Utenti registrati: 2643

Ci sono 0 utenti registrati e 50 ospiti attivi sul sito.

Ultimo commento

OneMillion su I bastardi di Pizzofalcone # 1

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox
Batman World # 7

Batman World # 7 | Batwing, vol 2

Rw Lion Novembre 2012
Batwing # 5
Batwing
Come un incubo che prende vita
Judd Winick (script) / Ben Oliver (art) / Brian Reber (inks)
Tormentato dagli incubi del suo passato, David Zavimbe alias Batwing, si prepara a tornare in azione per catturare Massacro, l'assassino che sta uccidendo gli ex supereroi che appartenevano al gruppo noto come "Il Regno". L'occasione si presenta quando viene inaugurato un museo nella Cittadella, il vecchio quartier generale della squadra di eroi. Bruce Wayne, in qualità di finanziatore, partecipa all'evento quando improvvisamente degli uomini mascherati fanno fuoco terrorizzando i presenti. Batwing interviene prontamente seguito qualche istante più tardi da Batman. I due eroi riescono a portare all'esterno gli invitati quando viene fatta esplodere una bomba che distrugge gran parte della Cittadella. Uno dei terroristi viene fermato e Batwing chiede a Matu di rintracciare l'ultima telefonata che a ricevuto scoprendo così che Massacro si trova a Giza, in Egitto.

20 pagine

protagonisti: Batwing (David Zavimbi), Matu Ba, Kia Okuru, Batman
apparizioni: Massacre

da Batwing # 5, DC Comics (Mar 2012)
Batwing # 6
Batwing
...solo la guerra mi rende felice...
Judd Winick (script) / Ben Oliver (art) / Ben Oliver (inks) / Brian Reber (inks)
Batwing si trova a Gaza, in Egitto, dove Massacro sta per uccidere un altro eroe del "Regno", David Balogun, che un tempo si faceva chiamare Steelblack, l'Uomo Macchina. Nel corso della battaglia, Massacro dice una frase che David ricorda di aver già sentito pronunciare dal generale Keita quando lui era un giovane soldato alle sue dipendenze. Sorpreso di come possa essere sopravvissuto nonostante lo abbia condannato a morte certa, David prosegue la battaglia riuscendo a salvare Balogun ma non a evitare la fuga di Massacro. Più tardi Batwing e Batman interrogano Balogun per sapere dove trovare gli altri membri del Regno prima che Massacro li uccida. L'uomo dice che una di loro vive nella natura selvaggia mentre gli altri due, Razorwire e Staff, si sono ritirati a Gotham City.

20 pagine

protagonisti: Batwing (David Zavimbi), Batman, Massacre

da Batwing # 6, DC Comics (Apr 2012)
Batwing # 7
Batwing
Ma ci furono delle conseguenze per tutti noi
Judd Winick (script) / Dustin Nguyen (art) / Derek Fridolfs (inks)
Alcuni anni fa' il paese africano del Congo era dilaniato dalla guerra. Da una parte c'era il dittatore Masika Okura, da un'altra i Signori della Guerra che fomentava l'odio tribale, e da un'altra ancora c'era la Repubblica del Popolo, dei rivoluzionari che si battevano contro il Governo ed i Signori della Guerra. Il Regno, un gruppo di eroi africani che combattevano per la libertà del loro paese, erano riusciti a raggiungere il loro obiettivo. Restava solo da invadere la capitale e sconfiggere ciò che restava dell'esercito di Okura ma il gruppo decise che il merito dovesse ricadere sui cittadini e lasciarono l'ultima battaglia a loro. Tuttavia Okura strinse un alleanza con i Signori della Guerra per combattere contro l'esercito del Popolo. Il Regno, sfiancato e troppo lontano per intervenire in tempo, fu costretta a fare un accordo con Okura che in cambio della resa dei suoi avrebbe potuto fuggire in un altro paese sanza pagare per i suoi crimini. Okura però lascio che i Signori della Guerra affrontassero da soli l'esercito del popolo ed il Regno non fu in grado di impedire la carneficina. Poco più tardi il Regno si sciolse, portando per sempre addosso la vergogna di quanto accaduto.
Finito di ascoltare il racconto di Balogun, Batwing e Batman vengono contattati da Nightwing, Robin e Batwoman che gli comunicano di aver trovato il cadavere di Razorwire, un altro componente del "Regno". In quel momento appare Massacro con l'armatura di Steelback come supporto.

22 pagine

protagonisti: Batwing, Batman, Massacre
apparizioni: Batgirl (Cassandra Cain), Nightwing, Robin

da Batwing # 7, DC Comics (Mag 2012)
Batwing # 8
Batwing
Ciò che sono... è nato dalla morte
Judd Winick (script) / Dustin Nguyen (art) / Derek Fridolfs (inks)
Batman e Batwing si precipitano ad aiutare Nightwing e Robin impegnati a combattere Massacro e l'armatura di Steelback. Mentre gli altri sono occupati con l'armatura di Steelback supportati da Balogun che gli dice come comportarsi, Batwing affronta l'assassino dicendogli di sapere la sua identità. David è convinto che sia il generale Keita ma quando uno dei suoi pugni fa volare via la maschera del suo avversario scopre che si tratta di suo fratello Isaac. Il nostro protagonista è sconcertato ma Batman lo scuote dicendogli di andarsene immediatamente perchè Steelback sta per esplodere. Il fratello rifiuta di seguirlo e un esplosione distrugge tutto. Seguendo il segnale di colui che controllava da remoto l'armatura di Steelback, Batwing si trova di fronte a Josiah Kone, l'uomo che creò il quartier Generale del Regno e le loro uniformi. Deciso a vendicarsi degli eroi che hanno lasciato libero un dittatore responsabile di un geneocidio, Kone si è servito di Isaac, trovato nella giungla dove viveva come un animale, plagiandolo per i suoi scopi e trasformandolo lentamente nella sua arma vendicativa. Mentre Batman cattura Kone, Batwing cerca tra le macerie suo fratello ma di lui non c'è traccia. Sfiduciato e stanco, Batwing dice a Batman che non se la sente di continuare la sua crociata dal momento che è stato generato da tanto orrore. Batman che anche lui è nato dalla morte spronandolo a continuare nella sua battaglia.

22 pagine

protagonisti: Batwing, Batman, Nightwing, Robin, Massacre

da Batwing # 8, DC Comics (Giu 2012)