Utenti registrati: 2716

Ci sono 4 utenti registrati e 65 ospiti attivi sul sito.

Zogo79 / Inacquisto / Frogolo / majinberto

Ultimo commento

doppiorosso su Zagor # 284

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
Batman di Grant Morrison # 2
Altre versioni di questo albo:

Batman di Grant Morrison # 2 | Il guanto nero

Planeta DeAgostini Giugno 2011
Batman vol 1 # 667
Batman
L'isola del signor Mayhew
Grant Morrison (script) / J.H. Williams III (art) / J.H. Williams III (inks)
Batman e Robin si dirigono in un isola dei Caraibi per un raduno di vecchi supereroi del passato, il Club Internazionale degli Eroi¹. Nella villa messa a disposizione da un miliardario di nome Johnny Mayhew, i nostri protagonisti vengono accolti da Cyril Sheldrake, il Cavaliere d'Inghilterra. All'interno si trovano il francese Moschettiere, il Legionaro dall'Italia, l'Uomo dei Pipistrelli e Corvo Rosso, due vigilanti di una riserva indiana, lo svedese Wingman, Dark Ranger proveniente dalla lontana Australia, El Gaucho dall'Argentina, e infine Beryl Hutchinson, la ragazza scudiero del Cavaliere d'Inghilterra. Il gruppo è riunito nella lussuosa villa ma del miliardario al momento non vi è traccia. Quando fa la sua entrata Batman, cala il silenzio e da un monitor appare un uomo che indossa la faccia di John Mayhew e dichiara di averlo ucciso. Il misterioso assassino fa esplodere i mezzi di trasporto degli eroi e sfida il gruppo a risolvere l'omicidio. Poco più tardi, il grasso Legionaro, entrato da solo nella sala controllo dei monitor, viene accoltellato alla schiena e muore. Vantaggio per il male.

(¹) Il gruppo di eroi risale agli anni cinquanta e sono apparsi tutti insieme sul lontano Detective Comics # 215, quando Batman li riunì nel Club Internazionale degli Eroi.

22 pagine

protagonisti: Batman, Robin, Knight, Squire, Musketeer, Man-of-Bats, Red Raven, Wingman, Dark Ranger, Legionary (deceduto), El Gaucho, Simon Hurt

da Batman vol 1 # 667, DC Comics (Ago 2007)
Batman vol 1 # 668
Batman
Ora siamo morti!
Grant Morrison (script) / J.H. Williams III (art) / J.H. Williams III (inks)
Parecchi anni prima, l'attuale Cavaliere d'Inghilterra, allora bambino, accompagna il padre (ai tempi anch'esso Cavaliere) a una riunione del Club Internazionale degli Eroi. Il clima si surriscalda e il Cavaliere ha una vivace discussione con John Mayhew nelle quale interviene anche il Legionaro. Nel presente, Batman, Robin e tutti gli eroi, riuniti da un misterioso assassino nella villa in un isola dei Caraibi, dopo aver esaminato il cadavere del Legionaro, si separano e perlustrano la casa. Tra i ricordi del passato, si scopre che al tempo esisteva una controparte del Club degli Eroi, un fantomatico Club dei Criminali. Improvvisamente Cyril Sheldrake viene aggredito. Batman e gli altri accorrono scoprendo che all'eroe inglese è stato fatto ingoiare una bomba (così come era stata una bomba ad uccidere il padre di Beryl, lo Scudiero). Il Capo indiano rimane col Cavaliere, mentre Batman e gli altri continuano la perlustrazione. Una serie di colpi di pistola provenienti da luoghi imprecisati della villa separano separano Robin e lo Scudiero da Batman. I due giovani si avventurano in un’altra ala della casa mentre Batman, insieme a El Gaucho e al Moschettiere, trovano in una stanza il cadavere carbonizzato di Wingman. Vantaggio per il male.

22 pagine

protagonisti: Batman, Robin, Knight, Squire, Musketeer, Man-of-Bats, Red Raven, Wingman, Dark Ranger, El Gaucho

da Batman vol 1 # 668, DC Comics (Set 2007)
Batman vol 1 # 669
Batman
Il cavaliere oscuro deve morire!
Grant Morrison (script) / J.H. Williams III (art) / J.H. Williams III (inks)
Il Cavaliere d’Inghilterra, mentre l'Uomo dei Pipistrelli gli estrae la bomba dallo stomaco con un tizzone ardente, ricorda la notte in cui Mayhew accusò suo padre di aver mentito su qualcosa. Il peso di quell'accusa fece perdere di sicurezza e portarono il padre alla morte. Intanto Robin, insieme a Scudiero e Corvo Rosso, è stato catturato da un uomo che si fa chiamare El Sombrero. Nel frattempo El Gaucho, in compagnia di Batman, viene colpito da lontano. Sulla scena irrompe Dark Ranger, ma Batman capisce che dietro la maschera c'è Wingman. Invidioso di Batman, Wingman voleva emergere e il Club era la sua unica possibilità. Batman viene preso alla sprovvista ma El Gaucho interviene stendendo Wingman. Nel frattempo Robin, lo Scudiero e Corvo Rosso stanno intanto per soccombere in una trappola di El Sombrero ma interviene a salvarli il padre di Corvo, il Capo. Mentre Wingman sta confessando viene colpito alla testa da una pallottola. El Sombrero sta per decollare con un biplano ma Batman lo raggiunge scoprendo che dietro la maschera c'è John Mayhew, il fondatore del Club. Annoiato da ogni lusso e ogni piacere, l’uomo ha organizzato la riunione per trovare nell'omicidio nuovi stimoli che diano un senso alla sua vita. Mentre una voce misteriosa gli dice che ha perso e che oggi la vittoria spetta al bene, Batman e i superstiti si allontanano in volo con l'isola che esplode dietro le loro spalle.

22 pagine

protagonisti: Batman, Robin, Knight, Squire, Man-of-Bats, Red Raven, El Gaucho, Dark Ranger (deceduto), Wingman (deceduto), El Sombrero (John Mayhew) (deceduto)

da Batman vol 1 # 669, DC Comics (Nov 2007)
Batman vol 1 # 672
Batman
Medicina Spaziale
Grant Morrison (script) / Tony Daniel (art) / Tony Daniel (inks) / Jonathan Glapion (inks) / Sandu Florea (inks) / Mark Irwin (inks)
Al Dipartimento di Polizia di Gotham City irrompe un emulo di Batman dall'aspetto demoniaco¹ che dice di essere stato svegliato da una forza subliminale, ed esige di vedere il commissario Vane. I poliziotti, spaventati dal lanciafiamme che l'impostore tiene in mano, cercano di chiamare un certo Farelli ma vengono uccisi senza pietà. Il trambusto attira l'attenzione del Commissario Gordon che cerca di trattare con il distorto e terrificante Batman. Nel frattempo Bruce Wayne si trova al centro del gossip dei rotocalchi rosa per la sua relazione sentimentale con Jezebel Jet, la giovane filantropa. La coppia, tornata a Gotham dopo una vacanza in Europa, si appresta a fare sky-diving nei cieli della città quando il Batsegnale si accende. Bruce fa tuffare la donna per prima fingendo poi di perdere la rotta per potersi defilare e recare da Gordon. Il criminale ha portato il commissario sul tetto iniziando a farneticare cose senza senso riguardo due suoi compagni (Muller e Branca). Sulla scena arriva il vero Batman che ricorda di aver già incontrato quest’uomo in un incubo. Il Cavaliere Oscuro affronta l'impostore il quale non si fa sorprendere e colpisce in petto il nostro eroe con un proiettile esplosivo. La corazza lo salva, ma il violentissimo impatto gli causa un arresto cardiaco. Tutto diventa buio, appare la scritta "Zur-en-arrh" e un folletto vestito da Batman dice a Bruce di trovarsi nei guai.

(¹) Si tratta del terzo emulo di Batman dopo quello apparso in Batman # 663 e quello rafforzato dal Venom usato da Bane apparso in Batman # 664.
Durante un sogno, Demian Wayne li ha definiti due "spettri" profetizzando l'arrivo di un terzo che avrebbe scandito la fine del Cavaliere Oscuro. 

22 pagine

protagonisti: Batman, Jezebel Jet, Alfred Pennyworth, James Gordon, Bat-Devil (1ª apparizione)
apparizioni: Vicki Vale, Bat-Mite

da Batman vol 1 # 672, DC Comics (Feb 2008)
Batman vol 1 # 673
Batman
Joe Chill all'inferno
Grant Morrison (script) / Tony Daniel (art) / Sandu Florea (inks) / Jonathan Glapion (inks)
Batman ha avuto un arresto cardiaco durante lo scontro con un suo emulo. Durante l'incoscienza Bruce ha delle visioni riitrovandosi in una sorta di viaggio onirico insieme a una versione bizzarra di se stesso, il Batmito¹. Nelle sue visioni si vede proiettato in una realtà parallela in cui un giovane se stesso, al primo anno di attività come Batman, ha perseguitato l'assassino dei suoi genitori, Joe Chill, fino a spingerlo al suicidio. I pensieri distorti e accelerati vengono inframmentati dal ricordo delle sette settimane di isolamento del rituale Thogal svolto a Nanda Parbat ma sopratutto al ricordo di un esperimento a cui si era sottoposto. Uno psicologo chiamato Simon Hurt lo aveva convinto a costringersi ad un isolamento forzato di dieci giorni sotto l'influenza di allucinogeni psicotropi. Questo avrebbe aiutato Batman a comprendere meglio i meandri della follia che spinge un criminale come il Joker ad agire senza alcuna logica apparente, in modo imprevedibile, ed avrebbe aiutato il dottor Hurt ad avere il profilo psicologico approfondito dell'uomo con la mente più potente del mondo. A questo esperimento collaborò l'esercito. Quando si sveglia, Batman è legato a una sedia e davanti a lui c'è il suo emulo.

(¹) Si tratta di una sorta di folletto proveniente da un'altra dimensione apparso per la prima volta in Detective Comics # 267 del 1959.

22 pagine

protagonisti: Batman, Bat-Mite, Joe Chill (flashback), Bat-Devil

da Batman vol 1 # 673, DC Comics (Mar 2008)
Batman vol 1 # 674
Batman
Batman morirà all'alba
Grant Morrison (script) / Tony Daniel (art) / Sandu Florea (inks)
Batman ha ripreso conoscenza dopo aver subito un arresto cardiaco e ora si ritrova legato a una sedia prigioniero del suo emulo. Il terzo spirito inizia a torturarlo spiegandogli che i tre Batman erano il frutto di un esperimento condotto da Simon Hurt (lo stesso dottore che aveva sottoposto Bruce all'esperimento spaziale anni prima¹) che aveva come obiettivo la creazione di una squadra di nuovi Batman nel caso in cui quello originale fosse scomparso. I soggetti furono tre poliziotti tutti motivati da un forte trauma. Il primo Batman, quello che aveva sparato al Joker, si chiamava Muller ed è morto, Branca, il secondo Batman potenziato dal veleno di Bane, è impazzito tanto da uccidere la sua famiglia, e infine Lane, il Batman che lo tiene prigioniero, è un giovane poliziotto la cui famiglia era stata uccisa da un gruppo di satanisti. Le loro capacità si sarebbe dovuto attivare solo attraverso una parola chiave che avrebbe interrotto l'ipnosi. Quando il progetto fallì e Hurt scomparse, il commissario Vane (che al tempo aveva sostituito Gordon) insabbiò la vicenda. I poliziotti che sapevano preferirono mantenere segreto quanto successo per proteggere i loro compagni sottoposti al trattamento. Mentre Gordon viene a conoscenza dell'esperimento, Batman, approfittando della distrazione del suo aguzzino, riesce a liberarsi per affrontarlo subito dopo. Il criminale riesce però a scappare non prima di avvertire Batman che presto non ci sarà più.

(¹) si tratta di una vecchia storia apparsa in Batman # 156 del 1963.

22 pagine

protagonisti: Batman, James Gordon, Bat-Devil
apparizioni: Bat-Mite

da Batman vol 1 # 674, DC Comics (Apr 2008)
Batman vol 1 # 675
Batman
Il demonio a nove occhi
Grant Morrison (script) / Ryan Benjamin (art) / Saleem Crawford (inks)
Bruce e Jezebel sono a cena all’ultimo piano di un esclusivo ristorante. La donna, sospettosa del suo comportamento spesso misterioso, cerca di capire con chi ha davvero a che fare, intuendo in lui qualcosa di profondo e oscuro. Bruce cerca di liquidare in fretta il discorso. Improvvisamente la cena viene interrotta da un uomo bendato e con un occhio dipinto su ogni dito delle mani che rapisce Jezebel nelle cucine e ordina ai suoi uomini di sistemare Wayne. Mentre Robin e Nightwing intervengono per occuparsi dei ninja al seguito del criminale, Bruce raggiunge il rapitore di Jezebel e lo attacca con violenza urlandogli se ha dei legami con il Guanto Nero. Jezebel vede Bruce combattere e subito capisce che Bruce Wayne è Batman. Dall'altra parte del mondo Talia Al Ghul sta addestrando Damian Wayne, figlio di lei e di Bruce. Delle voci le arrivano su un'organizzazione chiamata Guanto Nero che vuole uccidere il suo amato. La cosa non può essere permessa e si mette subito in viaggio verso Gotham.

22 pagine

protagonisti: Batman, Jezebel Jet, Robin, Nightwing, Talia al Ghul, Damian Wayne, Merlyn, Ten-Eyed Man

da Batman vol 1 # 675, DC Comics (Mag 2008)