Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
Dragonero # 23
Copertina di Giuseppe Matteoni

La caccia al mostro porta Dragonero ad affrontare la belva proprio nella sua tana!

Dragonero # 23 | Sangue chiama sangue

Sergio Bonelli Editore Aprile 2015
Dragonero
Sangue chiama sangue
Luca Enoch (script) / Walter Trono (art) / Salvatore Porcaro (art)
La belva a cui Ian e Gmor stanno dando la caccia si dimostra animata da uno spirito di vendetta quasi umano e presto si rivelerà molto di più di un semplice animale feroce. Una coppia di Bestiarii, tra cui un'affascinante cacciatrice di tigri dei Regni Meridionali, sembra sapere molto più di quello che dice, sui reali motivi della furia della belva. La caccia implacabile porterà Ian ad affrontare il mostro nella sua stessa tana, nel cuore della foresta...

44 pagine

Ristampa: Libri Dragonero # 11 - Sangue chiama sangue, Sergio Bonelli Editore (Set 2021)
Na'weh
Il racconto della cacciatrice
Luca Enoch (script) / Salvatore Porcaro (art)
Tempo prima i tragici eventi accaduti presso la "Foresta Vecchia", la cacciatrice Na'weh si aggira nelle foreste dell'Haresamudri nei regni meridionali per meritarsi di entrare a far parte dell'ordine delle cacciatrici del suo regno, "coloro che indossano la pelle della tigre". La sua caccia è ricca di avvenimenti particolari e drammatici: dapprima finisce nel territorio di un Dhevata "un dio dormiente" e per placarlo cede le sue scorte di cibo e acqua e un tributo in sangue, poi viene catturata da un gruppo di sgherri di un nobile di città che decidono di portarla da loro padrone. Rischiando di essere violata dall'uomo, Na'weh riesce a fuggire gettandosi nel fiume. Scampato il pericolo riesce a riorganizzarsi grazie ad un gruppo di cacciatrici "che indossano la pelle di tigre" che le donano un coltello. Liberatasi dei suoi inseguitori per intervento una grossa tigre, Na'weh riprende la caccia speranzosa di poterla portare a termine. Costruisce quindi una serie di trappole per poterla catturare e aspetta la notte. Nelle tenebre, Na'weh attende ma si accorge di aver compiuto un errore fatale: il chiarore della luna fa luccicare il bracciale che aveva preso dal cadavere del nobile che la voleva violentare, ucciso dalla tigre mentre la inseguivano. Quel bagliore ha attirato la fiera che la assale azzannandole una spalla. Nel venire trascinata via Na'weh nota che la tigre si è accorta della trappola, così la fa scattare lei stessa colpendo la terribile fiera. Na'weh riesce ad ucciderla e a berne il sangue, compiendo la sua caccia. Il gruppo di cacciatrici che aveva incontrato l'hanno vista e portano a termine la cerimonia di iniziazione impiantandole le "zanne", degli aguzzi canini in metallo, e le domandano dove ha intenzione di andare per il suo viaggio rituale. La cacciatrice risponde loro che ha intenzione di andare al nord, nelle terre degli uomini dalla pelle chiara

49 pagine