Utenti registrati: 4053

Ci sono 5 utenti registrati e 206 ospiti attivi sul sito.

erundome / pmattera / majinberto / Frogolo / Super-Chief

Ultimi commenti

gptravini su , gptravini su New 52 Limited # 36, begins87 su Batman: La Leggenda # 22, Sylar82 su 100% Marvel # 178, Sylar82 su 100% Marvel # 181,

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
Hulk & Difensori # 39
Copertina di Herb Trimpe

Hulk & Difensori # 39 | Distruggere il mostro

Editoriale Corno Agosto 1976
Incredible Hulk vol 2 # 167
Hulk
Distruggere il mostro
Steve Englehart (script) / Herb Trimpe (art) / Jack Abel (inks)
Tornato negli Stati Uniti dopo essere stato prigioniero dei russi, Thunderbolt Ross, convinto che Glenn Talbot sia rimasto ucciso nel tentativo di salvarlo, è costretto a dare a sua figlia Betty la tragica notizia della morte di suo marito. La ragazza, sconvolta, si dispera, accusa suo padre di aver ucciso Glenn e perde conoscenza. Nel frattempo mentre Hulk, aggirandosi fuori città, viene raggiunto da Jim Wilson (il ragazzo di colore che il golia verde considera suo amico), in una base segreta dell'AIM, MODOK, mente suprema dell'organizzazione terroristica, sta progettando un esoscheletro gigante con il quale affrontare fisicamente i suoi nemici. Interessato a sfidare proprio il nostro golia verde, MODOK decide di usare Betty Ross, ricoverata un una clinica per un esaurimento nervoso, per colpire il suo avversario. Nel frattempo, il nostro protagonista, trasformatosi in Bruce Banner, raggiunge Betty che, in evidente stato confusionale, non gradisce la sua presenza, aggredendolo fino a farlo trasformare in Hulk. Confuso per la situazione, il golia verde si allontana, tornando poco più tardi per trovare inaspettatamente MODOK intento, con i suoi poteri mentali, a condizionare Betty amplificandogli il suo odio per Hulk. Ignorando il piano di MODOK, il nostro protagonista, nonostante il suo nemico sia alla guida di un robot gigantesco, lo costringe alla fuga. Tuttavia MODOK, condizionando Betty, ha dato vita al suo piano per distruggere Hulk

19 pagine

protagonisti: Hulk, Betty Ross, Thunderbolt Ross, Jim Wilson, Modok
apparizioni: John D. Armbruster

da Incredible Hulk vol 2 # 167, Marvel Comics - USA (Set 1973)
Incredible Hulk vol 2 # 168
Hulk
L'odio dell'arpia
Steve Englehart (script) / Herb Trimpe (art) / Jack Abel (inks)
Appreso la morte di suo marito, Betty Ross Talbot, ricoverata in una clinica per un esaurimento nervoso, è stata avvicinata all'insaputa di tutti dal malvagio MODOK subendo un condizionamento mentale. Attirata di notte in un laboratorio, Betty, che nutre un odio per Hulk ritenuto la causa delle sue disgrazie, viene sottoposta ai raggi gamma venendo trasformata in una sorta di uccello umanoide, una creatura mostruosa che MODOK chiama Arpia e che intende usare come strumento per distruggere Hulk. Nel frattempo, il nostro gigante verde, alla ricerca di Betty e inseguito incessantemente dalle autorità locali, dopo aver trovato il provvisorio aiuto di Jim Wilson, viene attaccato dall'Arpia che lo afferra con i suoi artigli e lo scaraventa dall'alto contro il suolo. In un primo momento Hulk risponde agli attacchi del suo nuovo avversario ma quando si rende di avere a che fare con Betty, esita per un momento, consentendo all'Arpia di colpirlo con una letale scarica di energia che lo mette momentaneamente al tappeto. Intanto, al Pentagono, il Generale Thaddeus "Thunderbolt" Ross viene deferito dal ruolo di comandante della Base Gamma e il suo posto viene assegnato al colonello John D. Armbruster

19 pagine

protagonisti: Hulk, Thunderbolt Ross, John D. Armbruster, Modok, Betty Ross/Harpy
apparizioni: Jim Wilson

da Incredible Hulk vol 2 # 168, Marvel Comics - USA (Ott 1973)
Mystic # 11
(comic-story)
Orrore nella città
Werner Roth (art)
6 pagine

da Mystic # 11, Atlas Comics - USA (Ago 1952)