Utenti registrati: 2655

Ci sono 1 utenti registrati e 57 ospiti attivi sul sito.

Luciovovick

Ultimo commento

JoeKerr su Conan # 1

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
Batman: Gotham Knights # 1

Batman: Gotham Knights | Batman: Gotham Knights

Planeta DeAgostini Ottobre 2008
Batman: Gotham Knights # 60
Batman
The Games People Play
A.J. Lieberman (script) / Javi Pina (art) / Francis Portela (inks)
Alfred Pennyworth subisce un aggressione da parte di alcuni teppisti. Batman accorre in suo aiuto ma quando si confronta con gli aggressori Alfred viene rapito da Hush. Alla caccia di informazioni, il Cavaliere Oscuro riceve una soffiata dalla bella Poison Ivy riuscendo in questo modo a risalire al suo nemico. Intanto, all'interno della stiva di una nave ancorata al porto, mentre Hush discute con il suo alleato Prometeo, Alfred riesce a liberarsi finendo all'interno di una stanza occupata da un prigioniero che in catene lo supplica di liberarlo. L'uomo si rivela essere Thomas Elliot, il vecchio amico d'infanzia di Bruce Wayne. Sorpreso da questa rivelazione perché convinto che il suo rapitore fosse Elliot, Alfred viene raggiunto da Hush che cerca di ucciderlo colpendolo con un arma da fuoco. Improvvisamente irrompe Batman che si avventa su Hush. Nel corso della successiva battaglia Hush rilascia un ordigno esplosivo che costringe Batman a occuparsi di Alfred permettendogli di fuggire. All'ospedale, subito dopo aver ripreso conoscenza, Alfred rivela a Bruce di essere a conoscenza di un terribile segreto ma che il trauma subito dall'esplosione ha rimosso i ricordi legati a esso. Intanto, in un luogo nascosto, Thomas Elliot supplica l'uomo bendato conosciuto come Hush di liberarlo dalla sua prigionia.

22 pagine

protagonisti: Batman, Alfred Pennyworth, Prometheus, Hush
apparizioni: Poison Ivy

da Batman: Gotham Knights # 60, DC Comics (Feb 2005)
Batman: Gotham Knights # 61
Batman
Natura umana, pt 1
A.J. Lieberman (script) / Al Barrionuevo (art) / Bit (inks)
L'ondata di suicidi da parte di alcuni adolescenti sta scuotendo l'opinione pubblica di Gotham. Il sindaco David Hull, assediato dai giornalisti, ha un incontro con lo scienziato Zhang che gli dice di stare tranquillo rassicurandolo di occuparsi del caso. Intanto Poison Ivy, dopo un incontro non proprio amichevole con Hush, scopre che i ragazzi che si suicidano sono gli orfani del parco, i giovani che qualche tempo fà si era impegnata a proteggere¹. La donna, raggiunto l'obitorio in cui è stato portato il cadavere dell'ultimo dei ragazzi, scopre che la causa della sua morte è dovuta a un veleno organico di origine vegetale. In breve tempo la polizia apre un indagine individuando in Poison Ivy la responsabile degli omicidi. Nel frattempo, la donna, convinta che il prolungato contatto con gli orfani li abbia in qualche modo contagiati, rintraccia un altro dei suoi "ragazzi", trovandolo in una serra in procinto di ingoiare un fertilizzante nocivo. Il ragazzo sembra sconvolto e dopo aver ucciso un poliziotto crolla tra le braccia di Poison Ivy chiedendogli il suo aiuto.

(¹) vedi la saga No Man's Land.

22 pagine

protagonisti: Poison Ivy
apparizioni: Hush

da Batman: Gotham Knights # 61, DC Comics (Mar 2005)
Batman: Gotham Knights # 62
Batman
Natura umana, pt 2
A.J. Lieberman (script) / Al Barrionuevo (art) / Bit (inks)
Accusata dalla polizia della morte dei giovani orfani che in passato ospitava nel Parco Robinson, Poison Ivy si trova costretta a chiedere l'aiuto di Batman. Analizzando i campioni di sangue dell'ultimo ragazzo ucciso, Bruce scopre che il suo corpo è stato pietrificato prima di potersi trasformare in un arma biologica vivente simile alla stessa Poison Ivy. Ringraziato il nostro eroe per l'informazione, la donna raggiunge la sede della Fluorotech, la multinazionale farmaceutica guidata da Jason Woodrue responsabile della sua condizione. Mentre in un complesso sotterraneo nel deserto alcuni scienziati stanno compiendo degli esperimenti su delle cavie umane, una misteriosa donna si introduce in un prestigioso albergo e uccide un uomo pietrificandolo. Intanto Poison Ivy, venuta a sapere della morte di Woordrue, trova tutti i suoi appunti alla ricerca della verità.

22 pagine

protagonisti: Batman, Poison Ivy
apparizioni: Alfred Pennyworth, Hush, Prometheus

da Batman: Gotham Knights # 62, DC Comics (Apr 2005)
Batman: Gotham Knights # 63
Batman
Natura umana, pt 3
A.J. Lieberman (script) / Al Barrionuevo (art) / Bit (inks)
La polizia di Gotham è convinta che Pamela Isley alias Poison Ivy sia responsabile della morte degli orfani che in passato accudiva. In realtà, dietro gli omicidi sembra esserci una misteriosa organizzazione che, corrotto il sindaco Hull affinché chiuda un occhio sulla scomparsa degli orfani, sta compiendo degli esperimenti sui ragazzi per creare delle armi biologiche viventi simili alla stessa Poison Ivy. Intanto Poison Ivy, dopo aver recuperato gli appunti di Jason Woodrue nella speranza di trovare una cura alla sua condizione, viene avvicinata da Hush. L'uomo si è sottoposto a un trattamento che gli consente di baciare la Pamela senza rimanere condizionato dal suo veleno. Poison Ivy ignora le motivazioni di Hush e gli chiede il suo aiuto per liberarsi dalla sua maledizione. Al suo rifiuto, la donna, disperata, si presenta da Bruce Wayne affermando di voler tornare normale.

22 pagine

protagonisti: Batman, Hush, Poison Ivy
apparizioni: Selina Kyle, Michael Akins, Alfred Pennyworth

da Batman: Gotham Knights # 63, DC Comics (Mag 2005)
Batman: Gotham Knights # 64
Batman
Natura umana, pt 4
A.J. Lieberman (script) / Al Barrionuevo (art) / Bit (inks)
Convinta di essere responsabile della morte di giovani innocenti, Poison Ivy chiede a Bruce Wayne di aiutarla a tornare normale. Sorpreso dalla richiesta di aiuto, Bruce accetta e con gli appunti di Jason Woodrue cerca di trovare un antidoto che liberi Poison Ivy della sua maledizione. Nei giorni seguenti, mentre Bruce cerca di realizzare un composto che permette di espellere le tossine contenute nel corpo di Poison Ivy, tra i due si crea una inaspettata complicità interrotta però da Hush che per motivi ancora poco chiari è contrario alla scelta della donna e ordina a Bruce di stare lontano da Poison Ivy. Quando Hush rivela alla donna, da cui sembra essere attratto, che Bruce Wayne la sta ingannando perché in realtà è Batman, il nostro eroe è costretto a mettere in scena uno stratagemma facendosi aiutare  dal fedele Alfred che in questa occasione si ritrova a impersonare Batman indossando un suo costume imbottito. Poco più tardi, mentre lo scienziato Zhang si compiace di aver utilizzato le ricerche di Woodrue per trasformare i giovani orfani in armi biologiche viventi, Bruce, riconquistato la fiducia di Poison Ivy, dopo una serie di tentativi falliti riesce finalmente a riportare Pamela Isley alla sua forma umana.

22 pagine

protagonisti: Batman, Poison Ivy, Hush
apparizioni: Alfred Pennyworth, Prometheus

da Batman: Gotham Knights # 64, DC Comics (Giu 2005)
Batman: Gotham Knights # 65
Batman
Natura umana, pt 5
A.J. Lieberman (script) / Al Barrionuevo (art) / Bit (inks)
Pamela Isley, la donna conosciuta come Poison Ivy, è guarita riacquistando la sua umanità. Bruce Wayne, a cui va il merito del successo dell'operazione, accoglie la richiesta della donna lasciandola da sola al Parco Robinson. Qui Pamela viene avvicinata da Jason Woodrue, l'uomo responsabile della creazione di Poison Ivy, che gli racconta di aver fatto credere di essere morto per fuggire dal suo ex collega Zhang. Quest'ultimo sta usando i ragazzi che Poison Ivy proteggeva nel parco per usarli come cavie trasformandoi in armi biologiche viventi. Durante la conversazione Woodrue viene ucciso, colpito da un cecchino, Batman interviene e Pamela capisce che l'unico modo per salvare i ragazzi è quello di tornare a essere Poison Ivy. Nel momento in cui Bruce si rifiuta di invertire il processo, Pamela si rivolge ad Hush facendosi portare in un laboratorio attrezzato della Waynetech. Zhang e uno dei ragazzi mutati entrano in scena ma Hush li ferma con Pamela che uccide lo scienziato iniettandogli il veleno da lui stesso creato. Alla fine, pur sapendo dei pericoli a cui va incontro, Pamela decide di sottoporsi al processo iniettandosi il siero. Qualcosa non va per il verso giusto e nonostante Batman cerchi di fermarla Pamela Isley sembra perdere la vita.

22 pagine

protagonisti: Batman, Poison Ivy, Hush
apparizioni: Jason Woodrue

da Batman: Gotham Knights # 65, DC Comics (Lug 2005)
Batman: Gotham Knights # 66
Batman
Rescissione di contratto
A.J. Lieberman (script) / Al Barrionuevo (art) / Bit (inks)
Stanco dell'incompetenza del suo alleato, Hush decide di scaricare Prometeo. Pochi istanti più tardi i due vengono circondati dal mercenario Deathstroke e da un nutrito gruppo di soldati appartenente al culto del Cobra comandati da Talia al Ghul. A quanto pare Prometeo possiede un oggetto che la figlia del signore della guerra Ra's Al Ghul vuole avere a tutti i costi. Subito catturato, Prometeo si accascia rivelando di essere stato contagiato da uno degli ibridi di Poison Ivy. Sapendo delle sue conoscenze mediche, Talia minaccia Hush ottenendo la sua collaborazione per salvargli la vita. Nel corso dell'intervento assistiamo a un flashback delle origini di Prometeo. Alla morte dei genitori, una coppia di rapinatori, Chad Graham viaggia per il mondo diventando un assassino e un mercenario. Giunto in India alla ricerca della mitica città di Shamballa, il leggendario regno del male, Graham viene accolto dai monaci scoprendo dopo un paio di anni il loro più grande segreto. La città é stata costruita sugli antichi resti di una navicella aliena che custodisce la Chiave Cosmica, fonte di inesauribile potere. A questo punto Prometeo uccide il custode dell'astronave e si impossessa della chiave che apre il tempo e lo spazio. Tornati nel presente, mentre Hush, tratto in salvo Prometeo, si fa scudo di Talia al Ghul ottenendo una via di fuga, scopriamo che l'ambito oggetto si trova custodito nel quartier generale della Società della Giustizia.

22 pagine

protagonisti: Hush, Prometheus, Talia al Ghul
apparizioni: Deathstroke

da Batman: Gotham Knights # 66, DC Comics (Ago 2005)
Batman: Gotham Knights # 67
Batman
La vita di Riley
A.J. Lieberman (script) / Rick Burchett (art) / Alvaro Lopez (inks)
Riley Wilkes, un regista frustrato che di giorno realizza video di matrimoni e di notte gira filmino porno, riprende casualmente uno dei recenti scontri di Batman, senza maschera e costume, con il suo nemico Hush. Convinto di aver avuto un colpo di fortuna capace di cambiargli la vita, Riley, dopo aver compiuto le opportune verifiche confrontando il girato con le riprese dell'amico Shelly, si rende conto di aver scoperto l'identità segreta di Batman. Da questo momento in avanti la vita dell'uomo prende una brutta piega e l'avidità di ottenere un facile guadagno prima lo porta a uccidere un agente corrotto e il suo amico Shelly e poi a ricattare Bruce Wayne chiedendogli qualche milione di dollari in cambio del suo silenzio. Bruce al posto dei soldi gli offre la sua collaborazione mettendolo in guardia sulla pericolosità di Hush ma l'avidità di Riley ha il sopravvento e l'uomo preferisce farsi consegnare i soldi da Alfred. Ottenuto il denaro Riley Wilkes viene ucciso e Alfred si allontana dalla casa con una macchia di sangue sulla sua giacca.

22 pagine

protagonisti: Batman, Alfred Pennyworth, Hush (flashback)

da Batman: Gotham Knights # 67, DC Comics (Set 2005)
Batman: Gotham Knights # 68
Batman
La forma delle cose a venire, pt 1
A.J. Lieberman (script) / Al Barrionuevo (art) / Bit (inks)
Sei mesi fa, il pompiere Johnny Williams rimane coinvolto in un violento incendio propagatosi in una fabbrica. Il resto della sua squadra muore, dopo essere venuto a contatto con delle sostanze chimiche sconosciute, mentre lui rimane illeso, almeno all'apparenza. Nelle settimane successive Williams, scostante e violento con la sua famiglia, dopo aver sfogato la sua rabbia uccidendo una prostituta, decide di suicidarsi. Nel frattempo Hush ha scoperto che qualcosa di strano é accaduto al pompiere, qualcosa che riguarda un misterioso virus in grado di combinarsi con il DNA umano, così, prima che Johnny Williams si suicidi, lo rintraccia e lo convince a seguirlo. Nel presente, mentre viene rinvenuto il cadavere di Riley Wikes, il regista di filmini porno venuto a conoscenza dell'identità di Batman, Alfred Pennyworth ricorda finalmente di aver visto il volto di Tommy Elliot sulla nave in cui era stato portato dopo essere stato catturato dallo stesso Hush.

22 pagine

protagonisti: Batman, Alfred Pennyworth, Clayface (Johnny Williams) (1ª apparizione), Hush

da Batman: Gotham Knights # 68, DC Comics (Ott 2005)
Batman: Gotham Knights # 69
Batman
La forma delle cose a venire, pt 2
A.J. Lieberman (script) / Al Barrionuevo (art) / Bit (inks)
Qualche mese prima, Johnny Williams, un pompiere venuto a contatto con delle strane sostanze chimiche, ha subito una mutazione che permette al suo corpo di assumere qualsiasi forma lui desideri. Hush è riuscito ad avvicinare il disperato sul punto di suicidarsi promettendogli di trovare una cura alla sua situazione. In cambio, l'ultima incarnazione di Clayface, dovrà mettere a disposizione le sue capacità per aiutarlo a distruggere Bruce Wayne. Presente. Alfred rivela a Bruce di essersi ricordato di aver visto Thomas Elliot prigioniero nella stessa nave in cui era stato portato. Ignorando che l'uomo visto da Alfred era in realtà Williams con il volto di Thomas Elliot, il nostro protagonista, pur ritenendo improbabile che Hush non sia il suo vecchio amico d'infanzia, rimane comunque confuso. Mentre la polizia trova il portafoglio di Bruce Wayne poco distante dal cadavere di Riley Wilkes, Batman, durante una perlustrazione notturna, si imbatte in Hush. Nel corso del successivo scontro, il nostro eroe viene gettato da un palazzo. Batman cerca di arpionare una gargolla ed evitare la caduta ma il suo lazzo viene tagliato da Alfred Pennyworth e il nostro eroe si ritrova a precipitare nel vuoto.

22 pagine

protagonisti: Batman, Alfred Pennyworth, Clayface (Johnny Williams), Hush

da Batman: Gotham Knights # 69, DC Comics (Nov 2005)
Batman: Gotham Knights # 70
Batman
La forma delle cose a venire, pt 3
A.J. Lieberman (script) / Al Barrionuevo (art) / Bit (inks)
Nel corso di una battaglia con Hush, Batman, dopo essere stato scaraventato da un tetto, ha subito un agguato da Alfred che gli ha tagliato la fune con cui si era aggrappato per non cadere. Riuscito a salvarsi ugualmente Batman raggiunge Alfred trovandolo in uno stato confusionale. L'uomo non ha il pieno controllo delle sue azioni e non si ricorda di quanto accaduto. Tornati alla batcaverna, il cavaliere oscuro scopre che Alfred, quando é stato recentemente catturato, é stato infettato da Hush con un ceppo del virus di Clayface ed é destinato a morire. Nel frattempo Hush, insieme all'ultimo Clayface, sta rimediando campioni di dei vari Clayface per ottenere un campione puro che non sia stato mutato dal DNA umano e poter cosí diventare lui stesso un Clayface senza degenerazioni. Intanto i detective del dipartimento di polizia che stanno indagando sull'omicidio di Riley Wikes, dopo essersi presentati in casa di Bruce Wayne e aver ricevuto la conferma che la notte dell'omicidio il ricco imprenditore si trovava a una riunione con il commissario Akins, iniziano a sospettare che l'assassino di Wikes possa essere proprio Alfred Pennyworth. Nella notte Batman ha un nuovo scontro con Hush ma quando lo colpisce mettendolo in un angolo si rende conto di trovarsi di fronte Clayface. Il vero Hush non tarda ad arrivare e da dietro le spalle gli punta una pistola alla testa.

22 pagine

protagonisti: Batman, Alfred Pennyworth, Clayface (Johnny Williams), Hush
apparizioni: Michael Akins, Clayface (Sondra Fuller)

da Batman: Gotham Knights # 70, DC Comics (Dic 2005)
Batman: Gotham Knights # 71
Batman
La forma delle cose a venire, pt 4
A.J. Lieberman (script) / Al Barrionuevo (art) / Bit (inks)
Hush sta cercando di acquisire il potere che permette ai vari Clayface di mutare forma ed é convinto che Cassius Clay, il quinto Clayface, abbia il codice genetico perfetto per i suoi scopi. Per salvare la vita di Alfred, infettato da Hush dal virus, Batman si trova costretto a recuperare un campione dal corpo di Clayface attualmente rinchiuso nell'ala di isolamento di un carcere di massima sicurezza. Riuscito a liberare Clayface, una volta portato all'esterno, Hush riesce a prendere dei campioni del suo corpo. Mentre Batman e Hush lottano tra di loro cercando di impossessarsi dei campioni, Clayface ne approfitta per fuggire. Nel momento in cui i campioni si distruggono anche Hush si allontana lasciando Batman a occuparsi di Johnny Williams, l'ultimo Clayface. Destinato a morire, l'uomo, completamente sfigurato, in cambio della promessa che si occuperà della sua famiglia, consegna al nostro protagonista il flacone con il materiale genetico con cui salva la vita di Alfred. A questo punto Batman riesce a scagionare Alfred dall'accusa di omicidio facendo notare che le impronte digitali dell'amico sono molto simili a quelle del cadavere di Williams. Alla fine di tutta la vicenda il commissario Akins incolpa Batman di aver liberato un pericolosa omicida e lo ritiene responsabile delle sue azioni.

22 pagine

protagonisti: Batman, Alfred Pennyworth, Clayface (Johnny Williams), Hush, Clayface (Cassius Clay)
apparizioni: Michael Akins

da Batman: Gotham Knights # 71, DC Comics (Gen 2006)
Batman: Gotham Knights # 72
Batman
La lettera
A.J. Lieberman (script) / Al Barrionuevo (art) / Bit (inks)
Bruce Wayne viene a sapere che il custode della sua residenza estiva si è suicidato dopo la recente perdita della moglie. Dalla morte dei suoi genitori Bruce non é più stato in quella casa, aveva dimenticato la sua esistenza, così, dopo tanto tempo, decide di tornarci e con l'occasione di portare le condoglianze al figlio dell'uomo deceduto. La visita riporta alla memoria i ricordi d'infanzia legati ai suoi genitori, e Bruce, rovistando tra i loro oggetti, trova delle lettere d'amore indirizzate al padre. Smarrito dal sapere che il padre aveva una relazione extraconiugale, Bruce si mette alla ricerca della misteriosa donna, una infermiera che all'epoca lavorava nell'equipe medica di suo padre, venendo a sapere che il suo amore non era corrisposto. Thomas Wayne amava così tanto sua moglie, che gli aveva mostrato le lettere. Marta, moglie di Thomas e madre di Bruce, aveva deciso di conservare le lettere.

22 pagine

protagonisti: Bruce Wayne, Thomas Wayne (flashback), Martha Wayne (flashback)
apparizioni: Alfred Pennyworth

da Batman: Gotham Knights # 72, DC Comics (Feb 2006)
Batman: Gotham Knights # 73
Batman
Payback, Part 1
A.J. Lieberman (script) / Diego Olmos (art) / Bit (inks)
Alcuni cittadini di Gotham hanno perso la vita dopo essere stati colpiti da un improvviso attacco di cuore. L'autopsia mette in evidenza che tutte le vittime avevano lo stesso modello di pacemaker prodotto dalle industrie Wayne. Batman sospetta che dietro a tutto ci sia Hush, l'unico nemico a conoscere la sua identità, ma Thomas Elliot giura di non essere coinvolto in questa vicenda. Nel frattempo, nella periferia di Gotham, in un parco di divertimenti abbandonato, troviamo il Joker che lentamente ha recuperato le forze dopo essere stato pestato duramente da Hush. Il Joker è riuscito a recuperare un pacemaker difettoso in grado di controllare la frequenze degli altri dispositivi dello stesso modello, e ora, aiutato da piccioni addestrati, é intenzionato a vendicarsi dei suoi nemici.

22 pagine

protagonisti: Batman, Hush, Joker

da Batman: Gotham Knights # 73, DC Comics (Mar 2006)
Batman: Gotham Knights # 74
Batman
Payback, Part 2
A.J. Lieberman (script) / Diego Olmos (art) / Bit (inks)
Il Joker è tornato a Gotham e con un esercito di piccioni addestrati, cattura Hush, lo tiene sedato per tre settimane, e gli impianta un pacemaker difettoso che può controllare a suo piacimento. In balia del Joker e incapace di rimuovere da solo il dispositivo, Hush è costretto a chiedere aiuto a Batman, l'unico uomo di cui si può fidare. Batman acconsente di aiutare il suo nemico a condizione che accetti di essere rinchiuso in una cella del manicomio criminale di Arkham. Hush accetta ma quando pensa di aver subito l'intervento scappa di prigione. Batman lo raggiunge e Hush gli dice di voler eliminare il Joker rimproverando il Cavaliere Oscuro sul suo codice etico che non gli ha permesso di uccidere il Joker fin dal primo incontro causando di conseguenza decine di vittime innocenti. Batman sembra convinto a lasciare che Hush si vendichi del Joker ma prima di andarsene gli rivela di averlo ingannato lasciandogli il pacemaker difettoso e permettendogli di fuggire da Arkham. Poco dopo arriva il Joker con Hush che maledice Batman implorandolo di non abbandonarlo.

Ultimo episodio della serie che lascia irrisolto lo scontro finale tra il Joker e Hush.

22 pagine

protagonisti: Batman, Hush, Joker

da Batman: Gotham Knights # 74, DC Comics (Apr 2006)