Utenti registrati: 2177

Ci sono 3 utenti registrati e 61 ospiti attivi sul sito.

LuigiOS86 / TheRocker

Ultimo commento

majinberto su Aquaman: Time and Tide # 1

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox

Tornato nel pantheon degli eroi Marvel, Thor si riunisce alla forma mortale del dottor Donald Blake per combattere ancora? in un mondo che potrebbe non volerlo più! L'avventura che ha riportato Thor fra gli eroi più amati della Marvel! Un'imperdibile opera di riscrittura del mondo di Asgard da parte di J. Michael Straczynski (Babylon 5)! Disegni di uno dei più amati disegnatori di Thor di sempre, Oliver Coipel!

Marvel Greatest Hits # 11 | Thor: Rinascita

Panini Comics Marzo 2018
Fantastic Four
Cade il martello, pt 1
J. Michael Straczynski (script) / Mike McKone (art) / Andy Lanning (inks) / Cam Smith (inks) / Kris Justice (inks)
Reed, tornato dalla misteriosa riunione degli Illuminati¹ cerca di sviare alle insistenti domande di Sue, suscitando in lei notevoli sospetti. Improvvisamente i due vengono interrotti da una richiesta di aiuto. In Oklahoma alcuni militari sono impegnati a contrastare l'attacco di un orda di Doombots che cerca di raggiungere un laboratorio governativo. I Fantastici Quattro, raggiungono il luogo ed entrano in azione ma durante gli scontri un missile distrugge il laboratorio lasciando solo un enerme cratere. Dal fumo provocato dalle macerie appare il Dottor Destino che rivela di essere tornato per entrare in possesso di un oggetto caduto dallo spazio sei mesi prima, il Mjolnir, il potente martello di Thor.

23 pagine

protagonisti: Mr Fantastic, Invisible Woman, The Thing, Human Torch, Doctor Doom

da Fantastic Four vol 1 # 536 (May 2006)

Fantastic Four
Cade il martello, pt 2
J. Michael Straczynski (script) / Mike McKone (art) / Andy Lanning (inks) / Cam Smith (inks) / Kris Justice (inks)
In Oklahoma i Fantastici Quattro scoprono che il Dottor Destino è ancora vivo. Il monarca di Latveria è riuscito a tornare dall'inferno attraverso una crepa dimensionale, tentando di raggiungere il Mjolnir, il mitico martello di Thor caduto sulla Terra a seguito degli eventi del Ragnarock¹. Dopo essere tornato a Latveria e aver ripreso il controllo del suo regno, Destino è riuscito a ritrovare il mitico oggetto proprio in Oklahoma. Nonostante l'opposizione di Ben e Johnny, Destino si appresta ad appropriarsi del Mjolnir ma appena l'oggetto viene toccato, una enorme esplosione di energia viene rilasciata scoprendo di non essere in grado di sollevare il martello incantato. Amareggiato Destino torna a Latveria mentre Reed ipotizza che quel lampo di energia possa essere stato un segnale di risveglio del potere degli Asgardiani. Intanto un misterioso personaggio biondo (le cui iniziali sono DB) si sta dirigendo, in autobus, in Oklahoma.

(¹) vedi Thor v2 # 85.

22 pagine

protagonisti: Mr Fantastic, Invisible Woman, Human Torch, The Thing, Doctor Doom

da Fantastic Four vol 1 # 537 (June 2006)

Thor
Thor
J. Michael Straczynski (script) / Olivier Coipel (art) / Mark Morales (inks)
L'ultimo e definitivo Ragnarock ha decretato la fine di Thor e di tutti i dei asgardiani¹. Il Dio del Tuono però non è morto ma si trova in animazione sospesa in una sorta di limbo. Con la fine di Asgard, l'incantesimo con il quale Odino aveva cancellato dall'esistenza Donald Blake si è rotto e ora l'alter ego umano di Thor è tornato a vivere raccogliendo Mjolnir, il martello magico precipitato sulla Terra alla fine del Ragnarock. Donald Blake, attraverso Mjolinir, raggiunge la terra di mezzo in cui si trova il Dio del Tuono riuscendo a convincerlo che l'umanità ha ancora bisogno di lui. Thor è indeciso, teme di vivere giorni solitari senza i suoi compagni asgardiani e senza la sua terra, ma Blake lo convince che anche il ritorno degli altri dipende solo dalla sua volontà. Accerchiato da forze oscure che sotto forma di mostruose creature, si oppongono a questa eventualità, Thor decide di reagire riappropiandosi di Mjolnir. In questo modo Thor torna in vita fondendosi con Donald Blake proprio come tanti anni fà, due nature, umana e divina, intimamente legate nella loro essenza. Sulla terra Donald Blake si incammina nel deserto, raggiunge uno sperduto paesino, affitta una stanza d'albergo, e infine batte a terra il nodoso bastone che raccoglie l'essenza di Mjolnir risvegliando la potenza del tuono.

(¹) vedi Thor v2 # 85, ultimo albo del ciclo finale del Ragnarock.

22 pagine

protagonisti: Thor

da Thor vol 3 # 1 (September 2007)

Thor
Thor
J. Michael Straczynski (script) / Olivier Coipel (art) / Mark Morales (inks)
Thor, il dio del tuono è tornato. Insieme al dio asgardiano è ritornato in vita anche il suo primo alter ego umano Donald Blake deciso a stabilirsi in una cittadina della sonnolenta provincia americana dell'Oklahoma. A seguito del Ragnarock, Asgard e tutti i dei nordici sono stati cancellati e ora il Dio del Tuono, nuovamente sulla Terra, sembra essere destinato a condurre un'esistenza vuota senza i suoi compagni d'armi e i suoi amori. Donald Blake si inoltra nello sterminato deserto che circonda la cittadina, batte il bastone a terra e lascia il posto a Thor. Il dio del tuono scatena una tempesta di dimensioni epiche e, quando la furia degli elementi si calma, lì dove prima vi era il deserto torna a sorgere Asgard in tutto il suo splendore. Thor si aggira tra i palazzi della città desolatamente vuota, perdendosi nei ricordi e tra gli spettri del suo passato. A turbare la sua solitudine, due impacciati agenti della polizia che gli contestano l'edificazione di una intera città sul suolo americano, e il proprietario del terreno che si dimostra ben felice di vendergli ettari di arido deserto in cambio di una piccola parte dei tesori di Asgard. Concluso queste pratiche burocratiche Thor lascia la sua dimora con la volontà di ritrovare e strappare all'oblio tutti gli asgardiani.

23 pagine

protagonisti: Thor, William Cobb III (1ª apparizione)

da Thor vol 3 # 2 (October 2007)

Thor
Tutto ciò che è vecchio torna nuovo
J. Michael Straczynski (script) / Olivier Coipel (art) / Mark Morales (inks)
Alla ricerca dei suoi compagni perduti, i dei asgardiani perduti all'oblio, Thor si ritrova in una New Orleans devastata dall'uragano Katrina, ancora tristemente desolata e abbandonata da tutti. Il Dio del Tuono viene accolto con astio da un uomo del posto, Ezra, che sfoga tutta la sua rabbia accusando di non aver fatto nulla per evitare il disastro. Thor sembra profondamente colpito dalle parole dell'uomo quando gli si presenta Iron Man, suo vecchio compagno nei Vendicatori. L'incontro si rivela però tutt'altro che amichevole. Il mondo che Thor conosceva è profondamente cambiato. La Guerra Civile dei superumani prima e l'Iniziativa ora hanno definitivamente cambiato regole ed equilibri. Iron Man, con estrema arroganza lo invita a registrarsi e passare dalla parte dei buoni. Minaccia ritorsioni pesanti, come l'esproprio della Nuova Asgard. Gli Stati Uniti non potrebbero mai tollerare la presenza della città asgardiana sul loro territorio. Come risposta Thor gli scarica addosso tutta la sua rabbia accusandolo di aver messo amici contro amici e di aver infangato il suo nome costruendo tramite il suo DNA, il clone che ha ucciso il Golia Nero, Bill Foster, durante la Guerra Civile¹. Lo scontro è inevitabile e Iron Man si rende presto conto che tutta la tecnologia di cui dispone nulla può contro il potere divino di Thor. Iron Man gli propone di rendere Asgard una sede diplomatica considerandola un ambasciata su territorio americano. In questo modo Asgard e chiunque ci viva sarebbe fuori dalla giurisdizione dell'atto di registrazione. Thor accetta e si allontana lasciando Iron Man umiliato a terra. Subito dopo il Dio del Tuono ai imbatte nuovamente nel cittadino che lo aveva trattato in malomodo. Ezra, immobile su uno dei ponti della città, soffre per non essere riuscito a proteggere gli abitanti, ed avvisarli del pericolo. Thor scruta fra le pieghe della sua umanità e riconosce uno dei compagni perduti, Heimdall il Guardiano del Ponte dell'Arcobaleno. Mentre i due asgardiani tornano a casa, Iron Man, gonfio di lividi, rinuncia a qualsiasi atto ostile contro Asgard.

(¹) vedi Civil War # 4.

23 pagine

protagonisti: Thor, Heimdall, Iron Man

da Thor vol 3 # 3 (November 2007)

Thor
Senza frontiere
J. Michael Straczynski (script) / Olivier Coipel (art) / Mark Morales (inks)
Donald Blake viene raggiunto da Ernest Lereaux, medico che lavora nell'organizzazione umanitaria Medici Senza Frontiere, chiedendogli il suo supporto in un campo di profughi del Dahran, una regione africana dilaniata dalla guerra. Il paese è teatro di una lotta tribale che sta provocando milioni di vittime da parte di una tribù dominante nei confronti della tribù minoritaria. Neanche il campo di Medici senza Frontiere è risparmiato dai sanguinosi attacchi. I volontari sembrano abbandonati a se stessi, orfani delle promesse degli stati industrializzati e delle Nazioni Unite. La sicurezza è affidata a guardie armate, fra le quali spicca un terzetto di personaggi la cui forma umana cela i dei asgardiani Volstagg, Fandrall e Hogun. Quando una bambina viene usata come bomba umana contro il campo profughi provocando la morte di Lereaux, Blake, inorridito, lascia la scena a Thor. Il Dio del Tuono ferma gli assalitori, restituisce la divinità ai dei asgardiani e, ascoltato l'anziano capo della tribù sottomessa che afferma che altro spargimento di sangue non fermerebbe il ciclo di violenza, genera una spaccatura nel suolo che divide le due tribù. Una soluzione di ripiego sapendo che solo dall'Africa stessa può nascere la soluzione ai problemi del continente. Tornati ad Asgard, Hogun chiede a Thor il motivo per cui sta impiegando tutto questo tempo per strappare i dei asgardiani dalle loro identità mortali. Thor gli rivela che vorrebbe impedire il ritorno dei malvagi ma e consapevole che così facendo rischierebbe che qualcuno dei suoi compagni muoia nella sua forma umana prima di essere individuato, così, per non sacrificare nessuno, incarica Heimdall di rintracciare tutti gli asgardiani.

22 pagine

protagonisti: Thor, Fandral, Volstagg, Hogun
apparizioni: Heimdall

da Thor vol 3 # 4 (December 2007)

Thor
Consegna espresso
J. Michael Straczynski (script) / Olivier Coipel (art) / Mark Morales (inks)
Grazie ai poteri di Heimdall, Thor scopre che qualcuno ha catturato tutti i potenziali dei asgardiani rinchiudendoli in una base militare abbandonata nel deserto. Tra di loro spicca una donna che potrebbe ospitare l'essenza di Lady Sif. Improvvisamente si presenta il loro carceriere, il Distruttore, la macchina sterminatrice di dei creata da Odino. Nel corso della successiva battaglia, Thor, impegnato a contrastare la furia del Distruttore, decide di usare tutte le sue energie per liberare i dei asgardiani dai loro involucri umani. Rotto l'incantesimo, il Distruttore crolla a terra e Thor scopre che l'anima che lo alimentava era quella di Balder, il suo vecchio compagno d'armi. Precipitato nel Ragnarock Balder si è risvegliato nel Distruttore individuando in Thor, fautore del Ragnarock, il vero distruttore di Asgard. Subito dopo, la donna notata in precedenza in mezzo agli altri prigionieri si rivela essere Loki, il malvagio fratellastro di Thor, che, assunto forme femminili, gli rivela di essere rinato libero dal risentimento del passato e pronto per iniziare una nuova vita sotto auspici migliori. Thor gli concede questa opportunità ignorando che il Dio della menzogna, per non smentire la sua nomea, ha usato il Distruttore organizzando (insieme al Dottor Destino) questa macchinazione per fare in modo che Thor lo riportasse in vita insieme a tutti coloro che il Dio del Tuono avrebbe preferito lasciare all'oblio.

23 pagine

protagonisti: Thor, Balder, Destroyer, Loki
apparizioni: Heimdall

da Thor vol 3 # 5 (January 2008)

Thor
Dei erranti
J. Michael Straczynski (script) / Olivier Coipel (art) / Mark Morales (inks)
Thor ha fatto risorgere Agard nel cuore degli Stati Uniti risvegliando molti dei suoi fratelli asgardiani nascosti nell'animo di alcuni terrestri. Gli abitanti della vicina cittadina dell'Oklahoma iniziano a prendere confidenza con le divinità scambiandosi divertenti anedotti mentre i dei asgardiani cominciano ad ambientarsi nella loro nuova patria incuriositi del mondo mortale. Donald Blake, tornato a condividere la sua essenza con quella del Dio del Tuono, dopo aver ascoltato i racconti dei cittadini dando consigli a Bill Junior, giovane barista rimasto fologorato dall'incontro con la dea asgardiana Kelda, ha una intima conversazione con Thor durante la quale lo incita a risvegliare tutti i dei affinchè nessuno venga sacrificato per errore. Thor, che vorrebbe assicurare ai suoi sudditi un futuro più radioso e distante dalle antiche e severe leggi di Odino, è confuso se salvare tutti, buoni o cattivi, o accollarsi il peso di inevitabili perdite. Alla fine il Dio del Tuono si lancia verso il cielo e scatenando una violenta tempesta che coinvolge l'intero pianeta rilascia tutto il suo potere risvegliando tutti i dei di Asgard. Esausto per il tremendo sforzo Thor perde i sensi precipitando sulla terra apparentemente morto. Nel frattempo su Nuova Asgard, Loki osserva compiaciuto le azioni del fratello soddisfatto di sapere che tutto sta andando secondo i piani e che i vecchi alleati stanno per tornare.

22 pagine

protagonisti: Thor/Donald Blake, William Cobb III, Kelda Stormrider (1ª apparizione)
apparizioni: Heimdall, Hogun, Volstagg, Loki

da Thor vol 3 # 6 (April 2008)

Thor
Padri e figli, pt 1
J. Michael Straczynski (script) / Marko Djurdjevic (art) / Danny Miki (inks)
Thor ha costruito la nuova Asgard, ha cercato gli avatar mortali degli dei e utilizzando tutto il suo potere ha richiamato alla vita gli ultimi asgardiani. Stremato dallo sforzo Thor viene posato all'interno di un sarcofago per essere protetto da minaccie esterne mentre si riprende dalle energie consumate. Appena il sarcofago si chiude, per uno strano paradosso compare all'esterno Donald Blake che, scisso dal Dio del Tuono, si allontana da Asgard mettendosi alla ricerca di Jane Foster. Nel frattempo Thor, all'interno del sarcofago, si ritrova tra sogno e realtà nell'Ade. Alcuni corvi lo stuzzicano insinuando di non voler resuscitare suo padre. Il fragore di una battaglia attira la sua attenzione e Thor si ritrova ad assistere a uno scontro tra suo padre e il demone Surtur. Quando la battaglia si conclude il Dio del Tuono si avvicina a Odino, il quale, sospettando che suo figlio non voglia riportarlo in vita, gli racconta una antica storia. Eoni fà, Bor, il padre di Odino, condannò gli esseri umani ad una esistenza di infinita sofferenza come ripicca per la scelta di suo figlio di far fiorire la vita sulla Terra elevando l'uomo a specie eletta. Odino, che accusò il colpo coltivando un rancore nei confronti del genitore, quando Bor venne trasformato in neve vivente dai Giganti di Ghiaccio, pur sapendo che un incantesimo avrebbe potuto riportarlo in vita, invece di aiutarlo, tornò dai suoi con il messaggio che Bor era morto, e che potevano soltanto piangerne la scomparsa. Col tempo la voce della coscienza e quella di Bor, che continuava a tormentarlo negli inverni più freddi, si spensero. A quanto pare ora la storia sembra ripetersi.

23 pagine

protagonisti: Thor, Odin, Bor, Surtur

da Thor vol 3 # 7 (May 2008)

Thor
Padri e figli, pt 2
J. Michael Straczynski (script) / Marko Djurdjevic (art) / Danny Miki (inks) / Crimelab Studios (inks)
Alle soglie dell'Ade Odino combatte con Surtur in un duello infinito. Dopo la fine di ogni combattimento le ferite si rimarginano e i due devono ricominciare la lotta. Thor ha raggiunto suo padre nell'ade. Odino, raccontato a suo figlio di come ha lasciato morire il proprio genitore, continua la sua storia aggiungendo che per espiare le sue colpe e accontentare l'ultimo desiderio di Bor (la sua sottile vendetta), ha dovuto accogliere Loki come un figlio dopo averlo reso orfano. Quando Thor si propone di riportalo in vita, Odino rifiuta l'offerta affermando che dopo l'interruzione del ciclo vita-Ragnarök, il suo compito è quello di combattere giorno dopo giorno con Surtur per impedergli di tornare a tormentare gli Asgardiani. Per l'ultima volta Thor combatte a fianco del padre e, insieme, sconfiggono Surtur. Almeno per un giorno Odino non morirà. Thor si risveglia dal sonno ristoratore con la coscienza placata.
Nel frattempo Donald Blake, alla ricerca di Sif, l'unica asgardiana ancora assente, raggiunge Jane Foster, l'infermiera che aveva amato e che già una volta aveva ospitato l'essenza di Sif. Jane è ora una dottoressa che lavora in un difficile reparto di oncologia fra sofferenze e malati terminali. Felice di vedere Donald Blake la gioia si trasforma in furia quando capisce che lui è lì per cercare Sif. Nonostante Odino avesse cancellato del tutto l'esistenza stessa di Blake, Jane è l'unica ad aver conservato il ricordo non smettendo mai di amarlo. Quando si rende conto però che Blake sta facendo tutto questo per Thor, l'affetto prende il posto del risentimento, e i due si lasciano con la vaga promessa di rivedersi. Durante il loro commiato un'anziana malata cerca disperatamente di farsi aiutare da Donald, ma mentre un'infermiera si occupa di lei né lui né Jane le danno molto peso. Dentro quel corpo morente è prigioniera la bella Sif e l'infermiera che ne sta sadicamente vegliando la morte è la perfida Loki.

23 pagine

protagonisti: Thor/Donal Blake, Odin, Jane Foster, Surtur
apparizioni: Sif, Loki

da Thor vol 3 # 8 (June 2008)