Utenti registrati: 2092

Ci sono 0 utenti registrati e 52 ospiti attivi sul sito.

Ultimo commento

mauroperini su Uomo Ragno Classic # 70

Login




Recupera password




[torna indietro]
ATTENZIONE:Per registrarsi su Comicsbox collegati da un computer desktop o tablet

Non sei registrato? Iscriviti subito!


Vai alla pagina Facebook
Vai alla pagina Twitter
ComicsBox

Dall'autore di Hip Hop Family Tree, una lettera d'amore agli X-Men! Ripercorriamo la storia degli X-Men con il pluripremiato Ed Piskor! Dalle origini del Professor X fino alle prime battaglie degli X-Men! La prima parte di un'opera dal sapore indie già considerata un cult... e il mitico X-Men #1, ricolorato da Piskor!

Marvel Giants # 1 | X-Men: Grand Design

Panini Comics Ottobre 2018
X-Men
Episodio 1
Ed Piskor (script) / Ed Piskor (art) / Ed Piskor (colors)
40 pagine

da X-Men: Grand Design # 1 (February 2018)

X-Men
Episodio 2
Ed Piskor (script) / Ed Piskor (art) / Ed Piskor (colors)
20 pagine

da X-Men: Grand Design # 2 (March 2018)

X-Men
X-Men
Stan Lee (script) / Jack Kirby (art) / Paul Reinman (inks)
In una scuola dello stato di New York, nelle campagne della città di Westchester, uno strano insegnante paralizzato, il professor Charles Xavier, convoca, con un messaggio mentale, quattro ragazzi chiamandoli X-Men. Ogni ragazzo possiede uno strano potere: Hank Mac Coy (Bestia) ha l'agilità e la potenza di una grossa scimmia, Bobby Drake (Iceman) produce ghiaccio e, volendo, può coprirsene interamente il corpo, Slim Summers (Ciclope) ha costantemente gli occhi coperti da uno strano visore che ferma un potente raggio ottico, Warren Worthington III (Angelo) possiede un bel paio di ali bianche. Il professore fa allenare i ragazzi per vedere se hanno la totale padronanza dei propri poteri, poi gli comunica dell'arrivo di una ragazza che s'unirà al gruppo: il suo nome è Jean Grey (Marvel Girl). I quattro maschietti cominciano subito, con galanterie o spacconerie, a farsi conoscere da Jean, ma lei li allontana facilmente con i suoi poteri di telecinesi. Il Professor Xavier spiega a Jean che tutti loro sono mutanti e che li ha riuniti in questa scuola speciale per difenderli sia dalle persone normali che considerano i mutanti come dei "mostri", sia per combattere i mutanti malvagi che tenteranno di usare i loro poteri per sottomettere l'umanità.

In un laboratorio segreto il mutante Magneto, sta controllando da un visore il lancio di un razzo. Il mutante vuole governare la terra per dimostrare la superiorità dell'Homo Superior (i mutanti). Appena la navicella s'innalza in volo Magneto, usando potentissime onde d'energia magnetica, ne prende il controllo e, dopo avergli fatto perdere quota, la fa inabissare. Il giorno dopo Magneto continua a compiere sabotaggi nella base missilistica mandando l'avviso che gli venga consegnato il campo di lancio. I militari non accettano l'ultimatum e questo obbliga il Signore del Magnetismo a impossessarsi facilmente della zona militare che isola con un campo di onde magnetiche. Il Professor Xavier sente la notizia per radio ed ordina ai suoi studenti di intervenire immediatamente. Gli X-Men giungono sul posto con un aereo telecomandato mentalmente dal loro mentore, Ciclope presenta il gruppo ai soldati ed ottiene un quarto d'ora di tempo per risolvere la situazione. Il gruppo di ragazzi attacca lo scudo magnetico e Magneto pur risentendone riesce ad attivare i missili a ricerca calorica. Angelo, Bestia, Marvel Girl e Iceman fermano le armi mortali, poi, riuniti, attaccano il loro avversario che si difende lanciando contro di loro un serbatoio di benzina. Il malvagio mutante crede di aver ucciso gli X-Men, ma Ciclope, con il suo potente raggio ottico, ha scavato un tunnel sotterraneo che ha salvato il giovane gruppo. Tutti insieme attaccano nuovamente Magneto che si vede costretto alla fuga.

23 pagine

protagonisti: Charles Xavier (1ª apparizione), Cyclops (1ª apparizione), Beast (1ª apparizione), IceMan (1ª apparizione), Angel (1ª apparizione), Jean Grey (1ª apparizione), Magneto (1ª apparizione)

da Uncanny X-Men vol 1 # 1 (September 1963)