Utenti registrati: 2379

Ci sono 0 utenti registrati e 32 ospiti attivi sul sito.

Ultimo commento

mauroperini su All American Comics # 45

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
Fantastici Quattro (II) # 286

Fantastici Quattro (II) # 286

Panini Comics Agosto 2008
Fantastic Four vol 1 # 551
Fantastic Four
L'inizio della fine
Dwayne McDuffie (script) / Paul Pelletier (art) / Rick Magyar (inks)
Settantacinque anni nel futuro. Reed Richards viene informato della fuga di un detenuto dalla Piattaforma 42, un carcere di massima sicurezza situato nelle profondità dell'Oceano.
Presente. Tornati al Baxter Building dopo le recenti avventure, i Fantastici Quattro si ritrovano tre singolari visitatori, Namor, Pantera Nera e il Dottor Destino, tutti e tre visibilmente invecchiati. Quando Ben si scaglia contro Destino ma viene fermato da un campo di energia cinetica, Reed capisce che i tre visitatori provengono dal futuro, in quanto la tecnologia che lui sta sviluppando sulla materia è ancora in stato embrionale. Namor e T'challa pregano Reed di ascoltare Destino. I tre sostengono di aver viaggiato nel passato per salvare il mondo da una orribile minaccia: Reed Richards! Destino costringe Reed a far vedere ai compagni una stanza tappezzata di appunti ed equazioni, il cui scopo sarebbe quello di prevedere i comportamenti futuri dell'umanità e le conseguenze più probabili. Proprio da queste equazioni, cento idee trascritte sulle pareti della stanza, Reed si è convinto ad appoggiare incondizionatamente l'atto di registrazione che ha portato alla Guerra Civile. Secondo Destino, la centounesima idea, quella in cui Reed avrebbe previsto la risoluzione di tutti i problemi dell'umanità, ha portato l'umanità alla catastrofe. Quando Namor racconta che in futuro, a causa del suoi continui impegni, Sue lo ha lasciato per lui, Reed reagisce, prende una pistola a raggi e gli fa esplodere la testa

22 pagine

protagonisti: Mr Fantastic, Invisible Woman, Human Torch, The Thing, Doctor Doom
apparizioni: Alicia Masters

da Fantastic Four vol 1 # 551, Marvel Comics (Gen 2008)
Black Panther vol 4 # 31
Black Panther
Vivo o morto?
Reginald Hudlin (script) / Francis Portella (art) / Francis Portella (inks)
Dopo la minaccia dei Marvel Zombi, Pantera Nera, Tempesta, la Torcia Umana e la Cosa vengono proiettati in un altra dimensione dall'imprevedibili Rane di re Salomone, una sorta di macchina del tempo biologica che ultimamente scaraventa i nostri eroi da una dimensione all'altra. Questa volta Pantera Nera (risvegliatosi da uno strano sogno in cui in un giardino bucolico Tempesta amoreggia insieme agli altri X-Men con Emma Frost che lo bacia per poi fondersi insieme a lui), si ritrova in un laboratorio dove Psycho-Man, catturato i suoi compagni, si prepara a sezionare sua moglie. Resosi conto di essere stato sotto il condizionamento mentale del malvagio criminale, Pantera Nera libera Tempesta la quale a sua volta stava vivendo una sgradevole esperienza con T'Chaka, il padre morto di T'Challa, che la stava invitando a far parte della confraternita. Tornati alla realtà, la coppia libera la Torcia Umana e la Cosa, anche loro prigionieri di Psycho-Man il quale viene trovato a terra senza coscienza dopo aver subito un feedback emozionale a causa della ribellione dei due fuggitivi. Senza sapere dove trovarsi, Pantera Nera, sempre più convinto che le Rane di Re Salomone, siano in qualche modo senzienti, ordina alla Torcia Umana di bruciarne una sperando che in questo modo le rane li riportino a casa. La minaccia non sortisce l'effetto desiderato e i nostri eroi si ritrovano in una New York popolata da gangster, un luogo che la Cosa trova particolarmente familiare.

22 pagine

protagonisti: Black Panther, Storm, Human Torch, The Thing, Psycho-Man

da Black Panther vol 4 # 31, Marvel Comics (Dic 2007)
Black Panther vol 4 # 32
Black Panther
Il mondo dei gangster
Reginald Hudlin (script) / Francis Portella (art) / Andrea Di Vito (inks)
Pantera Nera, Tempesta, la Torcia Umana e la Cosa, sono stati proiettati dalle Rane del re Salomone nel pianeta modellato dagli Skrull sull'america degli anni trenta, il pianeta popolato da gangster chiamato Kral che la Cosa conosce bene dal momento che in passato fu tenuto per lungo tempo prigioniero¹. A quanto pare sulla sua testa c'è ancora una taglia e tutti vorrebbero vederlo tornare a combattere come gladiatore nell'arena. Biggie Smalls, il capo dei gangster, avvertito del ritorno di Ben, si precipita insieme ai suoi scagnozzi sul luogo dove è stato avvistato. Nel frattempo i Fantastici Quattro, ripreso conoscenza, intimano alla rana superstite di riportarli a casa, ma l'odiosa macchina temporale sparisce poco prima dell'arrivo dei gangster, delle loro armi futuribili e dei mostri alieni al loro servizio. Nonostante i nostri eroi cerchino di resistere, la Cosa, la Pantera Nera e la Torcia Umana vengono catturati e applicato un collare inibitore. Tempesta, dopo una spettacolare battaglia aerea, riesce ad allontanarsi cercando di trovare il modo di liberare suo marito e i suoi compagni.

22 pagine

protagonisti: Black Panther, Storm, The Thing, Human Torch, Skrull

da Black Panther vol 4 # 32, Marvel Comics (Gen 2008)
Marvel Comics Presents vol 2 # 1
Thing
Amare un uomo, non un mostro!
Nelson DeCastro (script) / Nelson DeCastro (art) / Nelson DeCastro (inks)
8 pagine

da Marvel Comics Presents vol 2 # 1, Marvel Comics (Nov 2007)