Utenti registrati: 1713

Ci sono 0 utenti registrati e 32 ospiti attivi sul sito.

Ultimo commento

AleSiryus su Valiant (Star Comics) # 50

Login




[Dimenticata la Password?]

Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!



Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
Il discusso ciclo di J. Michael Straczynski e Joe Quesada

Soltanto un altro giorno, la fine di un epoca!

Articolo di Redazione ComicsBox del 2012-01-01

Peter Parker, alias lo stupefacente Uomo Ragno, negli ultimi anni è morto e risorto, ha acquisito nuovi poteri che lo hanno reso un vero e proprio ragno umano, si è smascherato in diretta televisiva rivelando al mondo intero la sua identità, ha partecipato alla Guerra Civile prima appoggiando Iron Man e poi diventando un fuorilegge braccato dai cosidetti eroi "legali", e infine, ha messo a rischio la vita di zia May diventata il bersaglio di un sicario assoldato da Kingpin (il boss della malavita newyorchese dell'universo Marvel) che l'ha quasi uccisa.

Lo scanzonato Uomo Ragno dell'esordio, proprio quello che nello stesso periodo veniva conosciuto dal grande pubblico e dalle nuove generazioni grazie ai film di Sam Raimi, vive nei fumetti a lui dedicati uno dei momenti più cupi della sua esistenza.

Lo scrittore J. Michael Straczynski, autore di Amazing Spider-Man, la testata principale dedicata all'Uomo Ragno, nel corso degli anni ha attuato tante di quelle trasformazioni sul personaggio (alcune valide altre discutibili) che l'eroe creato da Stan Lee sembra ormai irriconoscibile. In tutto questo, ciò che appare più evidente, è che lo stravolgimento effettuato sul personaggio ha portato gli autori in un vicolo cieco. Insomma. la sensazione è quella che gli stessi autori non sappiano più come disfarsi della matassa da loro concepita.

Joe Queseda
, disegnatore nonchè discusso editore della Marvel, sembra avere avuto la soluzione e, coadiuvato, almeno inizialmente,. da Straczynski (che avrebbe poi abbandonato la testata dopo sei anni di permanenza) concepisce il ciclo di storie One More Day (in Italia tradotto come Soltanto un altro giorno). Attraverso quattro episodi (il crossover si sviluppa sulle tre testate dedicate all'Uomo Ragno di quel periodo) Joe Queseda, che non è mai stato un fervido sostenitore della continuity e proprio per questo ha ricevuto feroci critiche dai fans che invece concepiscono l'universo Marvel come un mondo in evoluzione, da vita a una breve saga che ha come obiettivo l'eliminazione definitiva del matrimonio tra Peter Parker e Mary Jane. Queseda non ha mai gradito il matrimonio tra Peter e Mary Jane affermando che il personaggio di Peter in questo modo veniva invecchiato, reso irrimediabilmente più adulto. Di conseguenza, allo scopo di "ringiovanire" l'Uomo Ragno, con "One More Day" fa tabula rasa di circa vent'anni di storie annullando "magicamente" l'unione tra il giovane eroe e la prorompente modella dai capelli rossi. L'espediente è un patto con il demonio, Mefisto, il diavolo della Marvel per eccellenza, che in cambio della vita della "vecchiarda" chiede ai due amanti di avere il loro amore, il loro matrimonio, facendo come se non ci fosse mai stato. Spinto da innegabili esigenze editoriali e manageriali, Queseda tenta dunque di rivitalizzare l'Uomo Ragno, un eroe sempre più popolare tra le giovani generazioni, ma "invecchiato troppo" a causa del matrimonio del 1987, ripresentandocelo, come se nulla fosse accaduto, nella sua casetta di Forest Hills insieme a una zia May in salute, resuscitando addirittura Harry Osborn, classico amico di Peter, e riportando l’identità dell’Uomo Ragno segreta al mondo intero. Mary Jane appare nell'ombra di sfuggita dimenticata da tutti.

"One More Day" ha ricevuto una marea di critiche. Al di là della bellezza delle tavole di Queseda e delle toccanti pagine di commiato tra Peter e Mary Jane, ciò che più ha disgustato i numerosi fans dell'Uomo Ragno è stato quello di aver distrutto con una tale leggerezza vent'anni di storie in un colpo solo cercando di rilanciare e rinvigorire il personaggio attuando una bieca e subdola mossa commerciale.

Se la scelta editoriale di Queseda risulterà azzeccata probabilmente lo scopriremo tra qualche anno, nel frattempo, sulle pagine di Amazing Spider-Man (che negli Stati Uniti iniziò ad uscire tre volte al mese), viene impiegato una serie di autori a rotazioni per riportare l'eroe alle atmosfere "leggere" degli esordi dando così all'Uomo Ragno (nel lungo ciclo di storie conosciuto come Brand New Day) la possibilità di rivivere una sorta di seconda giovinezza... e al tempo stesso acquistare nuove lettori.




Pubblicazione originale

Amazing Spider-Man vol 1 # 544(November 2007)One More Day, Part 1J. Michael Straczynski / Joe Quesada / Danny Miki
Friendly Neighborhood Spider-Man # 24(November 2007)One More Day, Part 2: The Other Side Of DarknessJ. Michael Straczynski / Joe Quesada / Danny Miki
Sensational Spider-Man vol 2 # 41(December 2007)One More Day, Part 3J. Michael Straczynski / Joe Quesada / Danny Miki
Amazing Spider-Man vol 1 # 545(January 2008)One More Day, Part 4Joe Quesada / Joe Quesada / Danny Miki / Joe Quesada


Pubblicazione in Italia

L'Uomo Ragno (III) / Spider-Man # 487(June 2008)Soltanto un altro giorno, pt 1
L'Uomo Ragno (III) / Spider-Man # 488(June 2008)Soltanto un altro giorno, pt 2



Ristampa

Super-Eroi: le grandi saghe # 4(2009-04-13)Spider-Man: Soltanto un altro giorno
Eroi d'autore # 10(2015-03-12)Spider-Man: Soltanto un altro giorno
Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.