona selvaggia e paludosa della Florida dove, accidentalmente, getta alcuni bidoni contenente del materiale radioattivo all'interno di un vasto acquitrino. Joe Timms, piccolo criminale nascosto nella palude dopo essere fuggito di prigione, per effetto dei liquami tossici si trasforma in una sorta di mostro melmoso chiamato Glob. La creatura, dalla forza sovrumana ma dalla scarsa intelligenza, senza un apparente motivo rapisce Betty Ross, la figlia del generale nascosta in un vicino rifugio della zona. Mentre il maggiore Talbot avverte i colleghi del rapimento della donna, il golia verde affronta la grottesca creatura in una sfiancante battaglia. Glob, noncurante dei colpi di Hulk, si dirige verso la zona contaminata e, dopo aver liberato la donna, sparisce immergendosi nella palude.

20 pagine

protagonisti: Hulk, Betty Ross, Glenn Talbot, Thunderbolt Ross, Glob (1ª apparizione)

da Incredible Hulk vol 2 # 121, Marvel Comics - USA (Nov 1969)