Utenti registrati: 3505

Ci sono 0 utenti registrati e 123 ospiti attivi sul sito.

Ultimi commenti

Deboroh su DC Comics Collection # 14, nickdeckard su DC Comics Collection # 14, docmilito su Dylan Dog Color Fest # 27, comicsbox su Justice League # 5, fede97 su Justice League # 5,

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
100% Marvel # 111

100% Marvel # 111 | Iron Fist 6: Armi Immortali

Marvel Italia Marzo 2011
Immortal Weapons # 1
Fat Cobra
Il libro del Cobra
Jason Aaron (script) / Mico Suayan (art) / Stefano Gaudiano (art) / Roberto De La Torre (art) / Khari Evans (art) / Michael Lark (art) / Arturo Lozzi (art) / Victor Olazaba (inks)
Fat Cobra, il grasso e massiccio campione di Peng Lai, chiede all'uomo a cui ha affidato il compito di scrivere la storia della sua vita di leggergli ad alta voce le eroiche gesta di cui ha perso ogni memoria.
Figlio di allevatori di maiali, quando la madre di Fat Cobra morì durante il parto, suo padre,non potendosi prendere cura di un bambino tanto vorace, lo affidò a un orfanotrofio. Bandito dall'isola di Peng Lai qualche anno più tardi, il ragazzo venne preso alla scuola dell'Opera di Pechino, ricevendo una formazione in canto, danza e arti marziali. Negli anni della sua giovinezza, viaggiò il mondo, conobbe molte belle donne, e divenne un combattente prendendo parte alla guerra civile cinese. Tornato a Peng Lai, il futuro Fat Cobra entrò alla scuola di Kung Fu di Iron-Crutch Khan con l'intenzione di sconfiggere il drago Xiang Yao e divenire il campione di Peng Lai. Tuttavia il grasso guerriero sopravvisse per miracolo e sconfitto e umiliato venne esiliato nuovamente dall'isola. Negli anni successivi, dopo numerose e bizzarre avventure in giro per il mondo, tante altre donne da una notte, e un altro fallito tentativo di superare la prova del drago, il nostro grasso protagonista si ritrovò a combattere tutti i figli che nel corso degli anni aveva generato e che lo volevano morto per aver abbandonato le loro madri. Solo quando uccise uno dopo l'altro tutti i suoi figli, affinando in questo modo la sua tecnica di combattimento, riuscì finalmente a sconfiggere il drago Xiang Yao e divenire il Cobra di Peng Lai.
Terminato il racconto, Fat Cobra, ringraziato e congedato lo storico, prende il libro e lo brucia tra le fiamme.

30 pagine

protagonisti: Fat Cobra
apparizioni: Zeus, Hercules, Volstagg, Nick Fury

da Immortal Weapons # 1, Marvel Comics - USA (Set 2009)
Immortal Weapons # 2
Bride of Nine Spiders
La Canzone del Ragno
Cullen Bunn (script) / Dan Brereton (art) / Stefano Gaudiano (inks) / Tom Palmer (inks) / Mark Pennington (inks)
Agli inizi del secolo scorso, un predecessore della attuale Sposa dei Nove Ragni, una delle Armi Immortali delle Sette Capitali del Paradiso, durante il combattimento con il Leone Omicida, perse uno dei suoi leggendari ragni, una creatura in grado di emettere un inquietante canto capace di provocare allucinazioni e visioni di chi l'ascolta. Sopravvissuto fino ai giorni nostri, il ragno viene acquistato da Desmond Guille che se lo aggiudica in una esclusiva asta segreta soffiandolo di fatto a una anziana milionaria, Abigail Morse. Disposta a tutto pur di conoscere i segreti dell'immortalità della leggendaria creatura, cinque mesi più tardi, la Morse assume una squadra di ladri professionisti con il compito di rubare il ragno dalla tenuta di Guille del quale non si ha più notizie. In breve i ladri raggiungono la villa di Guille ma al suo interno trovano solo cadaveri. I ladri cercano di capire cosa possa essere accaduto e al tempo stesso di recuperare il ragno ma aggirandosi nelle stanze e nei corridoi della lugubre casa iniziano ad avere orribili allucinazioni e scorgere una giovane e pallida donna vestita di nero che si aggira come un fantasma. Mostrando pietà e permettendo la sua fuga a solo uno dei ladri, la Sposa dei Nove Ragni recupera il suo ragno perduto soddisfatta della sua vendetta.

30 pagine

protagonisti: Bride of Nine Spiders

da Immortal Weapons # 2, Marvel Comics - USA (Ott 2009)
Immortal Weapons # 3
Dog Brother n.1
Leggenda metropolitana
Rick Spears (script) / Timothy Green II (art) / Timothy Green II (inks)
Hong Kong, 1841. Orfano della Prima Guerra dell'Oppio, il giovane Sihing sopravvive per le strade della città vagabondando insieme all'amico Sidai. Quest'ultimo, di poco più grande di lui, lo consola raccontandogli le gesta del leggendario Fratello Cane n.1, il difensore dei poveri e degli oppressi, che un giorno sarebbe apparso e li avrebbe salvati. Sihing conosceva ogni dettaglio di queste storie e spesso si divertiva a imitare le tecniche di combattimento del guerriero insieme all'amico Sidai. Un giorno i due ragazzini finiscono nel giro di una banda di criminali che iniziano a sfruttarli per portare l'oppio da una parte all'altra della città. Durante uno dei tanti viaggi, Sihing si trova costretto a uccidere un poliziotto che pretendeva qualcosa di più che una semplice tangente. A causa dei problemi causati, i due ragazzini vengono portati in una nave dove la banda di criminali inizia a picchiarli a sangue. Quando Sinai viene ucciso, Sihing si libera dai suoi legacci e come un forsennato affronta i criminali mettendo in pratica le tecniche di combattimento del leggendario samurai apprese in questi anni. Nonostante il valore e il suo coraggio, Sihing sta per essere ucciso quando si presenta Fratello Cane n.1 che con accurata ferocia uccide tutti i criminali. Sihing si sveglia ancora a bordo della nave, ma ormai a largo. Guarda Fratello Cane n.1 che, privo della sua armatura, rivela le cicatrici che ricoprono il suo corpo. Il samurai gli consegna la spada dicendo di ucciderlo per diventare il suo successore. Titubante, Sihing decapita l'uomo diventando il nuovo Fratello Cane n.1.

30 pagine

protagonisti: Dog Brother n.1

da Immortal Weapons # 3, Marvel Comics - USA (Nov 2009)
Immortal Weapons # 4
Tiger's Beautiful Daughter
La Bella Figlia della Tigre
Duane Swierczynski (script) / Khari Evans (art) / Allen Martinez (inks) / Victor Olazaba (inks)
In un villaggio paradisiaco la bella Li Hua accoglie con entusiasmo il ritorno di suo padre, il Guerriero Tigre, che alla guida degli uomini torna vittorioso da gloriose ed eroiche battaglie. Nonostante alle donne non sia permesso combattere, Li Hua ama ascoltare le storie delle battaglie che suo padre gli racconta alimentando in questo modo la sua passione per il combattimento trasmessa nei sogni da una madre che non ha mai conosciuto. Quando un giorno si presenta alle porte del villaggio un esercito di guerrieri, Li Hua con grande sgomento vede molti degli uomini fuggire. A questo punto suo padre le rivela che vent'anni fa erano le donne a difendere il villaggio fino a quando una feroce battaglia portò alla morte della maggior parte di loro compresa sua madre che perse la vita subito dopo averla data alla luce. Una tregua con gli invasori portò un periodo di pace ma solo in cambio di molte delle loro terre e della promessa che le rimanenti donne non avrebbero mai più combattuto. Gli uomini fingevano di andare in battaglia solo per creare l'illusione che tutto andava per il meglio. Ora che gli invasori hanno rotto la tregua, Li Hua raduna le donne e in poco tempo le prepara alla guerra affidandosi alle innate capacità che sua madre gli ha trasmesso e alle tecniche di combattimento che ha appreso nei suoi sogni. La successiva battaglia è feroce e sanguinosa ma le donne alla fine respingono con successo gli invasori. Da quel momento Li Hua diventa la Bella Figlia della Tigre, l'Arma Immortale di una delle Sette Capitali del Paradiso.

22 pagine

protagonisti: Tiger's Beautiful Daughter

da Immortal Weapons # 4, Marvel Comics - USA (Gen 2010)
Immortal Weapons # 5
Prince of Orphans
I fidi diecimila morti
David Lapham (script) / Arturo Lozzi (art) / Arturo Lozzi (inks)
Oggi. Provincia di Yunnon, Cina. John Aman, l'Arma Immortale conosciuta come il Principe degli Orfani, dopo aver trovato dozzine di cadaveri in un villaggio, contatta Danny Rand alias Pugno d'Acciaio chiedendogli di raggiungerlo al più presto. Duemila anni fa la Cina era governata dall'imperatore Qin Shi Huang, un brutale tiranno che però ha avuto la capacità di unire il paese. Alla sua morte ascese al trono suo figlio, Qin Er Shi, il quale, essendo debole si lasciò facilmente manipolare da uomini avidi che lo convinsero a sbarazzarsi del valoroso esercito del padre. Diecimila leali guerrieri vennero così inviati in un tempio dove furono imprigionati con una magia. A protezione del tempio, un gigantesco drago che impediva loro la fuga. Negli ultimi anni però il drago, invecchiato, è venuto meno dei suoi doveri non riuscendo a impedire la fuga dialcuni dei guerrieri imprigionati, gli stessi responsabili della strage del villaggio. Aman avverte Danny che se i diecimila soldati dovessero liberarsi sarebbe una tragedia di grandi proporzioni. Incaricato Pugno d'Acciaio di uccidere il drago, il Principe degli Orfani irrompe nell'impenetrabile tempio per cercare di condurre l'esercito dei nonmorti nel mondo successivo. Sperando che il loro leader, il generale Sheng, sia disposto a condurre la sua legione nel regno dei morti, Aman lo risveglia. Tuttavia Sheng, imprigionato ingiustamente per migliaia di anni dall'imperatore traditore, carico da rabbia richiama i suoi diecimila soldati e conduce la sua legione nella vicina città di Kumming. Mentre Iron Fist sconfigge il drago, il Principe degli Orfani affronta e uccide con la sua stessa lancia Sheng convincendo ai diecimila soldati a recarsi finalmente nel regno dei morti.

30 pagine

protagonisti: Prince Of Orphans, Iron Fist
apparizioni: Luke Cage

da Immortal Weapons # 5, Marvel Comics - USA (Gen 2010)